Sabato, 17 Novembre 2018
Banner
Banner
PortaSiena
PALIO E CONTRADE

Palio di Siena del 16 agosto 2018: le proposte di sanzione

Bookmark and Share
albertotirelliALEAlberto Tirelli, assessore delegato alla Giustizia paliesca del Comune di Siena, ha predisposto le proposte di sanzione relative allo scorso Palio del 16 agosto, sulla base di quanto disposto dal Regolamento del Palio e dalla relazione dei Deputati della Festa della quale fanno parte integrante i rapporti scritti dagli Ispettori della pista e dal Mossiere, e tutti gli atti o documentazioni acquisiti.

Di sanzionare il fantino della Contrada di Valdimontone Antonio Siri detto Amsicora così come previsto dall’art. 99 del Regolamento del Palio, con una ammonizione per aver cercato in più occasioni,  durante la mossa del Palio, di inserirsi tra i fantini della Contrada della Tartuca e della Contrada del Nicchio cercando di infrangere l’art. 87 che richiama il comma 1 dell’art. 64 dove ciascun fantino è obbligato a mantenere il posto assegnatogli dalla sorte.

Per la Nobil Contrada del Nicchio una censura (art. 97 punto a), per avere i propri contradaioli ostacolato, in parte, il regolare deflusso dalla Piazza dopo la corsa del Palio, e provocando un leggero alterco con i contradaioli della Nobile Contrada del Bruco.

Una censura alla Contrada di Valdimontone (art. 97 punto a), per avere il proprio fantino cercato una posizione diversa da quella toccatagli in sorte.

L'applicazione dell'art. 101 comma 2 si rende necessaria al fine di stabilire un principio univoco del Regolamento del Palio e perfettamente scandito dalle parole dell'art. 64 comma 1, là dove stabilisce in maniera perentoria il divieto ai fantini di cambiare il posto assegnato

"L'applicazione indiretta dell'art. 64 alla Contrada di appartenenza – ha evidenziato l’assessore Tirelli - costituisce una novità sanzionatoria dettata dalle esigenze di rendere le fasi della mossa attinenti alla tradizione e alla storia del Palio. Le indicazioni, che dovranno dalle dirigenze di Contrada essere impartite al rispettivo fantino per il comportamento da tenersi in ossequioso rispetto delle norme regolamentari, verranno di volta in volta analizzate".

Non luogo a procedere nei confronti della Contrada della Pantera e della Nobil Contrada dell’Aquila per alcuni episodi, considerati similari, che hanno visto coinvolti i contradaioli di ambedue le Contrade. Nello specifico si fa riferimento a canti avvenuti all’interno di un locale pubblico nel territorio dell’Aquila gestito da contradaioli della Pantera e, per l’altro accadimento,  a parole offensive dirette a familiari del fantino della Pantera che attraversavano il territorio della rivale.

"Appare evidente (cfr. al riguardo le considerazioni emerse nell’ordinanza n. 82 del 6 agosto 2018) – come ha sottolineato l’assessore Tirelli - che gli accordi che intercorrono tra Contrade rivali debbano trovare rigida osservanza.

Va altresì evidenziato che il ruolo attivo delle due dirigenze in questione è riuscito ad impedire qualsiasi motivo di attrito tra le due Contrade.

Inoltre, non è ritenuto necessario assumere provvedimenti disciplinari nei confronti della Pantera, da ritenersi eventualmente responsabile ai sensi dell’art. 101 co. 2, per canti che avvengono all’interno di un esercizio commerciale, anche perché l’immediato intervento dei dirigenti ha escluso ogni problematica di turbativa dell’ordine pubblico.

Come, del resto, le minacce e/o offese, pur proferite da un dirigente nei confronti dei familiari del fantino, non costituiscono oggetto di motivazioni sanzionatorie.

Se si dovessero, sempre e comunque, sanzionare le offese, dirette e indirette, rivolte a dirigenti di Contrada e/o fantini, specialmente a questi ultimi in occasione delle prove e delle fasi concitate della mossa del Palio, avremo la certezza che lo spirito di profonda passione, lo stesso orgoglio del mondo contradaiolo, verrebbe a subire un’immotivata azione repressiva, e lontana da ogni riferimento della rivalità abituale della Festa.

Si deve altresì osservare che non sono certamente le azioni sanzionatorie, costantemente però ricercate proprio dalle dirigenze di Contrada, a  educare il complesso mondo contradaiolo e paliesco".

Gli interessati avranno dieci giorni di tempo per presentare alla Giunta comunale le loro memorie difensive.
 
sienafreewhatsapp2

GUARDA ANCHE


SOCIAL e SERVIZI

Facebook_RoundWhatsapp_free_social_media_icon_roundInstagram_round_social_media_icon_freeTwitter_round ico-zodiacoicons_separatorico_cinemaicons_separatorico-viabilitaicons_separatorico_farmaciaicons_separatorico_meteo
oroscopo  cinema    viabilità     farmacie     meteo
banner_paliodisiena_photography-sienafree
priori-aquila
300x250_estra_10agosto2018

IL PALIO E LE CONTRADE DI SIENA

drappellone400Aquila AQUILA
Bruco BRUCO
Chiocciola CHIOCCIOLA
Civetta CIVETTA
Drago DRAGO
Giraffa GIRAFFA
Istrice ISTRICE
Leocorno LEOCORNO
Lupa LUPA
Nicchio NICCHIO
Oca OCA
Onda ONDA
Pantera PANTERA
Selva SELVA
Tartuca TARTUCA
Torre TORRE
Valdimontone VALDIMONTONE

Palio 20 ottobre 2018 - Gian Marco Montesano - Tartuca
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK

SEGUICI SU TWITTER

Gli stemmi, i colori delle Contrade e le immagini del Palio sono utilizzati con l'approvazione del

logoconsorziotutelapalio_nuovo120

CONSORZIO PER LA TUTELA DEL PALIO DI SIENA
 Via di Città, 36 - 53100 Siena SI - Italy
 Tel. +39 0577 43875 Fax +39 0577 43875
E-mail: ctps@ctps.it

 Ogni altro uso o riproduzione sono vietate salvo espressa autorizzazione del Consorzio.