Lunedì, 25 Giugno 2018
Banner
Banner
Ultime Notizie
PortaSiena
PROVINCIA - MONTERIGGIONI

I Carabinieri arrestano i tre albanesi responsabili della rapina in casa di due anziani a Monteriggioni - FOTO

Bookmark and Share
rapina-monteriggioni22febbraio2018_2Sono stati arrestati dai Carabinieri i responsabili della rapina ai due anziani avvenuta nella notte del 19 febbraio a Monteriggioni in località La Colonna.

Si tratta di tre cittadini albanesi, uno dei quali minorenni, che secondo quanto spiegato dai Carabinieri di Siena nel corso di una conferenza stampa si trovavano ospiti di un parroco.

rapina-monteriggioni22febbraio2018_1All'1,30 di lunedì scorso, mentre gli anziani coniugi Bonelli si trovavano tranquillamente a letto nella loro abitazione di Monteriggioni, i tre giovani, forzando una porta finestra posta sul retro, erano riusciti a introdursi all’interno della loro casa, immobilizzando i due malcapitati nel sonno.

Una volta all’interno, i rapinatori si erano divisi i compiti, due pensavano ad immobilizzare sul letto gli anziani coniugi, 83 anni lui e 81 lei, un terzo iniziava a cercare danaro e altri oggetti preziosi nei cassetti.

rapina-monteriggioni22febbraio2018_3La disperata e inattesa reazione dei coniugi, con grida d’aiuto e gesti disperati per liberarsi dalla presa dei rapinatori, ha probabilmente colto di sorpresa i malviventi i quali, dopo una rapida ricerca nei cassetti della camera da letto, avevano preso le chiavi dell’auto dei pensionati lasciate sopra un mobile e si dileguavano con la stessa, non prima di aver letteralmente strappato una catenina in oro dal collo dell’uomo e avergli sfilato con forza l’orologio, ferendolo.

Successivamente, dopo che i rapinatori si erano allontanati, i coniugi erano stati raggiunti da una vicina di casa richiamata dalle grida d’aiuto dei due, la donna prestava loro i primi soccorsi e aveva richiesto l’intervento dei Carabinieri.

rapina-monteriggioni22febbraio2018_4Le indagini condotte dalla Compagnia Carabinieri di Poggibonsi, attraverso la Stazione CC di Monteriggioni e Nucleo Operativo e Radiomobile erano scattate immediatamente, erano stati effettuati i rilievi tecnici per il repertamento di eventuali tracce e impronte, nonché ascoltate le immediate testimonianze delle vittime, necessarie per ricostruire l’accaduto.

Da un primo sopralluogo, era emerso che i rapinatori in fuga avevano lasciato un rotolo di nastro adesivo trasparente, con il quale avrebbero in caso di necessità legato i polsi degli anziani e avevano tagliato il filo del telefono al fine di isolare i malcapitati.

Le indagini condotte senza soluzione di continuità hanno permesso di acquisire elementi utili e nell’arco di alcune ore si sono concentrate nei confronti di tre uomini ospiti da tempo della casa parrocchiale di Monteriggioni gestita dal locale parroco.

rapina-monteriggioni22febbraio2018_5I tre sospettati sono stati fermati intorno alle 21.00 nel momento in cui facevano rientro da Firenze a bordo dell’autobus di linea e sono stati accompagnati all’interno della casa parrocchiale dove vivono e dove è stata effettuata una immediata perquisizione dei locali in loro uso.

Nel corso dell’operazione è stato rinvenuto e sequestrato l’abbigliamento usato dagli stessi nel corso della rapina. Successivamente uno degli stranieri ha ammesso le proprie responsabilità, seguito a breve distanza dagli altri due.

I successivi accertamenti effettuati, sotto la direzione e il coordinamento del PM Nicola Marini, hanno consentito di recuperare l’intera refurtiva sottratta alle vittime, con chiara dimostrazione delle responsabilità delle persone individuate.

I tre sono stati sottoposti a fermo di indiziato di delitto, convalidato dal Tribunale di Siena e dal Tribunale per i minori di Firenze, che hanno disposto entrambi la custodia cautelare in carcere.
 
sienafreewhatsapp2

GUARDA ANCHE


Diventa fan su facebook Seguici su twitter
ico-zodiacoicons_separatorico_cinemaicons_separatorico-viabilitaicons_separatorico_farmaciaicons_separatorico_meteo
oroscopo cinema viabilità farmacie meteo
300x250-estra-offerta-luce
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK

SEGUICI SU TWITTER