Mercoledì, 19 giugno 2019
Banner
Banner
EVENTI E SPETTACOLI

Lo spettacolo ''Kanu'' vince la IV edizione di In Box Verde

Bookmark and Share
laclasseKanu, spettacolo di narrazione con musica dal vivo, ispirato a un racconto malinkè sulla nascita del fiume Niger, ha vinto la IV edizione di In Box Verde, dedicata alla promozione del teatro ragazzi. Lo spettacolo, messo in scena dalla compagnia Piccoli Idilli, associazione in cui sono valorizzate le esperienze artistiche e antropologiche sviluppate in dieci anni di viaggi teatrali in Africa Occidentale, si è aggiudicata 18 repliche fra le 43 messe in palio dai soci, oltre alla replica senese.

Al secondo posto CAPPUCCETTO ROSSO, originale trasposizione della celebre fiaba attraverso i linguaggi della danza, del teatro di figura e della musica, messa in scena da Zaches Teatro si è aggiudicata 11 repliche, mentre 5 sono state quelle assegnate dai giurati a STORTO, graphic novel teatrale del collettivo fiorentino InQuanto Teatro.
Una replica a testa, infine, per A NASO IN ARIA di Schedìa Teatro, STORIA DI UNO SCHIACCIANOCI de Il Teatro nel Baule, IL MULO dell’Associazione 4gatti. A queste date vanno aggiunte le repliche senesi.

Ideato da Straligut Teatro e sostenuto dal Comune di Siena nell'ambito del rinnovo della residenza artistica triennale, il progetto In-Box, costituisce un caso unico in Italia, dedicandosi alla promozione di artisti e compagnie emergenti tramite 2 bandi annuali che mettono in palio tournèe di repliche pagate (complessivamente 93 nel 2019). Per l’originalità del progetto In-Box ha ottenuto dal 2015 il riconoscimento da parte dei Ministero per i beni e le attività artistiche e culturali, oltre a quello della Regione Toscana tramite la residenza artistica riconosciuta a Straligut dal 2016. Il progetto inoltre si avvale del sostegno di Fondazione Toscana Spettacolo onlus, partner dal 2013. Nato a Siena nel 2009 da un’idea di Straligut Teatro In-Box riunisce in rete oltre 60 soggetti su tutto il territorio nazionale, ha accolto in 11 anni 3151 candidature, ha premiato complessivamente 47 compagnie e distribuito un ammontare di 366 repliche ufficiali con circa € 400.000 di cachet per gli artisti. È questa, infatti, l’originalità del progetto, che va ad agire concretamente nell'ambito della circuitazione degli spettacoli, carenza cronica del sistema italiano, con un’azione multipla di talent scouting, di sostegno alla precaria dimensione professionale dello spettacolo dal vivo e di audience development; le compagnie selezionate durante In-Box dal Vivo, infatti, si divideranno le repliche in palio e così porteranno durante la stagione successiva i loro spettacoli nei teatri dei partner delle due reti, raggiungendo migliaia di spettatori. Il "marchio di qualità" In-Box crea inoltre un indotto: repliche di spettacoli acquistate da altri teatri, oltre a quelle messe a bando dal progetto.

I sei finalisti di In-Box Verde hanno presentato a Siena, dal 20 al 22 maggio, i loro spettacoli davanti alla giuria, agli operatori e alla stampa, al pubblico cittadino e regionale. Da menzionare le partnership con i consorzi nazionali del riciclo Ricrea e Corepla per il progetto Green Box, e il progetto di educazione ambientale Roarr, realizzato in collaborazione con Estra, che hanno permesso a quasi un migliaio di alunni delle scuole primarie della provincia di Siena (accompagnati dagli autobus messi a disposizione da Tiemme) di prendere parte agli spettacoli finalisti.
In-Box dal Vivo, prosegue venerdì 24 maggio alle ore 14,30, presso la Contrada della Selva, con la Premiazione del Bando Toc – Teatro di Origine Certificata. Ideato dal tavolo etico di C.Re.S.Co – Coordinamento delle Realtà della Scena Contemporanea, di cui Straligut è socio fondatore, il bando, alla sua prima edizione, assegna un riconoscimento ad una struttura teatrale che si è distinta per la particolare aderenza al codice deontologico redatto da C.Re.S.Co.

Primo spettacolo della giornata, per la sezione In Box Blu, (ore 16,00, Teatro del Costone), con lo scrittore Claudio Morici, i cui reading hanno riempito spazi culturali e teatri della capitale, che presenta 46 TENTATIVI DI LETTERA A MIO FIGLIO in cui legge 46 lettere, una per ogni anno di vita, in cui tenta di spiegare a suo figlio il senso della vita. Come in tutti i suoi spettacoli, anche qui Claudio Morici si muove tra il monologo, il reading letterario e il radio dramma, con sfaccettature che vanno dal comico al drammatico, dal biografico al fiabesco.

A seguire (18.00, Teatro dei Rozzi) Fartagnan Teatro, compagnia nata nel 2017 con il sogno di creare un nuovo teatro pop per la generazione 2.0. presentano APLOD, spettacolo selezionato per Tramedautore 2018 - Festival internazionale delle drammaturgie e selezionato come "dramma del mese" (novembre) su dramma.it. In un futuro non troppo lontano, il governo ha dichiarato illegale produrre e caricare in internet materiale video. Nei meandri del web però esistono siti pirata dov’è ancora possibile condividere video, il più famigerato dei quali è APLOD. Un testo “distopico” quasi fantascientifico, che ricalca il modello della serie tv inglese BlackMirror, con toni molto più farseschi, una commedia nera, ricolma di riferimenti alla cultura pop, che gira attorno al mondo paradossale del videosharing.

Ultimo spettacolo del giorno (ore 21,30, Teatro Comunale dei Rinnovati) LA CLASSE scritto, diretto e interpretato da Fabiana Iacozzilli insieme a CraNpi, spettacolo vincitore del bando di residenze interregionali CURA 2018, finalista ai Teatri del Sacro 2017, finalista al Premio per le arti sceniche Dante Cappelletti 2018, ha debuttato in prima nazionale a Romaeuropa Festival a ottobre 2018. A partire dai ricordi sulla scuola elementare presso le Suore della Carità, Fabiana Iacozzilli ha intervistato gli ex compagni di classe, creando un docupuppets fatto da pupazzi e da uomini, ma anche un rito collettivo in bilico tra La Classe morta di Kantor e I cannibali di Tabori, in cui l’adulto rilegge i ricordi di un’infanzia vissuta nella paura, interpretati da pupazzi in mano a un misterioso deus ex machina. La Classe ha trovato il suo vero significato nel momento in cui, sull’onda dei ricordi collettivi, è emersa la domanda “Cosa ogni essere umano è in grado di diventare, a partire dal proprio dolore?” Dunque uno spettacolo che voleva parlare di abusi di potere ma che, invece, parla di vocazioni, quella di suor Lidia, maestra dell’autrice, e quello della protagonista stessa.
  
In-Box dal Vivo è un progetto di Straligut Teatro, sostenuto dal Comune di Siena, dalla Regione Toscana, dal Ministero per i beni e le attività culturali e dalla Fondazione Toscana Spettacolo Onlus. In collaborazione con Università degli Studi di Siena, uSiena Campus e Dsu Toscana. Main sponsor Ricrea e Corepla, sponsor Tiemme e Zurich Securitas di Trisciani e Bonucci, media partner Puglia Off, partner tecnico Dodo. Straligut è un residenza artistica riconosciuta dalla Regione Toscana e fa parte di R.A.T., coordinamento delle residenze toscane.

Per informazioni telefonare al 371 1618585 oppure inviare una mail a info@straligut.it
Altre info su www.inboxproject.it e info@inboxproject.it    
 
sienafreewhatsapp2
GUARDA ANCHE

SOCIAL e SERVIZI

Facebook_RoundWhatsapp_free_social_media_icon_roundInstagram_round_social_media_icon_freeTwitter_round

Tg Canale3 Tv martedì 18 giugno

estra300x250-80

ESTRA NOTIZIE

simply-dal16al30giugno2019
fotostudiosiena