Domenica, 17 novembre 2019
Banner
Banner
EVENTI E SPETTACOLI

''Cattivi'', alla Corte dei Miracoli lo spettacolo della Bottega Teatrale di Francesco Chiantese (Accademia Minima)

Bookmark and Share
cattivi-bottegateatrale-francescochianteseDebutta a Siena presso al Corte dei Miracoli, venerdì 8 novembre alle ore 21.30 nell’ambito della rassegna “Invito a corte”, dopo un anno e mezzo di lavoro, il primo spettacolo della Bottega Teatrale di Francesco Chiantese (Accademia Minima).

Un lavoro costruito assieme agli allievi, come in una bottega artigiana, in cui il maestro accompagna i “ragazzi di bottega” alla produzione, affiancandoli, indirizzandoli, senza mai sostituirsi loro e seguendo un vecchio consiglio di Eduardo De Filippo “l’unica cosa che un maestro può fare è rendere difficile la vita ai propri allievi”.

In questa logica nasce “Cattivi”. In esso cinque figure si tengono compagnia, tra un brindisi, un banchetto, un ballo ed un gioco, all’interno di un luogo fuori dallo spazio e dal tempo; le loro biografie si snocciolano lentamente e con semplicità davanti al pubblico. Sono biografie di donne ed uomini orribili. La loro vita è finita, da quanto tempo non ci è dato di saperlo, quello che resta sono i tratti più complessi del loro vissuto. Non sanno di sé stessi che i propri peccati, e solo quelli possono mostrarsi a vicenda, ripetutamente, per sempre. Al pubblico il compito di emettere un giudizio, oppure di astenersi dal farlo.

Cattivi; nasce da una riflessione sull’orrore, quando entra nelle vite delle persone (per scelta o per caso) e finisce con l’essere l’unica cosa che conosciamo di loro, l’unico elemento della loro vita altrimenti ordinaria che diventa straordinaria e di dominio pubblico, tanto che non possiamo fare altro che identificarli con quello che di tremendo hanno compiuto o hanno vissuto. Uno spettacolo che congiunge orrore e tenerezza, incubo e misericordia.

Per lo spettacolo Francesco Chiantese ha scritto, per i membri di bottega, cinque monologhi taglienti come lame a partire da incontri reali vissuti in quei luoghi al margine della società dove spesso il teatro lo ha portato. Così l’esperienza del maestro si fonde con l’entusiasmo e la freschezza dei giovani attori in una concrezione che non può che affascinare.

Nel libretto di sala possiamo leggere una breve dichiarazione d’intenti: “Il teatro è la forma d’arte che più delle altre confonde creazione ed artefici; in teatro l’essere umano è creatore, strumento di creazione, materiale della creazione, ed infine creazione stessa. Illudendosi di mostrarvi la creazione gli attori trovano il coraggio di restare nudi dandovi la possibilità di osservarli, in quanto donne, in quanto uomini, nella loro complessità mentre a loro volta in qualche modo vi osservano. Questa è la riflessione che sta alla base del lavoro in Accademia Minima, nella nostra Bottega; questa è la riflessione da cui scaturisce anche il lavoro che ha portato alla nascita di “Cattivi”.”

In scena: Sara Bensi, Sara Bogi, Simona Dominici, Giampaolo Colantone, Veronica Saglimbeni.
La splendida locandina, che rispecchia ampiamente l’energia e la semplicità formale dello spettacolo, è dell’artista senese Sara Bogi.

Seguirà al debutto un piccolo tour della provincia:
8 novembre Siena, Corte dei Miracoli – ore 21.30
16 novembre, San Quirico d’Orcia, Sala “ottagono” - ore 21.30
17 novembre, Castiglione d’Orcia, Sala “pro-loco” - ore 21.30

Le prenotazioni sono fortemente consigliate posta@accademiaminima.it whatsapp/sms 3396338565 e il ricavato andrà a finanziare le “borse di studio popolari” un sistema di copertura dei costi di ispirazione anarchica che consente agli allievi in difficoltà di restare in bottega e studiare e formarsi anche qualora non possano contribuire personalmente attraverso le quote mensili.
 
GUARDA ANCHE

SOCIAL e SERVIZI

Facebook_RoundWhatsapp_free_social_media_icon_roundInstagram_round_social_media_icon_freeTwitter_round

MESSAGGIO AGLI UTENTI DEL SERVIZIO WHATSAPP

Da una 15ina di giorni non è più attivo il nostro servizio di invio notizie su whatsapp in quanto l'azienda ha bloccato il nostro numero. Dopo numerose richieste per capire il motivo ci hanno risposto, dopo 10 giorni, adducendo una presunta "violazione dei termini del servizio" specificando la vendita di prodotti non consentiti. Ora, inviando SOLAMENTE notizie, e avendo letto la corposa lista delle vendite vietate per cercare di capire un motivo per tale violazione, deduciamo che, per qualche geniale algoritmo di qualche geniale software, articoli tipo "arrestato spacciatore di cocaina" vengano considerati come vendita... ma ripetiamo, sono solo deduzioni che facciamo. Avendo spiegato nei dettagli il tutto al dis-servizio assistenza abbiamo ricevuto zero risposte e il numero è tuttora bloccato. Siamo dispiaciuti per la situazione e ci scusiamo con i 3.000 utenti del servizio soprattutto per non poter avvertire direttamente a causa del blocco del numero. Speriamo che quanto prima la situazione sia chiarita in modo da poter ripristinare il servizio. Grazie mille.

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
simply11-24novembre2019
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK