Mercoledì, 19 giugno 2019
Banner
Banner
PALIO E CONTRADE

Al Drago il Palio della Liberazione

Bookmark and Share
In una corsa bellissima il trionfo di Salasso su Oppio

presentazione drappellone luglio 2014 - ph alessiabruchi (15)Siena era, Siena è, Siena sarà… sempre. E da oggi nella storia della città anche il Drago con la sua 37esima vittoria.

La frase scritta nel drappellone dipinto da Rosalba Parrini, ha sancito, ancora una volta, l’immortalità del Palio, facendo esultare i contradaioli di Camporegio durante la corsa vittoriosa che ha visto Alberto Ricceri, detto Salasso, su Oppio, un castrone grigio di sette anni, tagliare per primo il bandierino.

Dopo l’allineamento fra i canapi di: Aquila, Pantera, Giraffa, Onda, Lupa, Drago, Bruco, Selva, Chiocciola, con la Tartuca di rincorsa, a sfrecciare in testa la Pantera, dietro l’Aquila e la Selva in parallelo. Alla prima curva di S. Martino l’Aquila è prima, inseguita dalla Selva e subito superata dalla Pantera. Seguono Chiocciola, Drago e Onda. E’ ancora l’Aquila a girare per prima al Casato, poi Pantera, Selva e Drago. L’Aquila sembra destinata alla vittoria, ma al secondo S. Martino il Drago rimonta. Dall’uscita del secondo Casato inizierà a condurre la corsa, già scritta all’altezza di Fonte Gaia. Invano l’inseguimento dell’Aquila, della Selva e della Pantera.

Un Palio bellissimo. Antico. Senza esasperazioni. Solo una giusta attesa tra i canapi, prima di trovare l’allineamento per lo scatto. E dentro quella manciata di secondi, quando il battito del cuore dei senesi rimane sospeso, i barberi hanno calpestato il tufo alzando aria gialla. Un boato d’incitamento li ha avvolti nella magia di quei tre giri, capaci di materializzare il passato per farlo incontrare con il presente.

La forza di Oppio, alla sua prima vincita, unita all’abilità di Ricceri, il fantino senese (38 anni), che corona la terza vittoria, hanno aperto lo stargate del tempo consegnando il drappellone, a ricordo del 70° della liberazione di Siena, a un popolo festante.

Alla Madonna di Provenzano, alla quale è dedicata la Carriera di luglio, il Te Deum di ringraziamento dei vincitori sarà cantato con la stessa passione delle preghiere che, in ogni tempo, Siena ha innalzato alla Vergine per invocare la sua protezione.

Tutta la Contrada, dopo tredici anni di attesa, è già lì: nella Basilica di Provenzano. Fedeli e atei, insieme, davanti all’immagine sacra a versare lacrime di gioia, rinnovando, ognuno con i propri personalismi, il tributo d’amore e riconoscenza che, da sempre, la città ha saputo donare.

E’ questa l’unicità della Festa senese. Le parole non riescono a descriverla, dobbiamo solo viverla. Leggerla nei volti dei contradaioli. Catturarla nei gesti e spogliarla dalla simbologia, così da sentirla e, solo dopo, iniziare a comprenderla.
 
sienafreewhatsapp2
GUARDA ANCHE

SOCIAL e SERVIZI

Facebook_RoundWhatsapp_free_social_media_icon_roundInstagram_round_social_media_icon_freeTwitter_round
banner_paliodisiena_photography-sienafree

Tg Canale3 Tv martedì 18 giugno

priori-aquila
estra300x250-80

ESTRA NOTIZIE

IL PALIO E LE CONTRADE DI SIENA

drappellone400Aquila AQUILA
Bruco BRUCO
Chiocciola CHIOCCIOLA
Civetta CIVETTA
Drago DRAGO
Giraffa GIRAFFA
Istrice ISTRICE
Leocorno LEOCORNO
Lupa LUPA
Nicchio NICCHIO
Oca OCA
Onda ONDA
Pantera PANTERA
Selva SELVA
Tartuca TARTUCA
Torre TORRE
Valdimontone VALDIMONTONE

Palio 20 ottobre 2018 - Gian Marco Montesano - Tartuca
fotostudiosiena

Gli stemmi, i colori delle Contrade e le immagini del Palio sono utilizzati con l'approvazione del

logoconsorziotutelapalio_nuovo120

CONSORZIO PER LA TUTELA DEL PALIO DI SIENA
 Via di Città, 36 - 53100 Siena SI - Italy
 Tel. +39 0577 43875 Fax +39 0577 43875
E-mail: ctps@ctps.it

 Ogni altro uso o riproduzione sono vietate salvo espressa autorizzazione del Consorzio.