Mercoledì, 19 giugno 2019
Banner
Banner
EVENTI E SPETTACOLI

Venerdì 24 maggio a Palazzo Chigi Saracini il concerto dello straordinario Takács Quartet inaugura la prima edizione del festival Primavera Chigiana

Bookmark and Share
quartettotakaksSi inaugura questa sera, venerdì 24 maggio, con il concerto di uno degli ensemble cameristici più blasonati al mondo, il Takács Quartet, nel Salone dei Concerti di Palazzo Chigi Saracini (ore 21), la prima edizione del Festival internazionale cameristica Primavera Chigiana, che si svolge in concomitanza con la seconda edizione del C – GAP (Chigiana Global Academy Program), il corso di perfezionamento musicale dedicato ai migliori studenti “under graduate” delle più prestigiose università americane, tenuto a Palazzo Chigi Saracini dagli stessi artisti ospiti al festival. Il concerto sarà preceduto da un Aperitivo musicale, esibizione di 15 minuti a cura dei  giovani allievi del C- GAP, alle ore 19 nel cortile di Palazzo Chigi Saracini (ingresso gratuito).
 
Protagonista del primo dei concerti della “Maestro Concert Series” - che prevede nomi di assoluto prestigio internazionale ed è completato dalle esibizioni della “Junior Concert Series”, dedicata ai concerti dei giovani allievi - il Takács Quartet, leggendaria formazione cameristica vincitrice di un Grammy Award, fondata nel 1975 da Gabor Takács-Nagy alla Franz Liszt Academy di Budapest, e oggi formata da Edward Dusinberre, Harumi Rhodes (violini), Geraldine Walther (viola) e András Fejér (violoncello). Le sue interpretazioni del repertorio della grande tradizione quartettistica, definite inedite e “radicali”, sono state recentemente lodate dal New York Times e, per temerarietà e irreprensibilità tecnica e strumentale, dal Financial Times.
 
“Un quartetto d'archi è una famiglia di strumenti, racconta il primo violino Edward Dusinberre, e quello che sentiremo durante il nostro concerto a Siena è molto simile a una conversazione in famiglia, alla luce di tre brani diversi, che illuminano diversi tipi di conversazione. Haydn è amichevole, intimo e spiritoso. Lo Shostakovich è una conversazione più oscura, in cui si sentono le singole voci a volte litigare tra loro, in disaccordo. L'opera di Beethoven, tra le più stimolanti, con una ricca varietà di umori, dalla malinconia al gioioso, i rapporti tra le quattro voci - complessi, amichevoli, collaborativi, competitivi, amorosi, dissonanti e armoniosi – è quanto di più simile alla vita! Il bello di un concerto di quartetti d'archi è il modo in cui tre diversi brani e compositori sembrano parlare tra loro, nel corso della serata. A loro volta, i membri del pubblico fanno le loro connessioni, notando somiglianze e differenze. Il raffinato Minuetto nella Beethoven potrebbe ricordare il precedente quartetto di Haydn - nello stesso tempo l'umorismo di Beethoven potrebbe sembrare molto diverso da Haydn. La malinconia dello Shostakovich può ricordare il suo mondo, finché non senti il lento movimento del Beethoven. La bellezza di un concerto quartettistico è che è un'avventura condivisa dal pubblico e dai quattro interpreti, ma è anche un'esperienza profondamente personale, e ogni persona ripartirà con la propria storia di ciò che ha appena ascoltato”.
 
La Primavera Chigiana, in scena a Palazzo Chigi Saracini e altri luoghi senesi fino al 28 giugno, per lasciare poi spazio il 6 luglio al Chigiana International Festival, rappresenta a sua volta un’imperdibile occasione per intercettare a Siena alcuni dei più grandi interpreti della scena musicale internazionale, tra cui il gigante del pianismo internazionale Boris Berman (4 e 11 giugno), oggi a capo del dipartimento di pianoforte della prestigiosa Yale University,  i violoncellisti Robert Demaine (11 e 18 giugno), solista di levatura internazionale, prima parte della Los Angeles Philharmonic e Richard Aaron, docente alla Juilliard School of Music di New York e alla University of Michigan, il violinista Charles Wetherbee (28 maggio e 4, 11, 18 giugno), per lunghi anni spalla della Columbus Symphony Orchestra e oggi docente alla Colorado University at Boulder, nonché leader del Quartetto Carpe Diem, seconda formazione di quartetto ospite del festival, il 25 e 28 giugno, applaudita per le sue scelte di repertorio inconsuete, che accostano la grande tradizione quartettistica a composizioni d’ispirazione gitana, tango, folk, pop, rock, e jazz.

I biglietti dei concerti sono in vendita online, sul sito dell’Accademia Chigiana e al ChigianArtCafé. L’acquisto di un ingresso al concerto al ChigianArtCafé comprende una consumazione al ChigianArtCafé: una ragione in più per visitare lo spazio, multimediale e immersivo, di Palazzo Chigi Saracini anche durante la settimana.

Inoltre tutte le sere, dal 24 maggio al 28 giugno (ad esclusione del 30 e 31/05 e del 01/06), il ChigianArtCafè ospiterà alle ore 19:00 gli aperitivi musicali che vedranno i giovani allievi del C-GAP esibirsi per 15 minuti nel cortile di Palazzo Chigi Saracini (con ingresso gratuito).
 
Quartetto Takás
Il Quartetto Takács, giunto alla quarantaquattresima stagione, è rinomato per la vitalità delle sue interpretazioni.
Con sede a Boulder all'Università del Colorado, Edward Dusinberre, Harumi Rhodes (violini), Geraldine Walther (viola) e András Fejér (violoncello) tengono ottanta concerti all'anno in tutto il mondo.  Durante la stagione 2018-19 l'ensemble proseguirà nella sua residenza, quale artista associato alla Wigmore Hall di Londra, con quattro concerti annuali. Nell'agosto 2018, il Quartetto si è esibito nei festival di Edimburgo, di Snape Proms, Mentone e Rheingau, Berlino, Colonia, Baden-Baden, Bilbao e il Bath Mozartfest. Il Quartetto si esibirà più volte negli Stati Uniti, tra cui due concerti al Lincoln Center di New York e all'Università di Chicago, Princeton e Berkeley. Un tour con Garrick Ohlssohn culminerà in una registrazione per Hyperion dei quintetti per pianoforte di Elgar e Amy Beach. L'ultimo cd del Takács, che uscirà nell'estate del 2019, presenta i due quintetti per pianoforte di Ernő Dohnányi, con al pianoforte Marc-André Hamelin e il suo secondo quartetto d'archi.

Nel 2014 il Takács è stato il primo quartetto d'archi a vincere la Wigmore Hall Medal. Il Premio, istituito nel 2007, riconosce il merito degli artisti internazionali che abbiano una forte associazione con la Wigmore Hall, e include tra i suoi destinatari anche Andras Schiff, Thomas Quasthoff, Menahem Pressler e Dame Felicity Lott. Nel 2012, Gramophone ha annunciato che il Takács era l'unico quartetto d'archi ad essere inserito nella sua prima Hall of Fame, insieme a artisti leggendari come Jascha Heifetz, Leonard Bernstein e Dame Janet Baker. L'ensemble ha anche vinto il Premio 2011 per la musica da camera presentato dalla Royal Philharmonic Society di Londra. Il Takács Quartet ha interpretato la prima assoluta del programma Everyman di Philip Roth alla Carnegie Hall nel 2007 con Philip Seymour Hoffman, e con Meryl Streep a Princeton nel 2014, e al Royal Conservatory of Music di Toronto nel 2015. Il programma è stato concepito in stretta collaborazione con Philip Roth. Noto per una programmazione innovativa, il Takács ha effettuato una tournée in 14 città assieme al poeta Robert Pinsky, e collabora regolarmente con il gruppo folk ungherese Muzsikas. Nel 2010 ha collaborato con il Colorado Shakespeare Festival e David Lawrence Morse in un progetto teatrale che esplora il processo di creazione degli ultimi quartetti di Beethoven. La storia del Quartetto e i suoi più interessanti tratti sono messi a fuoco nel libro di Edward Dusinberre, Beethoven per l’età avanzata: Il viaggio di un quartetto d'archi, che accompagna il lettore nella vita di un quartetto d'archi, fondendo storia musicale e memorie mentre esplora le circostanze che circondano la composizione dei quartetti di Beethoven.

Il Takács attualmente incide per Hyperion Records, e le sue pubblicazioni includono quartetti d'archi di Haydn, Schubert, Janáček, Smetana, Debussy e Britten, così come i quintetti di pianoforte di César Franck e Shostakovich (con Marc-André Hamelin), e quintetti con viola da Brahms (con Lawrence Power). I loro CD per la Decca / London hanno ricevuto tre Gramophone Awards, un Grammy Award, tre Japanese Record Academy Awards, Disco dell'anno ai BBC Music Magazine Awards, ed Ensemble Album of the Year ai British Brits. I dettagli completi di tutte le registrazioni sono disponibili nella sezione Registrazioni del sito web del Quartetto.

I membri del Takács Quartet sono ricercatori borsisti della Facoltà di Christoffersen dell'Università del Colorado Boulder. Il Quartetto ha contribuito a sviluppare un programma di archi con un'enfasi speciale sulla musica da camera, in cui gli studenti lavorano in un ambiente educativo progettato per aiutarli a sviluppare il loro talento artistico. Attraverso l'università, due membri del quartetto beneficiano del generoso prestito di strumenti della Drake Instrument Foundation. I membri dei Takács gestiscono un intenso seminario estivo sul quartetto d'archi all'Accademia di musica dell'Occidente a Santa Barbara e Visiting Fellows alla Guildhall School of Music.
 
Il Quartetto Takács è stato fondato nel 1975 all'Accademia Franz Liszt di Budapest da Gabor Takács-Nagy, Károly Schranz, Gabor Ormai e András Fejér, all’epoca studenti. È salito per la prima volta sotto le luci della ribalta internazionale nel 1977, vincendo il Primo Premio e il Premio della Critica al Concorso Internazionale per Quartetto d'Archi di Evian, in Francia. Il Quartetto vinse anche la medaglia d'oro ai Concorsi di Portsmouth e Bordeaux e ai primi premi 1978 al Concorso internazionale di quartetti d'archi di Budapest nel 1978 e al Concorso di Bratislava nel 1981. Il Quartetto fece il suo debutto in Nord America nel 1982. Dopo diversi cambi di organico, il più recente include l’arrivo di Harumi Rhodes, secondo violino, dopo il ritiro di Károly Schranz nell'aprile 2018. Nel 2001 il Quartetto Takács è stato insignito dell'Ordine del merito della Croce cavalleresca della Repubblica ungherese e nel marzo 2011 ogni membro del Quartetto è stato premiato con la Croce del Comandante dell'Ordine del merito dal Presidente della Repubblica ungherese.
 
sienafreewhatsapp2
GUARDA ANCHE

SOCIAL e SERVIZI

Facebook_RoundWhatsapp_free_social_media_icon_roundInstagram_round_social_media_icon_freeTwitter_round

Tg Canale3 Tv martedì 18 giugno

estra300x250-80

ESTRA NOTIZIE

simply-dal16al30giugno2019
fotostudiosiena