Domenica, 15 settembre 2019
Banner
Banner
sienafreewhatsapp650x80
PALIO E CONTRADE

''Il Palio'' di Duilio Cambellotti, concepito e realizzato a Siena fra il 1929 e il 1932, torna definitivamente nella nostra Città

Bookmark and Share
duiliocambellotti-chiocciolaNel 1991 in una mostra organizzata dal Comune di Siena e intitolata “Cambellotti. Illustratore da Le Mille e una notte a Il Palio di Siena” a cura di Mario Quesada, furono esposte le tempere originali servite all’Artista per illustrare il volume del 1932 di Piero Misciattelli, intitolato “Il Palio di Siena”.

Le tavole riferite alle 17 Contrade furono affiancate da altre riguardanti alcuni momenti particolarmente significativi di quella grande macchina antropologica che oltre alla Carriera comprende anche la discesa in campo e gli antecedenti, a volte fortemente compartecipati, di questa straordinaria “Festa”.

A distanza di vent’anni, ritornano a Siena le magnifiche opere di Cambellotti dedicate al Palio grazie alla lungimiranza del Magistrato delle Contrade, del Consorzio per la Tutela del Palio di Siena e delle stesse Contrade che, a seguito di una recente mostra romana dedicata a “Duilio Cambellotti. Illustratore” il cui catalogo è stato curato da Fabio Benzi (De Luca Editori d’arte, 2010), hanno maturato l’idea di far ricongiungere alla Città, la mitica serie paliesca di Cambellotti.

Con una differenza fondamentale, però, rispetto al precedente del 1991, in quanto la gran parte delle opere non lascerà più la Città attraverso un acquisto mirato del Consorzio per la Tutela del Palio di Siena presso gli eredi di Duilio Cambellotti.

Alle Contrade verranno assegnate in comodato le tavole relative alle proprie comparse, per le quali fin dal 1929, anno in cui l’artista si recò a Siena per il Palio, Cambellotti aveva lavorato con grande impegno, elaborando appunti, studi dal vero e una cospicua documentazione fotografica.

Giusto l’anno prima erano stati rinnovati i costumi del corteo storico, per i quali Arturo Viligiardi aveva assicurato una presenza operativa ed ispiratrice che restituiva alla passeggiata storica “l’atmosfera di un torneo fiabesco perfettamente inquadrato in un ambiente che ad ogni angolo mostrava le sorprendenti meraviglie di una fantastica selva”, incedendo “nell’intrico del suo labirinto urbano” (R. Barzanti, 1991).

L’abilità di Cambellotti nel suo ruolo di costumista e scenografo teatrale porterà ad una interpretazione visiva del Palio connotata da inediti tagli compositivi e spericolate angolazioni che fanno pensare, oltre che alla fotografia, a riprese cinematografiche. Non casualmente nel 1932 -stesso anno della pubblicazione del volume di Misciattelli- il film “Palio” di Alessandro Blasetti, con sceneggiatura di Luigi Bonelli, verrà pubblicizzato da un manifesto e un pieghevole raffiguranti la tavola cambellottiana de “Il Carroccio”.

Nel capolavoro di editoria che è il libro di Misciattelli stampato dalla Società Editrice di “Novissima” a Roma nel 1932, con una straordinaria copertina in pelle, con titoli e fregi a rilievo, compaiono 29 illustrazioni a piena pagina e 19 testate a tinte piatte che però non esauriscono l’intera produzione grafica con la quale, in maniera estremamente acribica, Cambellotti aveva elaborato “il suo magnifico codice sul Palio” (R. Barzanti, 1991), nel finalizzato soggiorno senese nel quale si era calato così intensamente nella dimensione complessa dei rituali contradaioli e palieschi.

I taccuini con gli studi per stemmi, bandiere e costumi e con note autografe, i disegni a matita su carta lucida, i modelli per frontespizio e testate, la documentazione fotografica, il progetto per la copertina di un calendario per il Monte dei Paschi di Siena che non fu mai realizzato e naturalmente l’intera serie delle tempere elaborate quali cartoni originali, insomma tutto il materiale senese di Cambellotti varrebbe forse la pena di vederlo riunito in un’unica pubblicazione ed anche in qualche maniera riportato alla sua sede naturale che è Siena.
Già questo parziale “ritorno” segna un passo sostanziale nella auspicata ricostituzione organica di tutta l’opera di soggetto senese, laddove sia possibile, nella previsione di un futuro Museo del Palio.
 
sienafreewhatsapp2
GUARDA ANCHE

SOCIAL e SERVIZI

Facebook_RoundWhatsapp_free_social_media_icon_roundInstagram_round_social_media_icon_freeTwitter_round

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
priori-aquila

IL PALIO E LE CONTRADE DI SIENA

drappellone400Aquila AQUILA
Bruco BRUCO
Chiocciola CHIOCCIOLA
Civetta CIVETTA
Drago DRAGO
Giraffa GIRAFFA
Istrice ISTRICE
Leocorno LEOCORNO
Lupa LUPA
Nicchio NICCHIO
Oca OCA
Onda ONDA
Pantera PANTERA
Selva SELVA
Tartuca TARTUCA
Torre TORRE
Valdimontone VALDIMONTONE

Palio del 16 agosto 2019 - Milo Manara - Selva
fotostudiosiena

Gli stemmi, i colori delle Contrade e le immagini del Palio sono utilizzati con l'approvazione del

logoconsorziotutelapalio_nuovo120

CONSORZIO PER LA TUTELA DEL PALIO DI SIENA
 Via di Città, 36 - 53100 Siena SI - Italy
 Tel. +39 0577 43875 Fax +39 0577 43875
E-mail: ctps@ctps.it

 Ogni altro uso o riproduzione sono vietate salvo espressa autorizzazione del Consorzio.

SEGUICI SU FACEBOOK

SEGUICI SU TWITTER