Lunedì, 22 aprile 2019
Banner
Banner
EVENTI E SPETTACOLI

Pianoforti per Bach e percussioni a mezzanotte con una prima assoluta al 43° Cantiere di Montepulciano

Bookmark and Share
cantiereinternazionale-piazzagrande2018Una lezione-concerto con giovani pianisti e tutor d'eccezione nel segno di Bach e il contemporaneo concerto di mezzanotte “Silence=Death”, in prima assoluta, nella Piazza Grande di Montepulciano: sabato 14 luglio si articola così la terza giornata del 43/o Cantiere Internazionale d’Arte, rassegna ideata da Hans Werner Henze, diretta da Roland Böer con il coordinamento artistico di Giovanni Oliva, in corso fino al 29 luglio tra Montepulciano e la Valdichiana senese.

Si parte alle 18 all'Auditorium Falcone, presso l’ex tribunale (via di Voltaia nel Corso, 57) con la prima di “Bach+”, primo dei tre appuntamenti dedicati ai giovani pianisti dell'Istituto di Musica Henze, del Liceo Musicale di Arezzo, del Conservatorio di Firenze e del Conservatorio di Terni. Attraverso l'opera del genio tedesco e di altri autori di epoche diverse, gli allievi avranno l'opportunità di confrontarsi con insegnanti di prim'ordine: protagonisti di questa prima sessione Roland Böer e Alessio Tiezzi. In programma “Concerto in do minore per due pianoforti e orchestra”, “Concerto in do maggiore per due pianoforti e orchestra” di Johann Sebastian Bach; per illustrare un confronto con le pagine musicali più attuali, il programma si completa con la prima esecuzione italiana di “Preludio e fuga per chitarra e archi” di Lorenzo Turchi – Floris, affidata al solista Alessio Nebiolo, insieme agli Archi Poliziani.

E ancora, una prima esecuzione assoluta è prevista per il concerto di mezzanotte “Silence = Death” in Piazza Grande, con le sonorità contemporanee dell'ensemble Blow Up Percussions. Il percorso musicale propone i brani “Blow Up” di Alessandra Ravera, “Shots symphony” di Stefano Taglietti, “Music for wood and string” di Bryce Dessner, “Silence = Death” di Francesco Filidei e “Bells / Bellwether” di Elliot Cole.

Alle 21.30 al Teatro Poliziano (via del Teatro n. 4), torna in scena l’opera ”L’impresario in angustie”, nuovo adattamento drammaturgico della farsa di Domenico Cimarosa per la regia di Caterina Panti Liberovici, con l’Orchestra Poliziana diretta da Roland Boër e un cast selezionato in collaborazione con il Conservatorio Luigi Cherubini di Firenze. Alle 22 al Castello di Sarteano è invece in agenda “Nelle scarpe di Giufà”, la pièce di teatro musicale che analizza le storie della tradizione e i movimenti delle migrazioni: scritta e diretta da Laura Fatini. La messinscena della Nuova Accademia degli Arrischianti è impreziosita dalle musiche di Sara Ross, eseguite dal vivo dall’Ensemble Giufà.
 
sienafreewhatsapp2

GUARDA ANCHE


SOCIAL e SERVIZI

Facebook_RoundWhatsapp_free_social_media_icon_roundInstagram_round_social_media_icon_freeTwitter_round
300x250_estra_19marzo2019

ESTRA NOTIZIE

simply-19aprile2019600x250
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK

SEGUICI SU TWITTER