Domenica, 17 novembre 2019
Banner
Banner
EVENTI E SPETTACOLI

Thomas Rogalla all’organo della Cattedrale per il festival ''For Organs'' della Chigiana

Bookmark and Share
Appuntamento sabato 9 novembre alle 21, sotto le suggestioni dell’elettrizzante e inedito titolo “The organ sings, the pipes are dancing!”

thomasrogalla650Dopo l’acclamatissimo evento della settimana scorsa, sabato 9 novembre alle ore 21 torna il festival For Organs nella Cattedrale di Siena. Protagonista sarà Thomas Rogalla, che condurrà il pubblico sotto le suggestioni dell’elettrizzante e inedito titolo “The organs sings, the pipes are dancing!”.

L’imperdibile appuntamento, realizzato in forma di lezione aperta dall’Accademia Chigiana di Siena in collaborazione con l’Opera della Metropolitana di Siena e l’Arcidiocesi di Siena, Colle Val d’Elsa e Montalcino, permetterà di presentare l’organo sotto una veste inconsueta, cioè come strumento quanto mai efficace per trasmettere non solo temi e forme del passato, ma anche colori e ritmi di musiche del presente che toccano addirittura il blues, lo swing, il pop, lo spiritual e il minimalismo. A maestri eccelsi del periodo barocco, quali Bach o Pachelbel, Rogalla proporrà autori popolari del panorama musicale moderno, da Piazzolla a Philip Glass, da Duke Ellington a Gordon Young e molti altri.

For Organs presenta una serie esclusiva di appuntamenti dedicati all’organo. Il titolo richiama con un allusivo gioco di parole la celebre composizione Four Organs di Steve Reich (1970). La speciale formula della rassegna esalta la vocazione alla ricerca in tutti i campi, caratteristica unica di questo universale strumento: dall’amplissimo arco cronologico del suo repertorio alle profonde differenze stilistiche che marcano i settori geografici di provenienza, dal rapporto pagina originale/rielaborazione metafonica al rapporto suono/strumento, in un percorso sonoro che pone il progetto tra le più originali rassegne organistiche italiane.

For Organs è anche un invito alla scoperta di strumenti musicali di eccezionale interesse storico, artistico e sonoro che rendono Siena e il suo territorio una meta imprescindibile per gli appassionati di tutto il mondo. Al tempo stesso è l’occasione per valorizzare tesori e risorse talvolta inattesi.

Thomas Rogalla è nato a Hannover. Ha studiato pianoforte, organo e direzione di coro. In parallelo, ha condotto studi di economia aziendale e lavorato presso una casa editrice. Direttore del Coro Gospel Toowonder a Bremervörde dal 2001, fondatore del Gospel & Jazz-Network Weser-Elbe, nonché direttore del consiglio di amministrazione della Förderverein Arp Schnitger., è anche direttore del Consiglio per gli affari finanziari nella Ev.-Luth-Church di Hannover.

È direttore musicale regionale a Wesermünde / Bremerhaven dal 1995 al 2005, organista a Dedesdorf (organo Arp Schnitger del 1691), Cappel (organo Arp Schnitger Organ del 1680) e Loxstedt (organo Mathias Schreiber del 1771) e altri organi nell'area tra Brema e Amburgo.

Thomas Rogalla offre una vasta gamma di stili ed epoche all'organo. «Certo, Johann Sebastian Bach è l‘alpha e l‘omega per la maggior parte di noi musicisti di chiesa, ma esiste moltissima altra musica che un organo può presentare». Quindi la maggior parte dei suoi concerti - anche su organi puramente barocchi - è chiamata concerti crossover. Rogalla, per esempio, può eseguire corali di melodie del XVI secolo nello stile di bossanova e confrontarsi suonando Nun danket alle Gott di Bach in stile blues. Quindi non c'è da meravigliarsi di trovare in un programma I don’t mean thing di Duke Ellington dopo Allein Gott in der Höh sei Ehr di Pachelbel.

L’ingresso è libero.
 
GUARDA ANCHE

SOCIAL e SERVIZI

Facebook_RoundWhatsapp_free_social_media_icon_roundInstagram_round_social_media_icon_freeTwitter_round

MESSAGGIO AGLI UTENTI DEL SERVIZIO WHATSAPP

Da una 15ina di giorni non è più attivo il nostro servizio di invio notizie su whatsapp in quanto l'azienda ha bloccato il nostro numero. Dopo numerose richieste per capire il motivo ci hanno risposto, dopo 10 giorni, adducendo una presunta "violazione dei termini del servizio" specificando la vendita di prodotti non consentiti. Ora, inviando SOLAMENTE notizie, e avendo letto la corposa lista delle vendite vietate per cercare di capire un motivo per tale violazione, deduciamo che, per qualche geniale algoritmo di qualche geniale software, articoli tipo "arrestato spacciatore di cocaina" vengano considerati come vendita... ma ripetiamo, sono solo deduzioni che facciamo. Avendo spiegato nei dettagli il tutto al dis-servizio assistenza abbiamo ricevuto zero risposte e il numero è tuttora bloccato. Siamo dispiaciuti per la situazione e ci scusiamo con i 3.000 utenti del servizio soprattutto per non poter avvertire direttamente a causa del blocco del numero. Speriamo che quanto prima la situazione sia chiarita in modo da poter ripristinare il servizio. Grazie mille.

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
simply11-24novembre2019
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK