Giovedì, 19 Ottobre 2017
Banner
Banner
Ultime Notizie
Banner
SALUTE E BENESSERE - SALUTE
E-mail Stampa PDF

Sclerosi multipla e malattie croniche, Stefano Scaramelli e Nicola Ciolini: ''Creare un gruppo di lavoro permanente e dedicare un budget alla patologia''

Bookmark and Share
stefanoscaramelli2016_650Costituire un gruppo di lavoro permanente sulle malattie croniche, a partire inizialmente dalla Sclerosi multipla, e definire nuovi percorsi diagnostici, di cura e di assistenza, prevedendo un apposito budget nel bilancio della Regione. Sono questi gli impegni che i consiglieri regionali del Pd Stefano Scaramelli, presidente della commissione sanità e politiche sociali, e Nicola Ciolini, componente della stessa commissione, propongono attraverso una mozione presentata agli atti della prossima seduta d’aula.

Il documento, se approvato, impegnerà la giunta toscana a “valutare l’opportunità di prevedere la costituzione di un gruppo di lavoro permanente sulle malattie croniche, focalizzato inizialmente sulla Sclerosi Multipla, (che al proprio interno veda la presenza di rappresentanti delle Direzioni per la programmazione delle Aree Vaste e di esponenti del mondo clinico che, nell’ultimo caso, possano portare il punto di vista delle realtà universitarie ed ospedaliere di ogni Area Vasta), al fine di definire modelli specifici di organizzazione dei servizi nell’ottica di un’efficace ed efficiente gestione e presa in carico del paziente cronico” e a “definire, visto il carattere paradigmatico della Sclerosi Multipla, dei percorsi diagnostici terapeutici e assistenziali per tutte le forme cliniche della SM, da ottenersi mediante un aggiornamento della Delibera G.R. n. 686/2015 e volti a definire, nei limiti delle risorse di bilancio, un budget di spesa dedicato alla patologia, nell’ottica di un’efficace ed efficiente gestione delle risorse, materiali ed immateriali, destinate alla SM.”.

"Un diverso modo di affrontare e gestire il grande tema della cronicità – spiega Scaramelli – è la vera sfida per il sistema sociosanitario dei paesi più avanzati, cosa che ha determinato la scelta di praticare un nuovo modello, che prevede un potenziamento delle cure primarie, la valorizzazione del lavoro di squadra e un ruolo attivo dell’ammalato. Tra le malattie croniche – prosegue Scaramelli – certamente la Sclerosi Multipla è tra quelle con più impatto sul sistema sanitario, sia in termini quantitativi che qualitativi, visto che colpisce prevalentemente soggetti nella fascia di età giovane-adulta, comporta una disabilità progressiva nel tempo, determina l’impegno di cospicue risorse sanitarie ed ha una lunga durata, stimata in media intorno a 40 anni dall’esordio clinico.

Questo porta a una presa in carico piena del paziente, perché oltre che garantire i bisogni sanitari per tutta la durata della malattia, vi sono le esigenze di inclusione sociale e di mantenimento dell’attività lavorativa, garantendo quindi servizi e interventi differenziati ed integrati".

"Secondo gli ultimi rilevamenti disponibili – aggiunge Ciolini – i casi di Sclerosi Multipla in Italia sono circa 70mila e in Toscana, grazie un recente algoritmo messo a punto dall’ARS ha consentito di individuare 6.683 persone affette dalla patologia al 1° gennaio 2012, per un’incidenza pari a 182 casi ogni 100mila abitanti, mentre a livello nazionale si parla di 110 casi su 100mila. Sono numeri importanti, che riguardano la qualità della vita di chi è affetto da SM ma che hanno ripercussione sui costi sociali ed economici, diretti e indiretti, del sistema sanitario".

"I percorsi diagnostico-terapeutici – precisa Scaramelli – sono stabiliti in una delibera regionale del 2015 che, come detto, prevede un nuovo modello di intervento che, a nostro avviso, deve essere praticato pienamente ed aggiornato. Ciò significa: più lavoro di equipe, interdisciplinarità, continuità ed integrazione tra i percorsi territoriali ed ospedalieri. Per questo – conclude il presidente della commissione – riteniamo utile dedicare alle malattie croniche, a partire dalla SM, un team di lavoro permanente e, nei limiti delle risorse disponibili, un fondo destinato alla patologia".
 

GUARDA ANCHE


Diventa fan su facebook Seguici su twitter
ico-zodiacoicons_separatorico_cinemaicons_separatorico-viabilitaicons_separatorico_farmaciaicons_separatorico_meteo
oroscopo cinema viabilità farmacie meteo
banner-web-300x250-01-B_2_2
300x250_estra_SIENA_FREE
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK

SEGUICI SU TWITTER