Giovedì, 17 ottobre 2019
Banner
Banner
sienafreewhatsapp650x80
ECONOMIA E FINANZA

Mps: nuovo filone inchiesta per insider trading

Bookmark and Share
Nuovo filone inchiesta dopo esposto della Banca. Perquisizioni a due membri del Cda non indagati
Sequestrati altri 6 milioni di euro

montedeipaschi-salimbeni450E' un nuovo filone di inchiesta sul Monte dei Paschi di Siena quello che stamattina ha portato gli uomini della Gdf ad effettuare perquisizioni a Lecce e Torino. L'inchiesta riguarderebbe una ipotesi di insider trading. Perquisizioni presso terzi - riferisce l'Ansa - riguardano Michele Briamonte e Lorenzo Gorgoni, consiglieri di Mps, che però non sono indagati.

Secondo quanto si apprende il nuovo filone di inchiesta è sempre condotto dai pm senesi Antonino Nastasi, Aldo Natalini e Giuseppe Grosso, titolari dell'inchiesta sull'acquisizione di Antonveneta da parte del Monte dei Paschi. Il nuovo filone, per il quale al momento nessuno è stato iscritto nel registro degli indagati, sarebbe frutto delle indagini principali.

Il reato di insider trading, a carico di ignoti riguarda la notizia dell'azione di responsabilità decisa giovedì scorso dal Cda di Mps e la richiesta di danni nei confronti di Deutsche Bank e della banca Giapponese Nomura. In particolare, sarebbe stata violata la norma 184, lettera B del Tuf dove è previsto che la notizia di azione di responsabilità e di richiesta danni non possa essere diffusa alla stampa e ai mercati prima che l'atto di citazione sia stato depositato in Tribunale. Sempre secondo quanto si apprende, la banca è ''vittima'' in questo nuovo filone di indagine aperto a Siena. Banca Monte dei Paschi venerdì scorso, cioè il giorno dopo il Cda terminato a tarda sera giovedì, diffuse una nota ufficiale ma solo dopo che i suoi avvocati avevano depositato al Tribunale di Firenze l'atto di citazione.

Nell'inchiesta per associazione per delinquere finalizzata alla truffa ai danni di Mps, i finanzieri del nucleo speciale di polizia valutaria della Guardia di Finanza hanno inoltre sequestrato oggi somme e titoli per circa sei milioni di euro. La somma - sempre secondo l'Ansa - è risultata nella disponibilità dell'ex capo dell' area finanza di Mps, Gian Luca Baldassarri (arrestato nel corso dell' inchiesta), del suo vice Alessandro Toccafondi, e di altre due persone coinvolte nell' inchiesta, David Ionni e Antonio Pantalena. Il denaro èstato trovato dopo segnalazioni per operazioni sospette ai fini della prevenzione del riciclaggio. I provvedimenti di sequestro sono stati firmati dai magistrati della procura di Siena, Antonino Nastasi, Giuseppe Grosso e Aldo Natalini. Nel corso delle indagini erano già stati disposti sequestri di denaro a carico di alcuni indagati.
 
sienafreewhatsapp2
GUARDA ANCHE

SOCIAL e SERVIZI

Facebook_RoundWhatsapp_free_social_media_icon_roundInstagram_round_social_media_icon_freeTwitter_round

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK