Mercoledì, 26 giugno 2019
Banner
Banner
PROVINCIA - MONTERONI D'ARBIA

A Monteroni celebrato il 37° anniversario dell’uccisione dei Carabinieri Giuseppe Savastano e Euro Tarsilli - FOTOGALLERY

Bookmark and Share
carabinieri-tarsilli-savastano2019_3bRicorre oggi, lunedì 21 gennaio, il 37° anniversario del sacrificio dei Carabinieri Giuseppe Savastano e Euro Tarsilli, decorati di Croce al Valor Militare, caduti il 21 gennaio 1982 per mano terrorista.

Nell’occasione alle ore 11.00, presso la chiesa dei Santi Giusto e Donato di Monteroni d’Arbia è stata celebrata una S. Messa officiata dal cappellano militare della Legione Carabinieri Toscana.

Successivamente si è tenuta una commemorazione organizzata dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Siena e dall’Amministrazione comunale di Monteroni d’Arbia presso il Memoriale in via Cassia Sud, durante la quale sono state depositate le corone d’alloro in onore dei due Carabinieri caduti. Nel medesimo contesto è stata scoperta una stele realizzata su una lastra di acciaio satinato dall’artista senese Lido Corbelli su mandato del comune di Monteroni d’Arbia e dei carabinieri di Siena, poggiante su un basamento di travertino bucciardato, che narra l’eroico gesto dei carabinieri Giuseppe Savastano  e Euro Tarsilli al fine di rendere ulteriormente tangibile la vicinanza tra la cittadinanza e l’arma dei carabinieri.

“Quattro anni fa ho presenziato per la prima volta con una fascia tricolore a questa celebrazione - sono le parole del sindaco di Monteroni d'Arbia, Gabriele Berni -. Per la prima volta ricordavo, da sindaco, questo momento del nostro passato e lo facevo con maggiore serenità rispetto ad oggi. Sono cambiate le cose in questi pochi anni, oggi viviamo questa giornata con un peso forte sul cuore. Il terrorismo che ha ucciso gli agenti Tarsilli e Savastano è stato combattuto contrapponendo all'ideologia del terrore quella della crescita, del prosperare democratico. Così si sconfigge anche oggi la paura. Mostrando ai nemici ed ai cittadini, a tutti noi, che lo Stato ed i suoi valori sono più forti ed imbattibili. Che la nostra cultura vince sulla loro visione retriva della società, la libertà vince sulla parola ed il terrore”.

Nei giorni precedenti sono stati organizzati anche incontri nelle scuole di Monteroni in cui è stata ripercorsa tutta la vicenda contestualizzandola nei difficili “anni di piombo”, per questo la partecipazione delle scuole, anche alla celebrazione di oggi, è stata attiva e numerosa. Prima degli interventi delle autorità è stata inaugurata una stele con la descrizione dei fatti di quel 21 gennaio 1982 per la quale l'amministrazione ringrazia Lido Corbelli e chi ha collaborato alla realizzazione come l'azienda Armet e Claudio Galardi.

carabinieri-tarsilli-savastano2019_4big
Il 21 gennaio 1982, dopo una rapina a mano armata in una banca alla periferia di Siena, sette terroristi salirono su un autobus della linea Siena-Montalcino. Sulla SS 2 Cassia, in località Fede, il Maresciallo Capo Augusto Barna, comandante della Stazione Carabinieri di Murlo, i Carabinieri Ausiliari Euro Tarsilli e Giuseppe Savastano, entrambi della Stazione Carabinieri di Monteroni d’Arbia, durante un normale servizio perlustrativo, informati via radio della rapina, fermarono l’autocorriera di linea diretta a Montalcino al fine di procedere al controllo dei passeggeri.
Mentre il maresciallo Barna faceva scendere dall’autobus due passeggeri per un controllo più approfondito, un altro passeggero lo seguiva su strada esplodendo nei confronti dei tre militari numerosi colpi d’arma da fuoco.

carabinieri-eurotarsilli-giuseppesavastano650I due Carabinieri furono feriti mortalmente, mentre il maresciallo Barna, seppure ferito in più parti del corpo, rispose al fuoco dei malviventi uccidendone uno e ferendone un altro. Il gruppo criminale, costituito da altre cinque persone, si allontanò in direzione di Buonconvento a bordo di una autovettura abbandonata sulla strada dal proprietario datosi alla fuga per il terrore. Nel corso delle battute organizzate furono tratti in arresto e condannati gli altri cinque componenti, tutti risultati appartenenti al gruppo terroristico di Prima Linea resosi responsabile di altri gravi delitti.
Il maresciallo Barna è stato insignito della Medaglia d’Argento al Valor Militare, mentre i Carabinieri Ausiliari Euro Tarsilli e Giuseppe Savastano sono stati insigniti della Croce d’Oro al Valor Militare alla memoria per avere sacrificato la propria vita nel generoso slancio al servizio della collettività.

  • carabinieri-tarsilli-savastano2019_1.jpg
  • carabinieri-tarsilli-savastano2019_2.jpg
  • carabinieri-tarsilli-savastano2019_3.jpg
  • carabinieri-tarsilli-savastano2019_3b.jpg
  • carabinieri-tarsilli-savastano2019_3c.jpg
  • carabinieri-tarsilli-savastano2019_5.jpg
  • carabinieri-tarsilli-savastano2019_6.jpg
  • carabinieri-tarsilli-savastano2019_7.jpg
  • carabinieri-tarsilli-savastano2019_8.jpg
  • carabinieri-tarsilli-savastano2019_9.jpg
 
sienafreewhatsapp2
GUARDA ANCHE

SOCIAL e SERVIZI

Facebook_RoundWhatsapp_free_social_media_icon_roundInstagram_round_social_media_icon_freeTwitter_round

Tg Canale3 Tv lunedì 24 giugno

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
fotostudiosiena