Lunedì, 18 novembre 2019
Banner
Banner
PROVINCIA - SAN GIMIGNANO

San Gimignano, bus navetta gratuito per detenuti e familiari da e per il carcere di Ranza

Bookmark and Share
Al via dal 7 gennaio il progetto sperimentale di trasporto sociale frutto dell’accordo tra Comune di San Gimignano, Arciconfraternita di Misericordia di Poggibonsi e Fondazione Territori Sociali Altavaldelsa

carcerediranza650gUn bus navetta da e per il carcere di Ranza al servizio dei familiari in visita e dei detenuti in permesso o in misura alternativa. Al via dal 7 gennaio il progetto sperimentale di trasporto sociale frutto dell’accordo tra Comune di San Gimignano, Arciconfraternita di Misericordia di Poggibonsi e Fondazione Territori Sociali Altavaldelsa con il contributo della Regione Toscana oltre che della stessa amministrazione comunale sangimignanese.

Dal lunedì al sabato una navetta gratuita da 8 posti su prenotazione con partenza alle 9.40 dalla stazione ferroviaria di Poggibonsi, fermata alla porta di San Giovanni a San Gimignano alle ore 10 ed arrivo al carcere di Ranza alle 10.10 per poi ripartire alla volta di Poggibonsi Stazione con arrivo previsto alle 10.40 (fermata a Porta San Giovanni a San Gimignano alle ore 10.20). Solo nel periodo estivo quando le scuole sono chiuse dal lunedì al sabato altra corsa con partenza alle 7 dalla stazione ferroviaria di Poggibonsi, fermata alla porta di San Giovanni a San Gimignano alle ore 7.20 ed arrivo al carcere di Ranza alle 7.30 per poi ripartire alla volta di Poggibonsi Stazione con arrivo previsto alle 8 (fermata a Porta San Giovanni a San Gimignano alle ore 7.40). Il sabato, inoltre, prevista una corsa pomeridiana con partenza alle 16 dalla stazione ferroviaria di Poggibonsi, fermata alla porta di San Giovanni a San Gimignano alle ore 16.20 ed arrivo al carcere di Ranza alle 16.30 per poi ripartire alla volta di Poggibonsi Stazione con arrivo previsto alle 17 (fermata a Porta San Giovanni a San Gimignano alle ore 16.40). La prenotazione dovrà essere effettuata dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 11 ai numeri di telefono 3511670190 o 3511669595.

«Un progetto sperimentale che si pone l’obiettivo di abbattere le condizioni di isolamento del carcere di Ranza in favore dell’integrazione sociale non solo dei detenuti e delle loro famiglie ma anche di tutti i soggetti che operano all'interno del carcere – spiega l’assessore alle politiche sociali del Comune di San Gimignano, Ilaria Garosi -. Una finalità che si inserisce a pieno titolo nell'intesa raggiunta tra amministrazione comunale e Regione Toscana nel luglio scorso con il Consiglio Comunale aperto, in accordo anche alla direzione penitenziaria e all’associazionismo locale. Non solo – conclude Garosi -, il bus navetta gratuito andrà ad integrare le corse urbane e ed extraurbane previste dal trasporto pubblico locale già esistenti ed effettuate da Tiemme».

Solo nel periodo scolastico sono infatti previste corse da Porta San Giovanni a Castel San Gimignano con fermata a Ranza e ritorno, mentre tutto l’anno sono disponibili le corse extraurbane dalla stazione di Poggibonsi a San Gimignano e ritorno.
 
GUARDA ANCHE

SOCIAL e SERVIZI

Facebook_RoundWhatsapp_free_social_media_icon_roundInstagram_round_social_media_icon_freeTwitter_round

MESSAGGIO AGLI UTENTI DEL SERVIZIO WHATSAPP

Da una 15ina di giorni non è più attivo il nostro servizio di invio notizie su whatsapp in quanto l'azienda ha bloccato il nostro numero. Dopo numerose richieste per capire il motivo ci hanno risposto, dopo 10 giorni, adducendo una presunta "violazione dei termini del servizio" specificando la vendita di prodotti non consentiti. Ora, inviando SOLAMENTE notizie, e avendo letto la corposa lista delle vendite vietate per cercare di capire un motivo per tale violazione, deduciamo che, per qualche geniale algoritmo di qualche geniale software, articoli tipo "arrestato spacciatore di cocaina" vengano considerati come vendita... ma ripetiamo, sono solo deduzioni che facciamo. Avendo spiegato nei dettagli il tutto al dis-servizio assistenza abbiamo ricevuto zero risposte e il numero è tuttora bloccato. Siamo dispiaciuti per la situazione e ci scusiamo con i 3.000 utenti del servizio soprattutto per non poter avvertire direttamente a causa del blocco del numero. Speriamo che quanto prima la situazione sia chiarita in modo da poter ripristinare il servizio. Grazie mille.

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK