Sabato, 10 aprile 2021
Banner
Banner


EVENTI E SPETTACOLI

''Signorina Giulia'', di Strindberg con Valeria Solarino, Valter Malosti, Federica Fracassi al Teatro del Popolo

Bookmark and Share
Stagione di prosa e concerti 2011/2012. Politeama e Teatro del Popolo per la seconda volta insieme per una stagione due volte più grande
Martedì 20 e mercoledì 21 dicembre 2011 ore 21,00 al Teatro del Popolo di Colle di Val D’Elsa


signorinagiulia450vValeria Solarino, diretta da Valter Malosti, sarà la “Signorina Giulia” nell'omonima tragedia di August Strindberg.

Un efferato ménage a tre, privato e sociale, che va in scena martedì 20 e mercoledì 21 dicembre 2011 alle 21,00 al Teatro del Popolo di Colle di Val D’Elsa.

Accanto alla Solarino, lo stesso Malosti che cura la regia e Federica Fracassi. Una produzione del Teatro Stabile di Torino.

L’appuntamento fa parte della nuova stagione congiunta di prosa e musica del Teatro del Popolo di Colle di Val d’Elsa e del Teatro Politeama di Poggibonsi (Siena).

Il 20 dicembre è aperto agli abbonati del turno A Popolo e alle formule “Oro” e “Rosso” e il 21 dicembre agli abbonati del turno “B Popolo” e alle formule “Argento” e “Arancio”.

Per chi non fosse abbonato ecco invece i prezzi dei biglietti: I settore platea euro 30, II settore platea euro 26, III settore platea e galleria euro 21. Riduzioni: I settore platea euro 26, II settore platea euro 23,  III settore platea e galleria euro 18.

“Signorina Giulia” rappresenta il ritorno al teatro di Valeria Solarino, attrice nata artisticamente a Torino nella Scuola del Teatro Stabile, e che si è affermata come interprete cinematografica lavorando con Sandro Veronesi, Wilma Labate, Roberto Andò. Valter Malosti affronta Strindberg dopo una stagione di successi e un recente Premio Ubu per la regia dello spettacolo Quattro atti profani.

"Con la presente, mi permetto di proporvi la prima tragedia naturalistica della letteratura drammatica svedese, e vi prego di non respingerla alla leggera, se non volete pentirvene più tardi, perché, come dicono i tedeschi: farà epoca": così August Strindberg scrive nell’agosto 1888 all’editore Bonnier, che respingerà l’opera perché troppo scandalosa.

La signorina Julie si svolge nel Midsommarnatten, la notte di mezza estate, notte magica di San Giovanni, occasione rituale di scatenamenti orgiastici. E la stessa vicenda contiene un sogno, una pulsione iconoclasta che spinge Julie, la padrona, e Jean, il servo, a sperimentare il superamento di maschile e femminile, ma anche la contrapposizione di classe, lo sconvolgimento dei ruoli, la sperimentazione del diverso. Teorema sicuramente sessuale ma anche vissuto da personaggi che vanno alla ricerca della propria identità, appesantiti da un proprio destino familiare di follia come nel caso di Julie o da una condizione sociale subalterna come nel caso di Jean. L’urticante attualità del dramma è veicolato dalle stesse note di Strindberg: "Ho scelto e mi sono lasciato conquistare da un tema che si può dire estraneo alle attuali faziosità, perché la problematica dell’ascesa e della discesa sociale, di chi sta sopra e di chi sta sotto, di chi è migliore e di chi è peggiore, del maschio e della femmina, è, è stato e sarà sempre di notevole interesse".

teatrodelpopolo-colle450La nuova stagione congiunta è a cura del Comune di Colle di Val d’Elsa, il Comune di Poggibonsi e la Fondazione E.l.s.a.- Culture Comuni. La parte concertistica è programmata dalla Fondazione Orchestra Regionale Toscana. Sponsor ufficiale della rassegna è il gruppo Monte dei Paschi di Siena che anche quest’anno sostiene la stagione con l’obiettivo di rafforzare l’impegno nella promozione e valorizzazione della cultura che costituisce un aspetto fondante del Gruppo stesso. Partner anche la Elsauto Centrocar di Poggibonsi.

Per il nuovo anno, i due teatri, propongono tanti percorsi artistici differenti: dalla prosa (drammi, commedie brillanti, classici, drammaturgie contemporanee) al teatro comico, fino agli appuntamenti delle rassegne dedicate ai nuovi linguaggi teatrali. Il tutto nasce all’insegna di una programmazione unitaria, attenta, tuttavia, alle caratteristiche e le peculiarità di ciascun teatro. Gli spettacoli proposti, prodotti dalle più conosciute ed importanti formazioni nazionali ed internazionali, spazieranno tra i diversi generi teatrali, dal repertorio classico alla drammaturgia contemporanea, dai concerti di musica classica ai nuovi linguaggi artistici di Valdelsa Off.

Informazioni: 0577921105, teatro.popolo@comune.collevaldelsa.it, www.comune.collevaldelsa.it.
 
sienafreewhatsapp650x80
GUARDA ANCHE

SOCIAL e MESSENGER

Facebook_Round Twitter round Instagram_round_social_media_icon_free Telegram round Whatsapp_free_social_media_icon_round

ESTRA NOTIZIE

carrefour6aprile2021

COVID - MISURE IN TOSCANA DA MERCOLEDI' 7 APRILE

anci covid7aprile2021 650
fotostudio siena