Sabato, 16 novembre 2019
Banner
Banner
ECONOMIA E FINANZA

Crisi del latte ovino in Toscana: a Grosseto l’assemblea regionale dei pastori giovedì 7 novembre

Bookmark and Share
Appuntamento organizzato da Cia Agricoltori Italiana con gli allevatori e l’assessore Remaschi

latte-pastore-mungituraIl comparto ovicaprino toscano fa il punto sul settore e su un mercato sempre in bilico sulla bilancia del prezzo del latte ovino. E’ in programma domani giovedì 7 novembre (ore 10) a Grosseto – Hotel Granduca, via Senese 170 – l’Assemblea regionale dei Pastori, organizzata da Cia Agricoltori Italiani Toscana e Cia Grosseto. Fra le presenze quella dell’assessore regionale all’agricoltura Marco Remaschi.

Dopo la profonda crisi del 2018 che ha colpito il settore e portato alla chiusura molti allevamenti ed aziende agricole; dopo i segnali negativi di queste settimane alla partenza della nuova campagna del latte ovino in Toscana, il mondo della pastorizia si confronta per evitare un nuovo tracollo.

IL PROGRAMMA - Alle 10 apertura dei lavori a cura del presidente Cia Toscana Luca Brunelli ed introduzione del presidente Cia Grosseto Claudio Capecchi; quindi si terrà la discussione, intervento dell’assessore regionale Marco Remaschi e le conclusioni del vicepresidente Cia nazionale Mauro Di Zio.
 
GUARDA ANCHE

SOCIAL e SERVIZI

Facebook_RoundWhatsapp_free_social_media_icon_roundInstagram_round_social_media_icon_freeTwitter_round

MESSAGGIO AGLI UTENTI DEL SERVIZIO WHATSAPP

Da una 15ina di giorni non è più attivo il nostro servizio di invio notizie su whatsapp in quanto l'azienda ha bloccato il nostro numero. Dopo numerose richieste per capire il motivo ci hanno risposto, dopo 10 giorni, adducendo una presunta "violazione dei termini del servizio" specificando la vendita di prodotti non consentiti. Ora, inviando SOLAMENTE notizie, e avendo letto la corposa lista delle vendite vietate per cercare di capire un motivo per tale violazione, deduciamo che, per qualche geniale algoritmo di qualche geniale software, articoli tipo "arrestato spacciatore di cocaina" vengano considerati come vendita... ma ripetiamo, sono solo deduzioni che facciamo. Avendo spiegato nei dettagli il tutto al dis-servizio assistenza abbiamo ricevuto zero risposte e il numero è tuttora bloccato. Siamo dispiaciuti per la situazione e ci scusiamo con i 3.000 utenti del servizio soprattutto per non poter avvertire direttamente a causa del blocco del numero. Speriamo che quanto prima la situazione sia chiarita in modo da poter ripristinare il servizio. Grazie mille.

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK