Venerdì, 22 novembre 2019
Banner
Banner
SALUTE E BENESSERE

Al policlinico di Siena nasce il CERV, Centro per l’Educazione e la Riabilitazione Visiva ''Enrico Giannelli'' - VIDEO

Bookmark and Share
Aou Senese riferimento per l’Area Vasta Sud Est con la UOC Oculistica

cerv2019_1Nasce il CERV, Centro per l’Educazione e la Riabilitazione Visiva, che avrà la sua sede nell’ambito dell’area ambulatori, situati al lotto 1 piano 1S, della UOC Oculistica, diretta dal professor Gian Marco Tosi. Il Centro, inaugurato dall’assessore regionale al Diritto alla Salute, Stefania Saccardi, nasce grazie alla convenzione stipulata dall’Azienda ospedaliero-universitaria Senese, l’Istituto per la Ricerca, la Formazione e la Riabilitazione (I.Ri.Fo.R.) Toscana onlus e la Sezione Italiana dell’Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità – Comitato Regionale Toscano.

«La nascita del CERV – afferma Stefania Saccardi, assessore regionale al Diritto alla Salute – è un ottimo esempio di collaborazione tra pubblico e volontariato, a sostegno delle attività di assistenza, ricerca, formazione e riabilitazione rivolte a persone con disabilità visiva, con il pieno sostegno della Regione Toscana. Intervenire in tempo e aiutare nel modo giusto chi ha particolari e gravi patologie visive può permettere di migliorare la qualità di vita di tante persone, facendo conoscere anche strumenti, tecnologie e agevolazioni per affrontare meglio la quotidianità».

«L’istituzione del CERV – afferma il professor Gian Marco Tosi, responsabile del Centro – permetterà di effettuare prestazioni di valutazione diagnostico-funzionale specialistiche riconducibili alla visita oculistica con esame complessivo dell’occhio, interventi di riabilitazione visiva funzionale per soggetti ipovedenti e di abilitazione visiva e multisensoriale in età precoce, oltre alla riabilitazione negli ambienti di vita e di lavoro dell’assistito per il recupero dell’autonomia personale, con supporto psicologico per soggetti ipovedenti e non vedenti».

Il Centro per l’Educazione e la Riabilitazione Visiva sarà intitolato alla memoria di Enrico Giannelli, già vicepresidente della sezione di Siena dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti. Il CERV svolgerà funzioni di riferimento per prescrizioni delle protesi specifiche e degli ausili tiflotecnici previsti dal Sistema Sanitario Nazionale per la riabilitazione visiva ed il loro collaudo, oltre all’attivazione di specifici protocolli di collaborazione con le Aziende territoriali di riferimento.

cerv2019_2«Il Centro inoltre – aggiunge il direttore sanitario, Roberto Gusinu - potrà essere anche sede di progetti di ricerca, anche sperimentali, con l’Università degli Studi di Siena volti allo studio della patogenesi delle malattie responsabili. L’Azienda ospedaliero-universitaria Senese, oltre al responsabile del Centro, mette a disposizione il personale medico oculistico ed il personale ortottista; l’I.Ri.Fo.R. partecipa alla gestione programmatoria ed organizzativa del Centro, concordando le prestazioni da garantire, le metodologie e la relativa appropriatezza, e seguendo in particolare le attività riabilitative; l’Agenzia concerta con la direzione dell’Aou Senese gli indirizzi scientifici dell’attività del centro e concorda con il Centro l’eventuale supporto professionale necessario per l’attività e le campagne di prevenzione sul territorio. Fondamentale, come sempre, la piena collaborazione con i medici di medicina generale e gli oculisti dell’AUSL Toscana Sud Est».

All’inaugurazione del centro hanno partecipato anche l’assessore comunale alla Salute, Francesca Appolloni e il presidente nazionale Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Mario Barbuto.

VIDEO

 
GUARDA ANCHE

SOCIAL e SERVIZI

Facebook_RoundWhatsapp_free_social_media_icon_roundInstagram_round_social_media_icon_freeTwitter_round

MESSAGGIO AGLI UTENTI DEL SERVIZIO WHATSAPP

Da una 15ina di giorni non è più attivo il nostro servizio di invio notizie su whatsapp in quanto l'azienda ha bloccato il nostro numero. Dopo numerose richieste per capire il motivo ci hanno risposto, dopo 10 giorni, adducendo una presunta "violazione dei termini del servizio" specificando la vendita di prodotti non consentiti. Ora, inviando SOLAMENTE notizie, e avendo letto la corposa lista delle vendite vietate per cercare di capire un motivo per tale violazione, deduciamo che, per qualche geniale algoritmo di qualche geniale software, articoli tipo "arrestato spacciatore di cocaina" vengano considerati come vendita... ma ripetiamo, sono solo deduzioni che facciamo. Avendo spiegato nei dettagli il tutto al dis-servizio assistenza abbiamo ricevuto zero risposte e il numero è tuttora bloccato. Siamo dispiaciuti per la situazione e ci scusiamo con i 3.000 utenti del servizio soprattutto per non poter avvertire direttamente a causa del blocco del numero. Speriamo che quanto prima la situazione sia chiarita in modo da poter ripristinare il servizio. Grazie mille.

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK