Mercoledì, 23 ottobre 2019
Banner
Banner
sienafreewhatsapp650x80
PROVINCIA - MONTERONI D'ARBIA

Monteroni, il sindaco Berni: “Scelta folle dell’opposizione: la posizione di Granchi e Santoni avrebbe determinato la chiusura della scuola di Cuna”

Bookmark and Share
Il Consiglio comunale di Monteroni d'Arbia ha approvato la convenzione con l'Istituto Comprensivo che permetterà di far rimanere aperta una sezione nella scuola di Cuna

GabrieleBerni2_650“Un'opposizione in totale confusione, è quella che abbiamo visto in Fonsiglio comunale accanto invece ad una maggioranza solida e soprattutto con un grande senso di responsabilità e di attaccamento al nostro paese. Se infatti nel consiglio comunale di giovedì avesse prevalso il voto della minoranza la scuola di Cuna sarebbe già chiusa”. Il sindaco di Monteroni d'Arbia Gabriele Berni espone con amarezza il "tentativo maldestro dell'opposizione consiliare di bloccare la convenzione tra Comune e Istituto Comprensivo che avrebbe avuto come primo risultato la chiusura della cosiddetta sezione Pegaso della scuola dell'infanzia di Cuna".

“Occorre ricordare, in maniera schematica - comunica l’Assessore Timitilli -, che dal 2012 l'amministrazione comunale ha attivato una sezione della scuola dell'infanzia grazie al progetto della Regione Toscana “Pegaso”, un modo per rispondere concretamente alle famiglie dei bambini in lista d'attesa per un posto nelle scuole dell'infanzia esistenti. Lo chiese il comune perché la richiesta non poteva provenire dall'Istituto Comprensivo e così quella sezione fu abbinata alla scuola dell'infanzia comunale. La Regione copriva il costo di un'insegnante per 25 ore settimanali ed il Comune aggiunse un ulteriore insegnante per altre trenta ore settimanali pagando questa figura con risorse proprie, oltre alle risorse destinate alla copertura di tutti i servizi ausiliari. Nel 2016 poi la Regione passa le sezioni Pegaso allo Stato ed il Comune continua a pagare l'ulteriore insegnante con 30 ore settimanali abbinato all'altro. Ma nel 2018 lo Stato comunica l'assorbimento delle sezioni Pegaso nelle scuole statali, pena la perdita del contributo di ore fino ad allora messe a disposizione, perdita di ore che avrebbero determinato la chiusura della scuola e così la sezione di Cuna diventa la sezione G della scuola dell'infanzia statale. Non si capisce neppure come Granchi si opponga oggi ad un progetto a cui lui aveva dato avvio quando era assessore nel 2012”.

“Usiamo risorse nostre per mantenere i servizi all’infanzia al contrario di quello che vorrebbe fare il Comune di Siena. La cosa folle – conclude il sindaco - è che l'opposizione consiliare capitanata da Granchi e Santoni vota contro la convenzione con la quale il Comune si farà carico per l'anno scolastico dei costi del personale aggiuntivo che lo Stato non è disposto a pagare. Cioè si oppone all’utilizzo di risorse straordinarie dell’Amministrazione Comunale determinanti per il mantenimento del servizio. L'alternativa alla convenzione è chiudere la sezione di Cuna e spostare i bambini presso la scuola di Monteroni ed evidentemente questo volevano i consiglieri di MonteroniViva. Noi invece abbiamo approntato una convenzione proprio per continuare a garantire un servizio che eroghiamo da anni. Continueremo poi a reperire risorse, aumentare i servizi senza fare nessuna distinzione tra scuola state e scuola comunale, per noi contano i piccoli monteronesi di ogni età e scuola. Un consiglio infine agli inesperti consiglieri di minoranza: i servizi sul territorio non si cancellano, un'amministrazione seria cerca di risolvere i problemi quando si pongono”.
 
sienafreewhatsapp2
GUARDA ANCHE

SOCIAL e SERVIZI

Facebook_RoundWhatsapp_free_social_media_icon_roundInstagram_round_social_media_icon_freeTwitter_round

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK