Lunedì, 18 Marzo 2019
Banner
Banner
Ultime Notizie
ECONOMIA E FINANZA

Analisi Congiunturale 2018 sull’attività edile in provincia di Siena

Bookmark and Share
Gli enti bilaterali sostengono il peso della crisi: saldo positivo di imprese e lavoratori

giannettomarchettini-enti2019La tenaglia della crisi nel settore edile non accenna ad allentarsi, ma nel panorama senese le attività di Cassa e Scuola Edile portano timidi, ma costanti risultati semestre dopo semestre.

Dai dati forniti dalla Cassa Edile di Siena sull’analisi congiunturale dell’anno appena passato risulta che il numero di operai iscritti in Cassa Edile è aumentato del 4,02% rispetto all’anno precedente. Nella maggior parte dei casi si tratta di operai comuni e operai di IV livello, a discapito di lavoratori qualificati e specializzati che comunque mantengono i risultati del 2017 con circa 930 unità nel primo caso (pari al 31% del totale) e 535 nel secondo (pari al 18% del totale). Contestualmente anche il numero di ore lavorate è aumentato del 5,16% e l’imponibile del 7,16%.

Il numero di imprese iscritte alla Cassa Edile di Siena rimane sostanzialmente immutato rispetto all’anno precedente, con una piccola inflessione in positivo di +0,81% a dicembre. Si nota però una maggiore frammentazione delle imprese, con una diminuzione di quelle di piccole dimensioni. Tuttavia, torna la fiducia nel comparto con un aumento di contratti a tempo indeterminato del +3% rispetto all’anno precedente e una crescita dei giovani di 15 unità nella fascia tra i 15 e i 20 anni che decidono di intraprendere il lavoro nel settore edile. Aumentano i numeri anche nelle fasce di età 26-30 anni (23 lavoratori in più), nella fascia 41-45 (+36 lavoratori), nella fascia 51-55 (+33 lavoratori) e nella fascia tra i 56 e i 60 anni (+41 lavoratori). In negativo gli addetti ai lavori nella fascia di età tra i 21e 25 anni (-19 lavoratori). La maggior perdita si attesta nella fascia tra i 31 e i 35 anni con -28 lavoratori iscritti. Nel mese di dicembre le imprese edili che hanno lavorato in provincia di Siena, con sede legale al di fuori del territorio provinciale sono state 18, mentre quelle con sede extra regionale sono state 86. Nello stesso mese le aziende senesi registrate dalla Cassa edile sono state 411. Andando nel dettaglio le imprese in Valdichiana sono 114, in Valdelsa 106, nei Comuni delle crete senesi 52, nella Val di Merse 25, in Val d’Orcia e Amiata 31, nel Chianti 23 e 60 nel Comune di Siena.

La voglia di ripresa del comparto edile si fa sentire anche nel boom di iscrizioni ai corsi organizzati dalla Scuola Edile di Siena, che nell’anno appena trascorso ha registrato più di 2.000 ore di formazione teorica e con esercitazioni pratiche con circa 1.100 lavoratori iscritti. I corsi, che ricordiamo per la maggior parte sono assolutamente gratuiti per gli iscritti alla Cassa Edile, hanno contribuito a formare personale per l’ingresso nel mondo dell’edilizia, operai qualificati e hanno volto lo sguardo anche a discipline altamente specializzanti, come è l’attività dei Montatori dei Palchi Storici di Piazza del Campo. Molti i seminari organizzati con la partecipazione di 250 tecnici e rappresentanti di associazioni.

L’attività della Scuola Edile è dinamica e prosegue nel 2019 con una proposta didattica che include un corso di Coordinatore per la sicurezza di cantiere, in partenza ad aprile e il nuovo corso sul BIM, Building Information Modeling, finalizzato ad acquisire la conoscenza professionale del software BIM ARCHICAD 22, preparatorio all’esame per il conseguimento della Certificazione ICMQ per il ruolo di Bim Manager, Bim Coordinator E Bim Specialist. Per entrambi sono ancora aperte le iscrizioni.

Proseguono le attività da parte del Sicuredil CPT con visite gratuite in cantiere per la consulenza sulla sicurezza sul luogo di lavoro e percorsi di formazioni ad hoc su esigenze specifiche. Nel corso dell’anno, anche grazie al progetto finanziato dall’Inail “Sicurezza su misura”, sono state svolte 70 visite e 77 ore di formazione coinvolgendo più di 130 lavoratori.

La prevenzione e la sicurezza sono state il tema portante di tutto il 2018 culminate a ottobre con la Settimana della Sicurezza, l’evento organizzato nell’Auditorium di Cassa e Scuola Edile che ha coinvolto gli Enti bilaterali senesi delle costruzioni, per celebrare l’intensa attività svolta nei confronti delle imprese e dei lavoratori.

La manifestazione, fortemente voluto dai vertici degli Enti bilaterali guidati dal Presidente di Cassa Edile, Scuola Edile e Sicuredil CPT di Siena ed esponente di ANCE, Giannetto Marchettini, insieme al Vicepresidente di Cassa Edile, Serafino Marino (Filca-CISL), il Vicepresidente di Scuola Edile, Fabio Seggiani (Fillea-CGIL) e dal Vicepresidente di Sicuredil CPT, Erika Carrazza (Feneal-UIL) si è concentrata principalmente su due eventi: la mostra dei cartelli e dispositivi di sicurezza storici, organizzata con la collaborazione di Cantierepro.com e la consegna dei nuovi materiali di protezione individuale e del vestiario selezionati presso il fornitore BN Nava Srl agli iscritti della Cassa Edile.

Cinque giorni per rafforzare il concetto di una cultura della prevenzione, tema su cui Giannetto Marchettini, esponente di Ance e presidente di Cassa Edile, Scuola Edile e Sicuredil CPT di Siena, pone da sempre la massima attenzione.

“La necessità inderogabile di avviare una grande stagione di riqualificazione edile che possa essere da volano per un settore importante com’è quello dell’edilizia nell’economia Italiana, è l’incentivo a portare avanti il nostro impegno a sostegno dei lavoratori – afferma Marchettini -. Il nostro ruolo, come Enti del territorio, è supportare le imprese con gli strumenti e gli incentivi di cui disponiamo, anche per qualificare sempre di più il settore”.
 
sienafreewhatsapp2

GUARDA ANCHE


SOCIAL e SERVIZI

Facebook_RoundWhatsapp_free_social_media_icon_roundInstagram_round_social_media_icon_freeTwitter_round
300x250_estra_10agosto2018
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK

SEGUICI SU TWITTER