Sabato, 16 novembre 2019
Banner
Banner
PROVINCIA - SAN GIMIGNANO

Carcere di San Gimignano, mercoledì audizioni in commissione regionale Sanità

Bookmark and Share
Saranno ascoltati i garanti dei detenuti, il sindaco, il direttore e il comandante delle guardie carcerarie, i rappresentanti sindacali della Polizia penitenziaria

carcerediranza650gIl "caso San Gimignano" al centro delle audizioni della commissione Sanità e politiche sociali del Consiglio regionale, guidata da Stefano Scaramelli (Pd), in programma per domani, mercoledì 16 ottobre.

Nella sala del Consiglio di palazzo del Pegaso, saranno ascoltati il sindaco di San Gimignano Andrea Marrucci, i Garanti dei detenuti regionale e di San Gimignano Franco Corleone e Sofia Ciuffoletti, il direttore della struttura Giuseppe Renna, il responsabile salute in carcere dell’Azienda Usl Toscana Sud Est Matteo Ameglio, il comandante delle guardie e il responsabile del presidio sanitario della casa circondariale Antonio Giardino e Fabio Antichi, la direttrice dell’Ufficio affari generali, personale e formazione del provveditorato regionale per la Toscana e l’Umbria – dipartimento dell’amministrazione penitenziaria Rosa Alba Casella, i rappresentanti sindacali della polizia penitenziaria.
 
GUARDA ANCHE

SOCIAL e SERVIZI

Facebook_RoundWhatsapp_free_social_media_icon_roundInstagram_round_social_media_icon_freeTwitter_round

MESSAGGIO AGLI UTENTI DEL SERVIZIO WHATSAPP

Da una 15ina di giorni non è più attivo il nostro servizio di invio notizie su whatsapp in quanto l'azienda ha bloccato il nostro numero. Dopo numerose richieste per capire il motivo ci hanno risposto, dopo 10 giorni, adducendo una presunta "violazione dei termini del servizio" specificando la vendita di prodotti non consentiti. Ora, inviando SOLAMENTE notizie, e avendo letto la corposa lista delle vendite vietate per cercare di capire un motivo per tale violazione, deduciamo che, per qualche geniale algoritmo di qualche geniale software, articoli tipo "arrestato spacciatore di cocaina" vengano considerati come vendita... ma ripetiamo, sono solo deduzioni che facciamo. Avendo spiegato nei dettagli il tutto al dis-servizio assistenza abbiamo ricevuto zero risposte e il numero è tuttora bloccato. Siamo dispiaciuti per la situazione e ci scusiamo con i 3.000 utenti del servizio soprattutto per non poter avvertire direttamente a causa del blocco del numero. Speriamo che quanto prima la situazione sia chiarita in modo da poter ripristinare il servizio. Grazie mille.

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK