Giovedì, 22 agosto 2019
Banner
Banner
SIENA

Guardia di Finanza di Siena, il bilancio dell'attività nell'ultimo anno

Bookmark and Share
guardiadifinanza-comando2019Di particolare rilevanza, anche nel 2018 e in questa prima parte del 2019, sono stati i risultati di servizio conseguiti dai Reparti del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Siena (Nucleo di Polizia Economico Finanziaria e Compagnia di Siena, Tenenze di Montepulciano, di Poggibonsi e di Chiusi Scalo) a tutela dei cittadini e degli interessi economici e finanziari dello Stato, della Regione e degli Enti locali.

L’azione delle Fiamme Gialle senesi, nel prefiggersi come obiettivo primario la tutela dell’economia legale a favore delle imprese rispettose delle regole e dei cittadini onesti, è stata indirizzata concentrando prioritariamente le risorse operative nei settori della lotta alle frodi e all'evasione fiscale, della tutela della spesa pubblica, del contrasto alle forme più gravi e pericolose di criminalità economica che più di altre danneggiano la stabilità dei conti pubblici, le imprese, i mercati, i consumatori e la sicurezza dei cittadini.

CONTRASTO ALL’EVASIONE, ALL’ELUSIONE E ALLE FRODI FISCALI
Le Fiamme Gialle senesi, nel corso dell’annualità appena trascorsa, hanno eseguito complessivamente 315 interventi nel settore fiscale. Il totale della base imponibile sottratta all’imposizione ammonta a quasi 130 milioni di euro, l’IVA evasa ad oltre 71 milioni di euro.
Nel “sommerso d’azienda” sono stati individuati 107 soggetti completamente sconosciuti al fisco (cosiddetti evasori totali) e recuperate a tassazione somme pari a quasi 19 milioni di euro.
Nell’ambito della “fiscalità internazionale” sono stati eseguiti 3 interventi con una base imponibile sottratta all’imposizione  pari a oltre 1 milione di euro.
Accertate 37 violazioni per reati di natura tributaria con la denuncia all’A.G. di 79 responsabili.
Sequestrate disponibilità patrimoniali e finanziarie per il recupero delle imposte evase nei riguardi dei responsabili di reati fiscali per un valore di oltre 12,7 milioni di euro e avanzate proposte di sequestro per 218,5 milioni di euro.
Scoperta l’emissione di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti per oltre  3,7 milioni di euro e la presentazione di dichiarazioni fraudolente mediante uso di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti per 2,6 milioni di euro. 
Nel “sommerso di lavoro” sono stati individuati 19 lavoratori “in nero” e 9 lavoratori “irregolari” (ovvero assunti senza il riconoscimento delle tutele previste dalla legge) con la  verbalizzazione di 8 datori di lavoro per utilizzo di manodopera irregolare e in nero.
Il “Controllo economico del territorio” si è sviluppato con l’esecuzione di 2.959 controlli (2.153 in materia di rilascio di ricevute e scontrini fiscali di cui 248 con rilievi (12%).

Nel corso invece di questi primi cinque mesi dell’anno i Reparti senesi hanno eseguito complessivamente 76 interventi nel settore fiscale. Il totale della base imponibile sottratta all’imposizione ammonta a quasi 32 milioni di euro, l’IVA evasa a quasi 80 milioni di euro.
Nel “sommerso d’azienda” sono stati individuati 24 soggetti completamente sconosciuti al fisco (evasori totali) e recuperate a tassazione somme pari a quasi 8,5 milioni di euro.
Di rilievo l’intervento eseguito nell’ambito della “Fiscalità internazionale” che ha consentito di  recuperare a tassazione una base imponibile pari a quasi 5 milioni di euro.
Accertate 11 violazioni per reati di natura tributaria con la denuncia all’A.G. di 7 responsabili.
Sequestrate disponibilità patrimoniali e finanziarie per il recupero delle imposte evase nei riguardi dei responsabili di reati fiscali per un valore di oltre 9,4 milioni di euro e avanzate proposte di sequestro per 82,5 milioni di euro.
Scoperta l’emissione di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti per 107.750 euro.
Nel “sommerso di lavoro” sono stati individuati 11 lavoratori “in nero” con la  verbalizzazione di 4 datori di lavoro per utilizzo di manodopera irregolare e in nero.
Il “Controllo economico del territorio” si è sviluppato con l’esecuzione di 1339 controlli (971 in materia di rilascio di Ricevute e Scontrini Fiscali di cui 162 con rilievi (17,5%).

CONTRASTO AGLI ILLECITI IN MATERIA DI SPESA PUBBLICA E ALL’ILLEGALITA’ NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE
Sul versante della tutela della Spesa pubblica, l’azione operativa della Guardia di Finanza persegue l’obiettivo primario di garantire allo Stato, all’Unione Europea, alle Regioni e agli Enti Locali il corretto impiego delle risorse pubbliche destinate al benessere della collettività e al sostentamento delle politiche di sviluppo economico e sociale, ancor di più oggi di fondamentale importanza per favorire la crescita del tessuto economico legale del Paese e garantire l’adeguato sostegno alle fasce più deboli della società.
In tale comparto, nel corso dell’annualità appena trascorsa e nei primi cinque mesi del corrente anno, l’impegno delle Fiamme Gialle senesi per verificare ed assicurare il corretto utilizzo delle risorse pubbliche versate dai cittadini, è proseguito ininterrottamente, indirizzando l’azione investigativa al contrasto alle truffe nelle pubbliche erogazioni, agli abusi e agli sprechi di denaro pubblico sia di origine nazionale che comunitaria.
Le indagini svolte in materia di controllo della spesa pubblica hanno portato a segnalare alla Procura Regionale della Corte dei Conti 49 soggetti, accertando nei loro confronti un danno erariale di quasi 3,9 milioni di euro ed eseguendo sequestri di beni per quasi 2 milioni di euro. 
Denunciati 2 soggetti per l’indebita percezione di fondi pubblici per un importo pari a oltre 108mila euro. In materia di Anticorruzione denunciati 14 soggetti, di cui 2 pubblici ufficiali, individuando condotte di peculato per un valore di € 732.664 ed avanzando proposte di sequestro per complessivi € 513.000.
A seguito di protocolli d’intesa con i comuni della provincia, stipulati al fine di contrastare le frodi alla spesa pubblica locale, sono stati effettuati 94 interventi in materia di Prestazioni sociali agevolate: 74 i “falsi poveri” (soggetti fruitori di prestazioni sociali agevolate nei settori sanitario, scolastico, del diritto allo studio universitario, ecc.) verbalizzati per aver irregolarmente ottenuto agevolazioni e prestazioni assistenziali (il 79% dei controllati).

CONTRASTO ALLA CRIMINALITÀ ECONOMICO-FINANZIARIA
(Dati riferibili all’annualità appena trascorsa e ai primi cinque mesi del corrente anno)
Nell’ambito del contrasto agli illeciti in grado di inquinare i circuiti legali dell’economia e di alterare le condizioni di libera concorrenza dei mercati, sono state approfondite, tra l’altro, n. 111 segnalazioni di operazioni sospette di riciclaggio pervenute dal mondo bancario. L’approfondimento di alcune di esse ha dato origine all’esecuzione di due interventi ispettivi di carattere tributario che hanno permesso di individuare una base imponibile sottratta a tassazione ai fini delle II.DD. pari a 14,6 milioni di euro e un’ I.V.A. evasa pari a 2,6 milioni di euro.
Condotte 3 ispezioni/controlli antiriciclaggio; eseguiti accertamenti antiriciclaggio nei confronti di 42 money transfer.
L’azione a tutela dell’economia si è sviluppata con l’effettuazione di 4 interventi e la denuncia di 9 soggetti per un riciclaggio accertato di 6,1 milioni di euro. In materia di autoriciclaggio effettuati 4 interventi con la denuncia di 5 soggetti (di cui 1 in stato di arresto) per un “riciclaggio accertato” di 1,5 milioni di euro. Eseguiti sequestri per 317 mila euro ed avanzate proposte di sequestro per 2,3 milioni di euro.
In materia di usura effettuati 2 interventi con la denuncia di 7 soggetti per un “valore oggetto di usura” di 5,4 milioni di euro. Avanzate proposte di sequestro per 451 mila euro. Nel campo dei reati fallimentari eseguiti 12 interventi con la denuncia di 19 soggetti (di cui 1 in stato di arresto) per un “valore di distrazioni accertate” di 7,8 milioni di euro. Avanzate proposte di sequestro per oltre 3 milioni di euro. 4 invece i soggetti denunciati per false comunicazioni sociali e avanzata proposta di sequestro per 3,4 milioni di euro.
La Guardia di Finanza, in virtù delle peculiari competenze riconosciute per legge nel settore, è fortemente impegnata anche nel contrasto alla contraffazione e agli altri illeciti che danneggiano la proprietà intellettuale. L’abusivismo commerciale, la contraffazione ed il commercio di prodotti insicuri danneggiano il mercato sottraendo opportunità e lavoro alle imprese che rispettano le regole e mettono in pericolo la salute dei consumatori.
La specifica attività svolta dai Reparti del Comando Provinciale di Siena, consistente nell’esecuzione di 65 interventi, ha portato alla denuncia di n. 8 soggetti ed alla verbalizzazione ai fini amministrativi di ulteriori 17.
In particolare:
nel corso del 2018 eseguiti 46 interventi che hanno portato alla verbalizzazione di n. 17 soggetti di cui 11 ai fini amministrativi e 6 denunciati alla A.G. Sottoposti a sequestro complessivamente 361.753 articoli;
nel corso del 2019 (sino a maggio) eseguiti 19 interventi che hanno portato alla verbalizzazione di n. 8 soggetti di cui 6 ai fini amministrativi e 2 denunciati alla A.G. Sottoposti a sequestro complessivamente 208.751 articoli.
Le deleghe dell’Autorità Giudiziaria e le vertenze della Corte dei Conti pervenute nel corso del 2018 risultano 822, quelle concluse 652. Nel corso del 2019 quelle pervenute risultano 211 e quelle concluse 173.
In ambito penale sono state accertate complessivamente 295 fattispecie di reato con la denuncia all’Autorità Giudiziaria di 442  soggetti, di cui 245 noti (2 in stato di arresto) e 197 ignoti.

CONCORSO ALLA SICUREZZA INTERNA
(Dati riferibili all’annualità appena trascorsa e ai primi cinque mesi del corrente anno)
I dipendenti reparti sono stati impegnati nell’attuazione del dispositivo permanente approntato a contrasto dei traffici illeciti eseguendo sul territorio di competenza 275 servizi sviluppati con il dispiegamento di 341 pattuglie, 700 militari, 42 unità cinofile con cani antidroga. In tale ambito sono state controllate 1162 persone e 873 mezzi.
Al di pubblica utilità 117 sono pervenute 96 segnalazioni di cui 79 nominative e 17 anonime. Per 10 segnalazioni è stato richiesto l’intervento della pattuglia sul posto a seguito delle quali per 3 segnalazioni sono state riscontrata situazioni di rilievo. Impiegate 1.554 pattuglie diurne e 512 pattuglie notturne per un totale di 2.056 pattuglie.
In materia di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, sono stati effettuati 38 interventi che hanno permesso di verbalizzare altrettanti soggetti di cui 6 denunciati, 30 segnalati al Prefetto e 2 ignoti. Sequestrate complessivamente gr. 196 di sostanze stupefacenti (4 cocaina, 189 hashish e marijuana e 3 altre droghe) e 11 piante di papavero da oppio.
 
sienafreewhatsapp2
GUARDA ANCHE

SOCIAL e SERVIZI

Facebook_RoundWhatsapp_free_social_media_icon_roundInstagram_round_social_media_icon_freeTwitter_round

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
fotostudiosiena