Sabato, 8 agosto 2020
Banner
Banner
sienafreewhatsapp650x80
PROVINCIA - CHIUSI

Pc Valdichiana Senese: ''Alternativa al carbonizzatore di Chiusi?''

Bookmark and Share
partitocomunista300_2"ll Partito Comunista manifesta la propria ferma contrarietà al progetto del carbonizzatore di Chiusi invitando fortemente Regione Toscana, AUSL Toscana Sud Est, ARPAT e il Comune di Chiusi a non concedere il parere favorevole alla compatibilità ambientale del progetto di cui sopra." Così l'inizio di un intervento del Partito Comunista Valdichiana Senese.

"Di conseguenza, il Partito Comunista presenta la propria, possibile, alternativa al carbonizzatore di Chiusi: al posto del “carbonizzatore” e per trattare lo stesso tipo di materiale - dopo che è stata effettuata la bonifica integrale del sito ex Centro Carni, cosa fondamentale - potrebbe essere progettato e messo in opera un “digestore anaerobico”, tipo d’impianto ormai tecnologicamente testato e “maturo”, che non necessita di sperimentazione. Si tratta di processo di digestione dei fanghi, residuati dalla depurazione di acque reflue civili, in assenza totale di ossigeno (per via anaerobica) a bassa temperatura (circa 35°) che produce materiale organico metastabile (umus), solidi inerti e soprattutto una miscela gassosa (“biogas”) composta in prevalenza da metano (65-75%) ed anidride carbonica (25-35%). Detto biogas può essere utilmente ceduto sul mercato come fonte energetica, con buoni riscontri ed in sicurezza.

Come risposta occupazionale sarebbe in linea con quella del “carbonizzatore” - cioè bassa - ma almeno non si tratterebbe di un impianto la cui tecnologia non è ancora matura per applicazioni di tipo industriale su larga scala... come lo è l’HTC (il processo, appunto, di carbonizzazione).

I benefici della digestione anaerobica sono: l’elevata stabilizzazione, ovvero non putrescibilità, dei fanghi; la loro notevole riduzione in massa e volumi; una migliore disidratabilità dei fanghi; la produzione - come detto - di metano/biogas, da immettere in rete.

In conclusione, la digestione anaerob ica potrebbe essere, teoricamente, una buona alternativa per il territorio, sia dal punto di vista energetico, sia – soprattutto - dal punto di vista ecologico-ambientale. Vieppiù, il cosiddetto “digestato” post processo anaerobico, può essere sottoposto – dopo disidratazione ed essiccamento – al processo di compostaggio “aerobico” (in presenza di ossigeno): questo genera un tipo di ammendante/fertilizzante di buona qualità, utile per il suolo e le colture.

Negli ultimi anni, infatti, si sta procedendo a grandi passi verso una sempre maggiore integrazione tra i due processi, appunto la digestione anaerobica ed il compostaggio aerobico, integrazione che comporta: una riduzione delle emissioni di CO 2; garanzia di riduzione degli organismi patogeni; omogeneità dei flussi di digestato in entrata alla fase aerobica, con conseguente migliore utilizzazione agronomica degli elementi fertilizzanti; maggiore controllo sui problemi olfattivi; migliore capacità di controllo delle emissioni."
 
sienafreewhatsapp2
GUARDA ANCHE

SOCIAL e MESSENGER

Facebook_Round Twitter round Instagram_round_social_media_icon_free Telegram round Whatsapp_free_social_media_icon_round

''La sospensione di un attimo''

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
sienafreewhatsapp300X200
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK