Venerdì, 15 novembre 2019
Banner
Banner
SIENA

Siena, due aggressioni in un giorno ad agenti di Polizia

Bookmark and Share
Un uomo arrestato ed un altro denunciato

polizia-auto-poliziotto650In poche ore si sono verificate ieri, domenica 6 ottobre, a Siena due aggressioni ai danni delle forze di polizia.
 
Nel pomeriggio le volanti della Questura sono state chiamate ad intervenire presso un bar di questa via Aretina, dove un uomo ubriaco, dopo aver molestato e minacciato ripetutamente alcuni clienti e dipendenti del locale, si era anche scagliato, colpendolo con violenza, contro un agente della Polizia penitenziaria libero dal servizio intervenuto per riportare la calma nel locale dopo essersi qualificato
 
Giunti subito sul posto i poliziotti delle volanti sono riusciti, non senza difficoltà considerata l’energica resistenza opposta dall’uomo e solo con l’uso dei dispositivi di contenzione, a trattenere e bloccare l’aggressore che era riuscito a sferrare dei pugni sul volto del collega della Penitenziaria.
 
Nonostante la presenza degli agenti l’aggressore, M.G., un abruzzese di 33 anni dimorante a Siena e già noto alle forze dell’ordine, dopo aver offeso e minacciato gli operatori, ha anche aggredito un agente delle volanti, colpendolo violentemente alla spalla.

Immobilizzato, è stato condotto in Questura; sia durante il trasporto nell’autovettura di servizio che durante la permanenza in ufficio per gli accertamenti di rito, l’uomo ha continuato imperterrito a tenere comportamenti violenti e minacciosi nei confronti degli agenti, cercando ripetutamente di colpirli anche con delle testate.

M.G. è stato quindi arrestato nella flagranza dei reati di violenza, minacce e lesioni nei confronti dell’agente della Polizia penitenziaria e degli agenti delle volanti. Il poliziotto della Penitenziaria e quello delle volanti rimasti feriti, hanno riportato delle lesioni con prognosi rispettivamente di dieci e cinque giorni. 
L’arrestato poi, come disposto dal Pubblico Ministero della Procura della Repubblica di Siena, è stato condotto dagli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, in regime di arresti domiciliari e fino al processo per direttissima del pomeriggio odierno, presso la sua abitazione di Siena.
 
Stasera si è tenuta l’udienza innanzi al Tribunale di Siena, al termine della quale è stato convalidato l’arresto operato dalla Polizia.

Oltre a tale evento, nella tarda serata di ieri sempre le volanti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico sono intervenute in zona Coroncina, dove era stato segnalato un soggetto che stava vagando per strada scalzo ed in pigiama.

Individuato il soggetto, un trentenne originario della provincia di Bergamo in stato di alterazione verosimilmente causato dall’assunzione smodata di alcool, gli agenti si sono prodigati, unitamente al personale medico del 118, per cercare di immobilizzarlo.

Durante le fasi dell’intervento l’uomo, pur immobilizzato sulla barella, è però riuscito a sferrare un violento calcio ad una poliziotta che, caduta per terra, ha sbattuto la testa contro una parte metallica della barella. L’agente si è poi fatta visitare dai sanitari: ha riportato, fortunatamente, solo una forte contusione con tre giorni di prognosi.

Nei confronti del soggetto in questione si procederà con una denuncia alla competente Autorità Giudiziaria.
 
GUARDA ANCHE

SOCIAL e SERVIZI

Facebook_RoundWhatsapp_free_social_media_icon_roundInstagram_round_social_media_icon_freeTwitter_round

MESSAGGIO AGLI UTENTI DEL SERVIZIO WHATSAPP

Da una 15ina di giorni non è più attivo il nostro servizio di invio notizie su whatsapp in quanto l'azienda ha bloccato il nostro numero. Dopo numerose richieste per capire il motivo ci hanno risposto, dopo 10 giorni, adducendo una presunta "violazione dei termini del servizio" specificando la vendita di prodotti non consentiti. Ora, inviando SOLAMENTE notizie, e avendo letto la corposa lista delle vendite vietate per cercare di capire un motivo per tale violazione, deduciamo che, per qualche geniale algoritmo di qualche geniale software, articoli tipo "arrestato spacciatore di cocaina" vengano considerati come vendita... ma ripetiamo, sono solo deduzioni che facciamo. Avendo spiegato nei dettagli il tutto al dis-servizio assistenza abbiamo ricevuto zero risposte e il numero è tuttora bloccato. Siamo dispiaciuti per la situazione e ci scusiamo con i 3.000 utenti del servizio soprattutto per non poter avvertire direttamente a causa del blocco del numero. Speriamo che quanto prima la situazione sia chiarita in modo da poter ripristinare il servizio. Grazie mille.

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK