Lunedì, 19 Novembre 2018
Banner
Banner
Ultime Notizie
PortaSiena
PROVINCIA - PROVINCIALI

Potere al Popolo contro le fusioni

Bookmark and Share
poterealpopolo300-2"Molte sono le fusioni tra piccoli comuni che vengono proposte in questi mesi, in nome del risparmio e di uno strano senso di comunità scoperto, guarda caso, in tempi di crisi dal fu governo Renzi. Il PD, servo ossequioso, senza o quasi consultare i cittadini, ha deciso di fondere tra loro i Comuni di Asciano e Rapolano e Torrita di Siena e Montepulciano". Così un intervento di Potere al Popolo Siena e provincia.

"Diciamo fin da ora che le fusioni sono parte di un progetto complessivo che allontana il cittadino dalle sedi decisionali, in primis quelle locali. Prova ne sia che l’abolizione delle Province, tanto millantata dai governi PD, ha solo abolito il diritto dei cittadini di votare in prima persona i Consigli Provinciali, eletti gia dal 2014 da sindaci e consiglieri comunali.

Infatti, se due comuni si fondono, fatalmente sia nella giunta che nel consiglio comunale sarà maggiormente rappresentato il Comune più popoloso. Ad esempio, Torrita, che conta quasi la metà degli abitanti del Comune di Montepulciano, diverrebbe la settima frazione di tale Comune, anche nel numero di consiglieri eletti. Questo a prescindere dagli schieramenti politici. Senza contare che un conto è incontrare il sindaco al bar in piazza, altro è andarlo a cercare. Tant'è che è già stabilito che la sede del Comune fuso sarebbe il municipio di Piazza Grande a Montepulciano. Peraltro il famoso risparmio sarebbe, in concreto, solo quello degli stipendi di Sindaco e assessori, e sui gettoni dei consigli comunali, cifre assolutamente trascurabili.

Potere al Popolo è poi, in generale, contrario ai cosiddetti risparmi ai danni degli enti locali. Negli anni, tali risparmi, in realtà tagli, hanno penalizzato i servizi al cittadino, asili nido, trasporto scolastico, mense, assistenza. Chi non ci crede provi a trovare un asilo nido pubblico a meno di 200 euro mensili. Ovvio che i risparmi non valgono per le banche, foraggiate con miliardi di denaro pubblico, che è servito anche a pagare i megastipendi dei manager che hanno truffato i risparmiatori. Né valgono per TAV, TAP e costosissimi aerei militari, o per le “missioni di pace” in giro per il mondo.

Potere al Popolo invita quindi i cittadini a votare NO alle fusioni, non per campanilismo ma per difendere spazi di democrazia garantiti dalla Costituzione, già violentata dal pareggio di bilancio, e che siamo appena riusciti a difendere con il NO alla abolizione del Senato".
 
sienafreewhatsapp2

GUARDA ANCHE


SOCIAL e SERVIZI

Facebook_RoundWhatsapp_free_social_media_icon_roundInstagram_round_social_media_icon_freeTwitter_round ico-zodiacoicons_separatorico_cinemaicons_separatorico-viabilitaicons_separatorico_farmaciaicons_separatorico_meteo
oroscopo  cinema    viabilità     farmacie     meteo
300x250_estra_10agosto2018
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK

SEGUICI SU TWITTER