Sabato, 16 novembre 2019
Banner
Banner
PROVINCIA - POGGIBONSI

Poggibonsi, mangia e beve a scrocco ma viene notato dal sindaco che chiama la Polizia

Bookmark and Share
44enne rintracciato ed incastrato con uno stratagemma

polizia-bar-18ottobre2019okFaceva il giro dei bar del centro di Siena, consumava, ma “si dimenticava” di pagare il conto. Per questo un cittadino lituano di 44 anni, residente nel Regno Unito, è stato fermato e denunciato dalla Polizia di Stato per insolvenza fraudolenta continuata.

I poliziotti del Commissariato di Poggibonsi hanno accertato che lo straniero si era presentato in un bar del centro e, già di prima mattina, dopo una lauta colazione se ne era andato senza pagare il conto.
Forse non aveva considerato di essere ripreso dalle telecamere di videosorveglianza del locale. Non sazio, più tardi si era fermato in un altro bar poco distante, dove aveva consumato un vero e proprio pranzo e senza minimamente preoccuparsi, anche in questo caso, si era allontanato senza pagare il conto.

Per sua sfortuna alla scena aveva assistito il sindaco di Poggibonsi David Bussagli che subito ha chiamato il Commissariato, rimanendo in contatto telefonico e fornendo in tempo reale la sua posizione.

Dopo pochissimi secondi i poliziotti, giunti appositamente in borghese, si sono messi subito sulle sue tracce e l’hanno rintracciato in un terzo bar del centro. Gli agenti si sono finti clienti per osservarne i comportamenti e addirittura uno di loro ha iniziato a socializzare con lui, sedendosi al suo tavolo.

Nell’occasione gli agenti hanno constatato che il 44enne, oltre a bere senza pagare, importunava le donne presenti nel bar, facendo apprezzamenti espliciti e poco graditi. Alla richiesta di saldare il conto, l’uomo ha risposto di non avere soldi e di non avere alcuna intenzione di pagare.

Anche in questo caso ha cercato di allontanarsi ma stavolta è stato subito fermato e identificato dal suo “nuovo compagno di bevute” poliziotto.

Dagli accertamenti successivi è emerso che aveva numerosi precedenti penali su tutto il territorio nazionale proprio per insolvenza fraudolenta e, il giorno precedente, aveva mangiato "a scrocco" in alcuni bar di Siena.
 
GUARDA ANCHE

SOCIAL e SERVIZI

Facebook_RoundWhatsapp_free_social_media_icon_roundInstagram_round_social_media_icon_freeTwitter_round

MESSAGGIO AGLI UTENTI DEL SERVIZIO WHATSAPP

Da una 15ina di giorni non è più attivo il nostro servizio di invio notizie su whatsapp in quanto l'azienda ha bloccato il nostro numero. Dopo numerose richieste per capire il motivo ci hanno risposto, dopo 10 giorni, adducendo una presunta "violazione dei termini del servizio" specificando la vendita di prodotti non consentiti. Ora, inviando SOLAMENTE notizie, e avendo letto la corposa lista delle vendite vietate per cercare di capire un motivo per tale violazione, deduciamo che, per qualche geniale algoritmo di qualche geniale software, articoli tipo "arrestato spacciatore di cocaina" vengano considerati come vendita... ma ripetiamo, sono solo deduzioni che facciamo. Avendo spiegato nei dettagli il tutto al dis-servizio assistenza abbiamo ricevuto zero risposte e il numero è tuttora bloccato. Siamo dispiaciuti per la situazione e ci scusiamo con i 3.000 utenti del servizio soprattutto per non poter avvertire direttamente a causa del blocco del numero. Speriamo che quanto prima la situazione sia chiarita in modo da poter ripristinare il servizio. Grazie mille.

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK