Venerdì, 15 Dicembre 2017
Banner
Banner
Ultime Notizie
Banner
PROVINCIA - CHIANCIANO TERME
E-mail Stampa PDF

Chianciano Terme, turismo: confermato il trend negativo dei fatturati. Federalberghi: ''Serve un cambio di rotta''

Bookmark and Share
L’Associazione Albergatori chiede un decisivo cambiamento delle politiche turistiche visti i dati sull’ultima stagione che hanno confermato il calo complessivo dei fatturati

danielebarbetti650L’Associazione Albergatori Chianciano Terme, dopo l’analisi effettuata su un campione di 40 aziende associate, conferma che la stagione 2017 ha fatto registrare, nel periodo gennaio-settembre, un calo del fatturato complessivo del 3% rispetto allo scorso anno. Viene confermato quindi il trend negativo che Federalberghi Chianciano aveva indicato all’inizio estate. Nonostante i dati del Comune di Chianciano Terme indichino dei numeri positivi per quanto riguarda gli arrivi e le presenze, l’incremento del flusso turistico non si è concretizzato in una analoga crescita dei ricavi, ma segna piuttosto un complessivo calo del fatturato per il settore alberghiero delle aziende chiancianesi.

“Siamo in un paradosso: a Chianciano Terme aumentano le presenze turistiche e diminuisce il fatturato complessivo del settore ricettivo - commenta il Presidente di Federalberghi Daniele Barbetti. Questo indica che la competitività della destinazione è stata sostenuta prevalentemente dalla ennesima diminuzione dei prezzi degli alberghi. Così non si può andare avanti. Se a questo aggiungiamo che tale fatturato è in molti casi collegato ad un aumento dei giorni di apertura degli alberghi, possiamo già avere a certezza che oltre al calo del fatturato, ci sarà un aumento dei costi, con le ripercussioni conseguenti sui conti economici delle aziende. L’aumento delle presenze è frutto per lo più di strategie particolarmente aggressive di vendita che i singoli alberghi hanno dovuto mettere in campo di fronte alla totale mancanza sia di significative azioni promozionali promosse dall’Amministrazione Comunale, sia di una strategia complessiva di rilancio della nostra destinazione turistica: le famiglie sono importanti nel turismo, ma non possono essere il nostro core-businnes.”

L’allarme era già stato lanciato nel corso degli scorsi mesi dall’Associazione Albergatori, che aveva mostrato la riduzione dei fatturati nel corso degli ultimi anni e aveva posto l’attenzione sul trend negativo che si stava già verificando nel corso di questa stagione. Una previsione che purtroppo si è avverata con gli i dati raccolti nel periodo estivo, che hanno mostrato come a Chianciano Terme le strutture ricettive abbiano lavorato complessivamente più giorni, a tariffe più basse, per ottenere fatturati inferiori.

“Avevamo chiesto un cambio di rotta all’Amministrazione Comunale, che purtroppo non c’è stato. – prosegue il Presidente Daniele Barbetti – Continuiamo a non registrare miglioramenti sostanziali dell’economia turistica della città. I dati oggettivi sui fatturati devono farci riflettere, perché senza crescita del settore alberghiero sono a rischio non solo gli occupati delle singole aziende ricettive, ma anche i posti di lavoro dell’indotto. Serve un profondo ripensamento delle politiche sul turismo, soprattutto in materia di promozione e di impiego dell’imposta di soggiorno, perché hanno dimostrato la loro inefficacia. Dispiace in questo senso aver visto non recepire nessuna delle proposte che come albergatori abbiamo avanzato in questi anni.”
 
sienafreewhatsapp2

GUARDA ANCHE


fotostudiosiena-ritratti-di-natale-2017
Diventa fan su facebook Seguici su twitter
ico-zodiacoicons_separatorico_cinemaicons_separatorico-viabilitaicons_separatorico_farmaciaicons_separatorico_meteo
oroscopo cinema viabilità farmacie meteo
banner-web-300x250-01-B_2_2
SIENA_FREE_Banner_300X2502
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK

SEGUICI SU TWITTER