Martedì, 7 luglio 2020
Banner
Banner
sienafreewhatsapp650x80
PROVINCIA - RAPOLANO TERME

Comune di Rapolano: cittadinanza onoraria a Liliana Segre con voto unanime

Bookmark and Share
Riconoscimento dal Consiglio comunale, che ha reso omaggio anche alla Giornata contro la violenza di genere

consigliocomunale25novembre2019Il Consiglio comunale di Rapolano Terme ha conferito ieri, lunedì 25 novembre, con voto unanime, la cittadinanza onoraria alla senatrice a vita Liliana Segre “quale riconoscimento - come si legge nella motivazione - per il suo contributo nell’affermare con competenza e autorevolezza la diffusione dei valori costituzionali dell’uguaglianza, le pari opportunità e la condanna del razzismo e di ogni forma di odio, violenza e razzismo”. La seduta, vista la concomitanza con la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, si è aperta con un minuto di silenzio dedicato a tutte le donne vittime di atti violenti e ha visto indossare un fiocco bianco da parte del sindaco, degli assessori e di tutti i consiglieri comunali come segno di partecipazione alla Giornata internazionale.

“La cittadinanza onoraria conferita alla senatrice Liliana Segre - afferma il sindaco di Rapolano Terme, Alessandro Starnini - è un atto ricco di significato umano, sociale e culturale con cui il consiglio comunale di Rapolano Terme ha voluto esprimere la sua vicinanza alla stessa Liliana Segre. Sono soddisfatto del voto unanime ricevuto da questo atto e della discussione costruttiva che c’è stata durante la seduta, in cui è stata ribadita l’importanza sul nostro territorio dei valori fondanti della Costituzione Italiana e la vicinanza a una donna che è sopravvissuta alla Shoah ed è sempre stata pronta a portare la sua testimonianza in ogni luogo, a partire dalle scuole, affinchè quel passato non torni mai più. La sua proposta di istituire una Commissione straordinaria contro fenomeni di intolleranza, razzismo, antisemitismo e istigazione all'odio e alla violenza l’ha portata a essere vittima di inaccettabili minacce che anche il Comune di Rapolano Terme condanna e respinge, dandole il proprio sostegno e rinnovando l’impegno per attività e iniziative sul territorio che puntino a una cultura democratica sempre più forte”.

Altre iniziative. “Come anticipato nei giorni scorsi - continua il primo cittadino rapolanese - stiamo già lavorando per coinvolgere i giovani studenti rapolanesi nei prossimi viaggi della memoria ad Auschwitz, preparandoli bene sulla storia della Shoah e sul fenomeno del razzismo e dell’antisemitismo. Ci faremo promotori di nuovi incontri con le forze dell’ordine per sviluppare ulteriormente il rispetto della legalità e chiederemo al Parlamento di approvare rapidamente la legge sullo Ius Culturae per dare la cittadinanza a bambini e ragazzi figli di stranieri che abbiamo svolto un primo ciclo di istruzione sul territorio di residenza. Inoltre - conclude Starnini - siamo già a lavoro per ‘il pranzo del futuro’ che organizzeremo il prossimo 2 giugno in occasione della Festa della Repubblica Italiana, invitando vecchi e nuovi cittadini rapolanesi che hanno acquisito recentemente la cittadinanza italiana”.
 
sienafreewhatsapp2
GUARDA ANCHE

SOCIAL e MESSENGER

Facebook_Round Twitter round Instagram_round_social_media_icon_free Telegram round Whatsapp_free_social_media_icon_round

''La sospensione di un attimo''

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
sienafreewhatsapp300X200
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK