Giovedì, 18 aprile 2019
Banner
Banner
SIENA

''Un'occasione persa'', il commento di Alessandro Masi (Pd) sulla mancata adesione del Comune alla raccolta firme per l'insegnamento di educazione alla cittadinanza

Bookmark and Share
alessandromasi650v_comuneNel corso della seduta del Consiglio comunale di Siena, che si è tenuta ieri, giovedì 15 novembre, il capogruppo PD Alessandro Masi ha presentato un’interrogazione sulla proposta di legge di iniziativa popolare “sull’introduzione dell’insegnamento di educazione alla cittadinanza come materia autonoma, con voto, nei curricula scolastici di ogni ordine e grado”.

Per la proposta di legge, promossa dal Comune di Firenze e fatta propria dall’ANCI, è in corso la campagna di raccolta delle firme per la quale ANCI invita i Comuni a individuare una o più giornate per l’effettuazione attraverso momenti di sensibilizzazione.

Nell'interrogazione, Masi ha chiesto al sindaco “se la richiesta è stata valutata, e se intende accogliere l’invito dell’ANCI per promuovere la proposta di legge”. Nella risposta, l'assessore Clio Biondi Santi ha evidenziato come l'Amministrazione comunale "non può raccogliere l’invito alla raccolta firme, in quanto l’iniziativa è già stata presa in carico da un gruppo Parlamentare, nell’auspicio che questa trovi il più ampio consenso e possa diventare norma applicabile il prima possibile”.

"Una iniziativa non esclude l’altra, anzi la rafforza - ha commentato Masi -, così da sensibilizzare le persone su temi importanti e sempre più di attualità. Si tratta di un’occasione persa per un’Amministrazione che sostiene il valore della cittadinanza attiva, ma soprattutto per la città. Un Comune attivo su questi temi sarebbe stato un segnale per il futuro”.
 
sienafreewhatsapp2

GUARDA ANCHE


SOCIAL e SERVIZI

Facebook_RoundWhatsapp_free_social_media_icon_roundInstagram_round_social_media_icon_freeTwitter_round
300x250_estra_19marzo2019

ESTRA NOTIZIE

fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK

SEGUICI SU TWITTER