Giovedì, 14 Dicembre 2017
Banner
Banner
Ultime Notizie
Banner
PROVINCIA - CASTELNUOVO BERARDENGA
E-mail Stampa PDF

A San Gusmè una pièce teatrale per ricordare gli emigranti del Dopoguerra

Bookmark and Share
al 13 al 15 luglio spettacolo con attori tedeschi e italiani, tra cui Morozzi e Storti, nel Chianti Festival
Il lavoro porta avanti la collaborazione tra il St.Pauli Theather di Amburgo e il Teatro Alfieri di Castelnuovo Berardenga iniziata con ‘Albicocche Rosse’

TeatroAlfieri-interno650Uno spettacolo inedito per ripercorrere le storie degli emigranti italiani in Germania dopo la disastrosa ondata di gelo che colpì la zona di Castelnuovo Berardenga a metà degli anni 50’. Da giovedì 13 a sabato 15 luglio, a San Gusmè, in piazza Castelli, andrà in scena lo spettacolo teatrale “La grande gelata”, pièce-documentario che porta avanti la collaborazione avviata tra il St.Pauli Theater di Amburgo e il Teatro Alfieri di Castelnuovo Berardenga con il ‘teatro della memoria’ e lo spettacolo ‘Albicocche Rosse’. La rappresentazione vedrà protagonista attori professionisti italiani e tedeschi, tra cui Daniela Morozzi , Gianni Ferreri, Sergio Pierattini e Bebo Storti, che, insieme al Cantiere del Bruscello di Castelnuovo, ripercorreranno la storia dei tanti giovani costretti a lasciare il Paese in cerca di lavoro, emigrando verso il nord e spingendosi fino ai confini della Germania. La performance, che porta in scena il testo scritto da Matteo Marsan, Dania Hohmann e Ulrich Waller, si colloca nell’ambito del Chianti Festival organizzato da Fondazione Toscana Spettacolo onlus con i Comuni di Castellina in Chianti, Castelnuovo Berardenga e Gaiole in Chianti. Questo spettacolo è stato realizzato con il contributo della Regione Toscana.

Il grande esodo italiano in scena dal 13 al 15 luglio. Lo spettacolo “La grande gelata” rappresenta in chiave teatrale il grande esodo degli anni ’50, quando furono abbandonate quasi tutte le case delle tenute di Arceno e Felsina, alle porte di San Gusmè. Il protagonista della pièce è Agatino Rossi, nome di fantasia di un giovane italiano che, come tanti, è costretto a lasciare la sua amata patria per trasferirsi al Nord. In quegli anni l’Italia, vista la precaria situazione, stipula dei contratti con la Germania per offrire delle opportunità all’estero alla popolazione. Agatino si trasferisce a Wolfsburg per poi rientrare in patria negli anni ’70 e costruirsi una famiglia.

I protagonisti. Insieme a Daniela Morozzi e Bebo Storti, la pièce vedrà protagonisti Adriana Altaras, Gianni Ferreri, Peter Franke, Jörg Kleemann, George Meyer-Goll, Sergio Pierattini, Stefano Santomauro, Anneke Schwabe e il Cantiere del Bruscello di Castelnuovo Berardenga. Alle scene teatrali faranno da contrasto le canzoni dell’epoca e saranno mostrate le sequenze dei cinegiornali tedeschi che documentano le difficoltà tra il popolo tedesco e gli “stranieri venuti dal meridione”.

Info e prenotazioni. Per maggiori informazioni sul progetto è possibile consultare il sito www.teatrovittorioalfieri.com. Per lo spettacolo, inoltre, è possibile contattare il Teatro comunale Vittorio Alfieri di Castelnuovo Berardenga al numero 0577 351345.
 
sienafreewhatsapp2

GUARDA ANCHE


fotostudiosiena-ritratti-di-natale-2017
Diventa fan su facebook Seguici su twitter
ico-zodiacoicons_separatorico_cinemaicons_separatorico-viabilitaicons_separatorico_farmaciaicons_separatorico_meteo
oroscopo cinema viabilità farmacie meteo
banner-web-300x250-01-B_2_2
SIENA_FREE_Banner_300X2502
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK

SEGUICI SU TWITTER