Domenica, 17 novembre 2019
Banner
Banner
PROVINCIA - MONTERIGGIONI

Castelnuovo Berardenga e Monteriggioni: verso una sede decentrata a Quercegrossa per avvicinare i servizi ai cittadini

Bookmark and Share
Via libera a una mozione nei due Consigli comunali per efficientare la macchina amministrativa

andreafrosini-fabrizionepi2019Organizzare una sede decentrata a Quercegrossa per agevolare l’accesso ad alcuni servizi comunali da parte dei cittadini di Castelnuovo Berardenga e Monteriggioni. E’ questo l’impegno assunto dalle due amministrazioni comunali con una mozione approvata dai rispettivi consigli comunali nei giorni scorsi che parte dalla presenza di entrambi i Comuni nell’Anagrafe della Popolazione Residente, Anpr.

“La sede decentrata a Quercegrossa - spiega Fabrizio Nepi, sindaco di Castelnuovo Berardenga - permetterà ai cittadini di Castelnuovo Berardenga e Monteriggioni che vivono nella zona di Quercegrossa e nelle aree limitrofe di accedere con maggiore facilità ai servizi dell’Ufficio Anagrafe, senza doversi recare nei due capoluoghi, ottimizzando, così, tempi e costi sia per gli stessi cittadini che per la pubblica amministrazione. Grazie a questo atto, inoltre, rafforzeremo la collaborazione fra i due Comuni che sta andando avanti anche su altri fronti, a partire dalla sicurezza stradale, con la messa a punto dell’intervento in via Chianti, a Quercegrossa, in fase di definizione”.

“Il servizio dell’ufficio decentrato a Quercegrossa - aggiunge Andrea Frosini, sindaco di Monteriggioni - sarà gestito dal Comune di Castelnuovo Berardenga e non avrà costi aggiuntivi per la nostra amministrazione. Un’opportunità che rappresenta anche un altro passo in avanti nella semplificazione amministrativa per avvicinare sempre di più i servizi alle comunità e ai territori”.
 
GUARDA ANCHE

SOCIAL e SERVIZI

Facebook_RoundWhatsapp_free_social_media_icon_roundInstagram_round_social_media_icon_freeTwitter_round

MESSAGGIO AGLI UTENTI DEL SERVIZIO WHATSAPP

Da una 15ina di giorni non è più attivo il nostro servizio di invio notizie su whatsapp in quanto l'azienda ha bloccato il nostro numero. Dopo numerose richieste per capire il motivo ci hanno risposto, dopo 10 giorni, adducendo una presunta "violazione dei termini del servizio" specificando la vendita di prodotti non consentiti. Ora, inviando SOLAMENTE notizie, e avendo letto la corposa lista delle vendite vietate per cercare di capire un motivo per tale violazione, deduciamo che, per qualche geniale algoritmo di qualche geniale software, articoli tipo "arrestato spacciatore di cocaina" vengano considerati come vendita... ma ripetiamo, sono solo deduzioni che facciamo. Avendo spiegato nei dettagli il tutto al dis-servizio assistenza abbiamo ricevuto zero risposte e il numero è tuttora bloccato. Siamo dispiaciuti per la situazione e ci scusiamo con i 3.000 utenti del servizio soprattutto per non poter avvertire direttamente a causa del blocco del numero. Speriamo che quanto prima la situazione sia chiarita in modo da poter ripristinare il servizio. Grazie mille.

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK