Lunedì, 18 novembre 2019
Banner
Banner
PROVINCIA - SAN GIMIGNANO

San Gimignano, detenuto incendia la cella nel carcere di Ranza: agente ferito

Bookmark and Share
carcerediranza650gAncora un evento critico nell'istituto penitenziario di San Gimignano, dove nella serata di ieri, mercoledì 11 settembre, intorno alle ore 22.30, un detenuto di nazionalità italiana, recluso nel reparto isolamento, con chiari problemi psichiatrici, sobillato da altro detenuto del reparto, già noto per l'aggressività e per le aggressioni nei confronti dei poliziotti penitenziari, ha appiccato il fuoco alla propria cella. L'incendio è stato prontamente spento grazie all'intervento dell'agente di servizio che è dovuto ricorrere alle cure mediche.

Ne dà notizia l'Osapp, l'Organizzazione Sindacale Autonoma Polizia Penitenziaria, per voce del vice segretario fenerale Giuseppe Proietti Consalvi.
"È l'ultimo episodio avvenuto in quell'Istituto, è uno dei punti deboli dell'attuale sistema penitenziario italiano - aggiunge Giuseppe Proietti Consalvi -, grazie anche all'assenza di un direttore e di un comandante di Reparto, per non parlare della continua e perdurante assenza di un provveditore regionale. Quanto accaduto è il risultato di una politica penitenziaria attuata in assoluto dispregio delle condizioni di lavoro del personale di Polizia Penitenziaria spesso lasciato solo nelle sezioni ad operare in assoluta ristrettezza di mezzi e di supporti anche con 100/150 detenuti alla volta e anche con detenuti di estrema pericolosità."
 
GUARDA ANCHE

SOCIAL e SERVIZI

Facebook_RoundWhatsapp_free_social_media_icon_roundInstagram_round_social_media_icon_freeTwitter_round

MESSAGGIO AGLI UTENTI DEL SERVIZIO WHATSAPP

Da una 15ina di giorni non è più attivo il nostro servizio di invio notizie su whatsapp in quanto l'azienda ha bloccato il nostro numero. Dopo numerose richieste per capire il motivo ci hanno risposto, dopo 10 giorni, adducendo una presunta "violazione dei termini del servizio" specificando la vendita di prodotti non consentiti. Ora, inviando SOLAMENTE notizie, e avendo letto la corposa lista delle vendite vietate per cercare di capire un motivo per tale violazione, deduciamo che, per qualche geniale algoritmo di qualche geniale software, articoli tipo "arrestato spacciatore di cocaina" vengano considerati come vendita... ma ripetiamo, sono solo deduzioni che facciamo. Avendo spiegato nei dettagli il tutto al dis-servizio assistenza abbiamo ricevuto zero risposte e il numero è tuttora bloccato. Siamo dispiaciuti per la situazione e ci scusiamo con i 3.000 utenti del servizio soprattutto per non poter avvertire direttamente a causa del blocco del numero. Speriamo che quanto prima la situazione sia chiarita in modo da poter ripristinare il servizio. Grazie mille.

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK