Lunedì, 25 Giugno 2018
Banner
Banner
Ultime Notizie
PortaSiena
LAVORO - CORSI DI FORMAZIONE

Cantieri edili con operai al nero scoperti dai Carabinieri

Bookmark and Share
carabinieri-cantiereedile2Continua la campagna per le verifiche sui cantieri edili della provincia, da parte dei Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Siena, finalizzata alla prevenzione degli infortuni sul lavoro e alla lotta contro l’impiego di lavoratori in nero.

Nella giornata di venerdì 27 aprile sono stati effettuati dei controlli in ordine a una ditta gestita da un cittadino romeno di 45 anni, con sede legale in Romania e sede operativa in provincia di Siena. In relazione ad un cantiere in atto è stata contestata la violazione dell’art. 18 del “Testo Unico sulla Salute e Sicurezza sul Lavoro”, che prescrive che il datore di lavoro debba assegnare ai lavoratori compiti compatibili con le loro capacità e le condizioni degli stessi in rapporto alla loro salute e sicurezza.

Tale condizione non poteva considerarsi rispettata, dal momento che nessuno dei lavoratori aveva affrontato e superato la visita medica, propedeutica al conseguimento dell’idoneità sanitaria, necessaria per affrontare lavori pesanti quali quelli compiuti in un cantiere edile.

E' stata inoltre contestata la mancata compilazione del P.O.S. (piano operativo di sicurezza), quel documento cioè nel quale vengono fissati gli accorgimenti che nelle singole situazioni concrete dello specifico cantiere possano prevenire gli infortuni sul lavoro. Il cittadino straniero è stato quindi deferito alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Siena.

Nell’ambito della medesima attività è stato adottato nei confronti della ditta un provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale ai sensi dell’art. 14 dello stesso testo unico, per aver impiegato 3 lavoratori in nero su 3, pari al 100 % della forza lavoro presente sul cantiere. Sono state elevate sanzioni amministrative pecuniarie per complessivi 11.000 euro e ammende penali per complessivi 8.500 euro.

In un secondo cantiere di Siena gestito da una ditta locale, facente capo a un italiano, sono state constatate le medesime criticità ed elevate le medesime contestazioni relative al cantiere precedente. Anche in questo caso tutti i lavoratori impiegati erano in nero, ma erano “solo” due. Sono state elevate sanzioni amministrative pecuniarie per complessivi 8.000 euro e ammende penali per complessivi 5.700 euro.

È certamente preoccupante l’incidenza rilevata di lavoratori in nero nei cantieri - spiegano i Carabinieri -, atteso il conseguente mancato versamento dei contributi previdenziali e pensionistici, con assenza di garanzie in caso di infortuni e danni rilevanti sulle future pensioni. Il particolare servizio continuerà ancora nei prossimi mesi in considerazione delle criticità che vanno emergendo, sintomo di un malcostume che deve essere combattuto.
 
sienafreewhatsapp2

GUARDA ANCHE


Diventa fan su facebook Seguici su twitter
ico-zodiacoicons_separatorico_cinemaicons_separatorico-viabilitaicons_separatorico_farmaciaicons_separatorico_meteo
oroscopo cinema viabilità farmacie meteo
300x250-estra-offerta-luce
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK

SEGUICI SU TWITTER