Domenica, 19 Novembre 2017
Banner
Banner
Banner
PALIO E CONTRADE - SELVA
E-mail Stampa PDF

Carlo Verdone sostiene la campagna di crowdfunding della Contrada della Selva per la chiesa di San Sebastiano

Bookmark and Share
carloverdone-selva2017Da Carlo Verdone l’appello ad aiutare la Contrada della Selva di Siena, che ha lanciato una campagna di crowdfunding sul sito “Indiegogo” con l’obiettivo di raccogliere i 70mila euro necessari per i lavori di restauro della sua chiesa di San Sebastiano.

“Anche io mi sento parte con i miei fratelli Silvia e Luca di questa famiglia che è la Selva - ha detto ai microfoni de “La Vita in diretta” Carlo Verdone -. Noi abitiamo a Roma, siamo romani ma siamo figli di un senese. Papà ci ha sempre portato qui, conosciamo bene la città, abbiamo qui tanti amici, ci sentiamo selvaioli. Anche per questo io sono il primo a sponsorizzare questa iniziativa - ha proseguito Verdone - e l’aiuto che verrà dato da chi ama l’arte, da chi ama il bello, da chi ama questa città, per poter dare una mano a mettere a posto questa Chiesa. Vedere queste crepe che avanzano e si allargano rovinando gli affreschi fa male - ha concluso il regista -. Dobbiamo fare il possibile per preservarli. Io farò la mia parte!”.

chiesasansebastiano1La Chiesa è un luogo importante, una seconda casa per i contradaioli che sperano di trovare dal web un aiuto concreto con il crowdfunding.

La campagna è attiva a questo indirizzo: http://igg.me/at/SaveTheChurch. I visitatori potranno ricevere tutte le informazioni su cosa è la Contrada, ascoltare le parole del suo Priore, immergersi nell’atmosfera di vita di Contrada riuscendo a capire come mai è così importante per i contradaioli non vedere la propria storia essere cancellata dalle infiltrazioni. Qui sarà possibile vedere nel dettaglio quali interventi verranno realizzati e come oltre che effettuare la propria donazione e mettersi in contatto con gli organizzatori della campagna di crowdfunding.

È attiva inoltre la pagina Facebook della Contrada che verrà aggiornata costantemente sull’andamento del progetto.

chiesasansebastiano2La chiesa di San Sebastiano in Vallepiatta attuale sede della Contrada della Selva è stata edificata (dal 1493 al 1510 circa) su iniziativa dell’arte dei tessitori, che la intitolarono al loro Santo Patrono.
Fino a non molto tempo fa, l’attribuzione della chiesa era stata indicata come opera dell’architetto rinascimentale, Baldassarre Peruzzi. Tuttavia, recenti studi, molto accreditati, concordano sull’ipotesi che l’opera sia stata rielaborata dal Peruzzi su progetto del grande Architetto, Pittore e scultore senese (nato peraltro, nel territorio della Contrada della Selva) Francesco di Giorgio Martini.
Il ciclo pittorico dell’Oratorio è stato realizzato da vari artisti, su commissione delle Monache Gesuate, le quali collegarono la chiesa (presumibilmente agli inizi del seicento) al loro monastero, mediante la costruzione di una scala d’accesso al piano inferiore riservato ai Tessitori (la cui arte fu soppressa nel 1777 ad opera di Pietro Leopoldo, Granduca di Toscana),
In particolare Pietro Sorri, affrescò la tribuna dell’altar Maggiore e Giovanni Paolo Pisani, la Volta davanti alla Sacrestia, dipinse cioè “l’Assunzione” situata nell’abside destra dove ammiriamo la Pala dell’altare con “l’Adorazione dei Magi” attribuita ad Astolfo Petrazzi. Raffaello Vanni, infine, affrescò il braccio sinistro dove è raffigurata “l’Ascensione”. Sull’altare destro (sopra “l’Adorazione dei Magi” già citata) troviamo “l’Adorazione dei Pastori” affrescata da Giovanni Paolo Pisani.
Sull’altare sinistro, invece, è presente un “Crocefisso” cinquecentesco su tela di Rutilo Manetti, e nel catino corrispondente è raffigurata la “Resurrezione” opera di Raffaello Vanni. Nell’abside centrale il “Martirio di San Sebastiano” e nel braccio sinistro, sul pilastro destro, troviamo l’immagine di “Sant’Ansano” (Patrono di Siena), che subì il martirio a brevissima distanza dalla Chiesa stessa. A destra dell’altar Maggiore “Caterina Colombini” ed a sinistra “Giovanni Colombini”, ci ricordano come le Gesuate, officiarono, per lungo tempo, l’Oratorio.
Alla fine del settecento, la chiesa divenne proprietà dell’Ospedale di Santa Maria della Scala e della Compagnia dei Disciplinati.
La Contrada della Selva che, a causa dei gravi danni subiti dalla Chiesa di San Desiderio, sua sede, durante il terremoto del 26 maggio 1798, si era dovuta trasferire, provvisoriamente, in San Nicolò in Sasso, si fece di nuovo avanti per ottenere dagli enti sopracitati, la Chiesa di San Sebastiano, ed il desiderio fu esaudito nel maggio 1818. Nello stesso anno, l’Arcivescovo di Siena, Anton Felice Zondadari donò alla Contrada il bassorilievo in stucco e terracotta del XV Secolo raffigurante la “Madonna col Bambino” (detta anche MATER MISERICORDIAE), proveniente (ma in passato patrimonio della famiglia Pecci) dalla Chiesa di Santa Margherita in Castelvecchio attribuita anch’essa (in tempi recenti) a Francesco di Giorgio Martini ed è l’opera sicuramente più preziosa contenuta nel nostro bellissimo Oratorio.

Link per scaricare il video con Carlo Verdone:
http://www.moviementhd.tv/clienti/contrada_selva/verdone%20a%20siena.mp4.zip

Seguici su:
https://igg.me/at/SaveTheChurch
https://www.facebook.com/ContradaSelva/
http://www.contradadellaselva.it/
 

GUARDA ANCHE


CONTRADA DELLA SELVA

selva300Stemma d'argento, un rinoceronte al piede d'una querce fogliata al cui tronco figurano trofei di caccia, sormontata da un sole radioso d'oro, recante l'iniziale U (Umberto I) in campo azzurro

Colori: Verde e arancio con liste bianche

Motto: Prima Selvalta in Campo

Simboleggia: Potenza

Antiche Compagnie Militari: Vallepiatta, San Giovanni, Porta Salaia

Arte o mestiere
: Tessitori

Terzo:
Terzo di Città

Sede: Piazzetta della Selva, 5

Società di Contrada:
"Società Rinoceronte"

Santo Patrono: Assunzione della Beata Vergine

Festa Titolare:
15 agosto. Si festeggia la quarta domenica di agosto

Oratorio:
La Chiesa cinquecentesca di San Sebastiano, già delle monache Gesuate in Via Franciosa

Fontanina Battesimale:
Opera di Vinicio Guastatori (1965), è sormontata da un rinoceronte. Reca il motto della Contrada. Si trova in Piazza della Selva davanti alla Sede

Contrade Alleate: Chiocciola, Tartuca

Vittorie ufficiali: per la Contrada 38 - per il Comune 38

Ultima vittoria: 17 agosto 2015 - Giovanni Atzeni detto Tittia su Polonski

Sito internet: www.contradadellaselva.it
Diventa fan su facebook Seguici su twitter
ico-zodiacoicons_separatorico_cinemaicons_separatorico-viabilitaicons_separatorico_farmaciaicons_separatorico_meteo
oroscopo cinema viabilità farmacie meteo
banner-web-300x250-01-B_2_2
banner_paliodisiena_photography-sienafree
priori-aquila
SIENA_FREE_Banner_300X2502

IL PALIO E LE CONTRADE DI SIENA

drappellone400Aquila AQUILA
Bruco BRUCO
Chiocciola CHIOCCIOLA
Civetta CIVETTA
Drago DRAGO
Giraffa GIRAFFA
Istrice ISTRICE
Leocorno LEOCORNO
Lupa LUPA
Nicchio NICCHIO
Oca OCA
Onda ONDA
Pantera PANTERA
Selva SELVA
Tartuca TARTUCA
Torre TORRE
Valdimontone VALDIMONTONE

Palio 16 Agosto 2017 - Sinta Tantra - Onda
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK

SEGUICI SU TWITTER

ilpalioorg150
Il Palio di Siena
www.ilpalio.org
5000 pagine di cronache, notizie e statistiche
sul Palio di Siena


Gli stemmi, i colori delle Contrade e le immagini del Palio sono utilizzati con l'approvazione del

logoconsorziotutelapalio_nuovo120

CONSORZIO PER LA TUTELA DEL PALIO DI SIENA
 Via di Città, 36 - 53100 Siena SI - Italy
 Tel. +39 0577 43875 Fax +39 0577 43875
E-mail: ctps@ctps.it

 Ogni altro uso o riproduzione sono vietate salvo espressa autorizzazione del Consorzio.