Lunedì, 25 Settembre 2017
Banner
Banner
Ultime Notizie
Banner
PROVINCIA - RAPOLANO TERME
E-mail Stampa PDF

Notti dell'Archeologia, alla riscoperta di Rapolano Terme ''Dagli Etruschi al Medioevo''

Bookmark and Share
Mercoledì 26 luglio passeggiata al sito di Campo Muri nell’ambito dell’iniziativa regionale
Alle ore 20 è in programma una visita teatralizzata ad ingresso gratuito del museo della Grancia a cura delle Associazioni LaLut e Rizes che faranno rivivere Bernardino di Alamanno Piccolomini

rapolanoterme650Una serata alla scoperta del passato di Rapolano Terme dagli Etruschi al Medioevo. E’ l’appuntamento in programma mercoledì 26 luglio, nell’ambito delle “Notti dell’Archeologia” promosse a livello regionale per far riscoprire le bellezze dei territori toscani. L’evento, dal titolo “Dagli Etruschi al Medioevo: un percorso archeologico alla riscoperta di Rapolano Terme“ comincerà alle ore 17,30 con una passeggiata gratuita alla riscoperta del sito archeologico di Campo Muri, nei pressi delle Terme San Giovanni con la guida dello storico Doriano Mazzini che racconterà la storia passata e recente di un complesso etrusco-romano che da più di due millenni testimonia i tesori di questa terra: l’acqua e il travertino.

A seguire al Museo dell’Antica Grancia e dell’Olio a Serre di Rapolano bio aperitivo a cura dell’Azienda Agricola Il Pereto, dell’Antico Granaione e de La Taverna Toscana di Laticastelli (ore 19.30). Alle ore 20 è in programma una visita teatralizzata ad ingresso gratuito del museo della Grancia a cura delle Associazioni LaLut e Rizes che faranno rivivere Bernardino di Alamanno Piccolomini, ultimo proprietario della Grancia prima che questa entrasse a far parte del sistema produttivo dell’Ospedale Santa Maria della Scala.
 

GUARDA ANCHE


Diventa fan su facebook Seguici su twitter
ico-zodiacoicons_separatorico_cinemaicons_separatorico-viabilitaicons_separatorico_farmaciaicons_separatorico_meteo
oroscopo cinema viabilità farmacie meteo
banner-web-300x250-01-B_2_2
300x250_estra_SIENA_FREE
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK

SEGUICI SU TWITTER