Lunedì, 18 novembre 2019
Banner
Banner
SALUTE E BENESSERE

Liste di attesa in sanità, Saccardi: ''94% entro i tempi, ma si può ancora migliorare''

Bookmark and Share
stefaniasaccardi2018_2"Il problema delle liste di attesa esiste, inutile negarlo, in Toscana come a livello nazionale. ultimi tempi siamo molto migliorati, ma ancora si può e si deve migliorare. Con gli interventi messi in atto abbiamo avuto un miglioramento netto per quanto riguarda il rispetto dei tempi, che è passato, da febbraio a settembre, dal 66% al 94%". E' quanto ha detto l'assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi, facendo le conclusioni alla seduta straordinaria del Consiglio dei cittadini per la salute, dedicata al tema delle liste di attesa, che si è tenuta stamani nella Sala Pegaso di Palazzo Strozzi Sacrati.

"Da un po' di tempo abbiamo messo insieme percorsi che possono aiutare - ha ricordato l'assessore - Abbiamo cominciato col mettere fuori i percorsi oncologici dal sistema del Cup, con gli Aiuto Point, poi abbiamo distinto i percorsi in base alle necessità, abbiamo separato le prime visite dai controlli successivi. Certo, la situazione è a macchia di leopardo, ci sono zone in cui il miglioramento è stato maggiore, altre che fanno più fatica. Ogni area ha la propria ricetta: fast track, diversificazione delle agende.... Ma entro fine legislatura vogliamo che il miglioramento riguardi tutti. Anche con la collaborazione del privato accreditato e del privato sociale: non va considerato come la conrtroparte, ma come un partner, al'interno del sistema pubblico".

Quanto al lavoro del Consiglio dei cittadini per la salute, l'assessore ha "ringraziato quanti hanno dato il via a questo percorso di partecipazione, estremamente positivo. Più si riesce a condividere e a capire, più siamo capaci di andare incontro ai bisogni dei cittadini. In questo, voi potete essere il nastro di trasmissione". Stefania Saccardi ha annunciato che l'assessorato sta preparando due brochure, su liste di attesa e sui percorsi della non autosufficienza, che verranno diffuse, oltre che attraverso i canali abituali, anche con i quotidiani. "Tante cose non sono conosciute - ha detto - E' necessaria una maggior conoscenza di come funzionano i meccanismi della sanità. Le cose pubbliche, si ha la tendenza a pensare che non siano di nessuno, invece sono di tutti. E allora è necessario capire che, se per esempio non si disdice in tempo una visita, si fa un danno alla comunità: un uso inappropriato delle risorse sanitarie equivale a una sottrazione di quella risorsa".
 
GUARDA ANCHE

SOCIAL e SERVIZI

Facebook_RoundWhatsapp_free_social_media_icon_roundInstagram_round_social_media_icon_freeTwitter_round

MESSAGGIO AGLI UTENTI DEL SERVIZIO WHATSAPP

Da una 15ina di giorni non è più attivo il nostro servizio di invio notizie su whatsapp in quanto l'azienda ha bloccato il nostro numero. Dopo numerose richieste per capire il motivo ci hanno risposto, dopo 10 giorni, adducendo una presunta "violazione dei termini del servizio" specificando la vendita di prodotti non consentiti. Ora, inviando SOLAMENTE notizie, e avendo letto la corposa lista delle vendite vietate per cercare di capire un motivo per tale violazione, deduciamo che, per qualche geniale algoritmo di qualche geniale software, articoli tipo "arrestato spacciatore di cocaina" vengano considerati come vendita... ma ripetiamo, sono solo deduzioni che facciamo. Avendo spiegato nei dettagli il tutto al dis-servizio assistenza abbiamo ricevuto zero risposte e il numero è tuttora bloccato. Siamo dispiaciuti per la situazione e ci scusiamo con i 3.000 utenti del servizio soprattutto per non poter avvertire direttamente a causa del blocco del numero. Speriamo che quanto prima la situazione sia chiarita in modo da poter ripristinare il servizio. Grazie mille.

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK