Venerdì, 15 novembre 2019
Banner
Banner
SALUTE E BENESSERE

Oncologia: Angelo Martignetti il direttore dell’unità operativa complessa per Campostaggia, Nottola e Amiata senese

Bookmark and Share
angelomartignetti2Il dipartimento di Oncologia dell’Ausl Toscana sud est, diretto da Enrico Tucci, rafforza la sua organizzazione anche nella provincia senese.

E’ di ieri, 15 ottobre, la firma del contratto di Angelo Martignetti quale direttore dell’unità operativa complessa “Oncologia di Campostaggia - Nottola - Amiata senese” per l’area provinciale di Siena. E già da oggi, 16 ottobre, il dottor Martignetti è del tutto operativo nel nuovo ruolo di direttore di struttura complessa.

“Assumo questo incarico con entusiasmo - ha dichiarato il neo direttore Angelo Martignetti -. Ringrazio la direzione di questa opportunità che mi offre la possibilità di portare avanti, e rafforzare, il lavoro iniziato 20 anni fa nel reparto di Oncologia dell'ospedale di Campostaggia e che, con amore e impegno, abbiamo portato avanti insieme a tutta la mia équipe”.

La sua esperienza trentennale nel settore dell'oncologia è iniziata con l'internato presso la cattedra di Oncologia medica dell'Università “Federico II” di Napoli, con attività di ricerca e attività clinica, in particolare sul carcinoma mammario, carcinoma del colon e carcinoma polmonare. Ha avuto una lunga esperienza all'estero, presso l'Oncologia medica dell'ospedale universitario Louis Pasteur di Strasburgo, “che è stata proficua soprattutto per capire quanto una buona organizzazione del lavoro, una leadership condivisa e una forte attenzione ai bisogni dei pazienti, possa essere preziosa nella qualità dell'assistenza al malato”, ha commentato Martignetti.

Dopo la specializzazione in oncologia medica, ha svolto attività di ricerca e attività clinica con una borsa di studio, prima del CNR e poi dell'AIRC (Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro) con un progetto sul carcinoma mammario coordinato dal professor Umberto Veronesi. Dal Dicembre 1999 è stato assunto come dirigente medico presso l'Oncologia della ex Ausl 7 di Siena e assegnato all'ospedale di Campostaggia, dove è iniziata l'esperienza del neonato reparto di Oncologia. E’ stato, inoltre, per più mandati consigliere regionale dell'AIOM (Associazione Italiana Oncologia Medica) in rappresentanza dell'area senese.

angelomartignetti1“In questi anni, come reparto, abbiamo sviluppato una rete di collaborazioni sia con gli altri reparti della nostra struttura che con altre Istituzioni, toscane e non, per fornire ai nostri pazienti il miglior percorso terapeutico possibile nell'ottica dell'integrazione e della multidisciplinarietà - ha aggiunto Martignetti -. Abbiamo partecipato a diversi studi clinici internazionali, nazionali e regionali con l'obiettivo di consentire ai nostri pazienti l'accesso anche a terapie innovative e abbiamo sempre cercato di vedere la sanità, e in particolare l'assistenza oncologica, con gli occhi del paziente, cercando di semplificare l'accesso ai servizi, dare continuità alla presa in carico e gestione del percorso terapeutico e di follow-up oncologico. Il mio progetto, per l'Oncologia dell'Area senese della Sud Est, prevede un rafforzamento di queste caratteristiche, condivise con i colleghi dell'Oncologia degli ospedali di Nottola e dell'Amiata senese nel rispetto delle specificità dei medici e del territorio. A questo si associa un rafforzamento dell'integrazione con alcune specialità dell'Azienda ospedaliero-universitaria Senese non presenti nei nostri presidi e con le strutture della Rete oncologica toscana”.

Il direttore generale Antonio D’Urso, a nome dell’intera direzione aziendale e del dipartimento di Oncologia diretto da Enrico Tucci, si è complimentato con il neo direttore Angelo Martignetti per l’incarico ottenuto, augurando a lui e alla sua équipe un proficuo e buon lavoro.
 
GUARDA ANCHE

SOCIAL e SERVIZI

Facebook_RoundWhatsapp_free_social_media_icon_roundInstagram_round_social_media_icon_freeTwitter_round

MESSAGGIO AGLI UTENTI DEL SERVIZIO WHATSAPP

Da una 15ina di giorni non è più attivo il nostro servizio di invio notizie su whatsapp in quanto l'azienda ha bloccato il nostro numero. Dopo numerose richieste per capire il motivo ci hanno risposto, dopo 10 giorni, adducendo una presunta "violazione dei termini del servizio" specificando la vendita di prodotti non consentiti. Ora, inviando SOLAMENTE notizie, e avendo letto la corposa lista delle vendite vietate per cercare di capire un motivo per tale violazione, deduciamo che, per qualche geniale algoritmo di qualche geniale software, articoli tipo "arrestato spacciatore di cocaina" vengano considerati come vendita... ma ripetiamo, sono solo deduzioni che facciamo. Avendo spiegato nei dettagli il tutto al dis-servizio assistenza abbiamo ricevuto zero risposte e il numero è tuttora bloccato. Siamo dispiaciuti per la situazione e ci scusiamo con i 3.000 utenti del servizio soprattutto per non poter avvertire direttamente a causa del blocco del numero. Speriamo che quanto prima la situazione sia chiarita in modo da poter ripristinare il servizio. Grazie mille.

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK