Sabato, 16 novembre 2019
Banner
Banner
ECONOMIA E FINANZA

Banca Mps propone 1.110 esternalizzazioni. Fisac-Cgil: Inaccettabili

Bookmark and Share
montedeipaschi-portoneroccasalimbeni2_450Banca Monte dei Paschi ha proposto ai sindacati un accordo quadro sul nuovo piano industriale che prevede l'esternalizzazione di 1.110 lavoratori "unicamente del Consorzio e presenti in tutti i poli".

Lo rivela in una nota ripresa da Ansa la Fisac-Cgil, spiegando che stamani la responsabile della Direzione risorse umane ha convocato i sindacati "al di fuori delle procedure contrattuali già in essere", e ha ribadito la volontà di giungere in tempi stretti all'accordo "confermando la pregiudiziale in materia di esternalizzazioni". 
 
"Non possiamo che confermare il nostro giudizio assolutamente negativo su tale proposta - afferma nella nota la Fisac-Cgil - e la nostra indisponibilità a percorrere questa strada". La pregiudiziale aziendale sulle esternalizzazioni, secondo il sindacato, "non mira principalmente alla riduzione dei costi ma allo scardinamento delle garanzie contrattuali nazionali, come testimoniato anche dalla disdetta integrale del Contratto integrativo aziendale".
 
La proposta di Banca Mps, spiega la Fisac-Cgil, prevede anche di "recuperare discrezionalità sulle assunzioni, sul sistema valutativo e sui percorsi professionali, sulle progressioni di carriera, sugli inquadramenti, sulla mobilità territoriale, sui trasferimenti a domanda dei dipendenti, sul sistema incentivante", con "sostanziale azzeramento delle integrazioni economiche aziendali in maturazione dal 1 gennaio 2013", e l'attivazione del Fondo esuberi pagato tramite interventi generalizzati di riduzione del costo del lavoro.
 
Il sindacato riunirà il proprio organismo dirigente il 10 e l'11 dicembre alla presenza della segreteria nazionale di categoria per assumere le decisioni necessarie a sostegno della vertenza.
 
GUARDA ANCHE

SOCIAL e SERVIZI

Facebook_RoundWhatsapp_free_social_media_icon_roundInstagram_round_social_media_icon_freeTwitter_round

MESSAGGIO AGLI UTENTI DEL SERVIZIO WHATSAPP

Da una 15ina di giorni non è più attivo il nostro servizio di invio notizie su whatsapp in quanto l'azienda ha bloccato il nostro numero. Dopo numerose richieste per capire il motivo ci hanno risposto, dopo 10 giorni, adducendo una presunta "violazione dei termini del servizio" specificando la vendita di prodotti non consentiti. Ora, inviando SOLAMENTE notizie, e avendo letto la corposa lista delle vendite vietate per cercare di capire un motivo per tale violazione, deduciamo che, per qualche geniale algoritmo di qualche geniale software, articoli tipo "arrestato spacciatore di cocaina" vengano considerati come vendita... ma ripetiamo, sono solo deduzioni che facciamo. Avendo spiegato nei dettagli il tutto al dis-servizio assistenza abbiamo ricevuto zero risposte e il numero è tuttora bloccato. Siamo dispiaciuti per la situazione e ci scusiamo con i 3.000 utenti del servizio soprattutto per non poter avvertire direttamente a causa del blocco del numero. Speriamo che quanto prima la situazione sia chiarita in modo da poter ripristinare il servizio. Grazie mille.

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK