Venerdì, 15 novembre 2019
Banner
Banner
SIENA

Siena, lite per una banconota falsa da 100 euro: titolare di pubblico esercizio denunciata dalla Polizia

Bookmark and Share
polizia-banconotafalsa-100euroHa ricevuto una banconota falsa e anziché chiamare la polizia è andata a chiedere il risarcimento direttamente a chi secondo lei l’aveva spesa.

E' accaduto qualche giorno fa a Siena. Un esercente del centro storico di Siena ha richiesto un intervento al 113 in quanto si è visto accusare dalla titolare di una rivendita di kebab di aver pagato la consegna di un pasto a domicilio, effettuata la sera prima attraverso un servizio di consegna on-line, con una banconota falsa di 100 euro.

La donna si è presentata personalmente presso il luogo di lavoro, cercando con insistenza di farsi sostituire la falsa banconota. L’uomo però, disconoscendo di aver pagato proprio con quella banconota e temendo un raggiro, anche in considerazione dell’insistenza della donna, ha richiesto l’intervento della Polizia.

Sul posto, gli agenti delle Volanti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico hanno da subito constatato la falsità della banconota, poiché non presentava i classici profili di sicurezza previsti dalla Banca Centrale Europea. Hanno poi accertato che la donna aveva anche ricevuto indicazioni dal gestore del servizio di consegna cibi a domicilio di contattare immediatamente le autorità per denunciare l’accaduto ed interrompere così la circolazione della banconota.

Disattendendo le raccomandazioni, si è invece recata dal titolare del bar per consegnargliela e per ottenerne il risarcimento commettendo così di fatto il reato di spendita di banconote falsificate.

Gli agenti hanno quindi sequestrato la banconota falsa, inviata successivamente per le opportune verifiche all’ufficio apposito della Banca d’Italia, ed hanno inoltre denunciato alla Procura della Repubblica la donna per non aver interrotto la circolazione illegale della stessa.

La Polizia raccomanda molta attenzione e, nel caso di dubbi sull’autenticità delle banconote, di contattare immediatamente le forze dell’ordine per fare in modo che quest’ultime possano intervenire efficacemente.
 
GUARDA ANCHE

SOCIAL e SERVIZI

Facebook_RoundWhatsapp_free_social_media_icon_roundInstagram_round_social_media_icon_freeTwitter_round

MESSAGGIO AGLI UTENTI DEL SERVIZIO WHATSAPP

Da una 15ina di giorni non è più attivo il nostro servizio di invio notizie su whatsapp in quanto l'azienda ha bloccato il nostro numero. Dopo numerose richieste per capire il motivo ci hanno risposto, dopo 10 giorni, adducendo una presunta "violazione dei termini del servizio" specificando la vendita di prodotti non consentiti. Ora, inviando SOLAMENTE notizie, e avendo letto la corposa lista delle vendite vietate per cercare di capire un motivo per tale violazione, deduciamo che, per qualche geniale algoritmo di qualche geniale software, articoli tipo "arrestato spacciatore di cocaina" vengano considerati come vendita... ma ripetiamo, sono solo deduzioni che facciamo. Avendo spiegato nei dettagli il tutto al dis-servizio assistenza abbiamo ricevuto zero risposte e il numero è tuttora bloccato. Siamo dispiaciuti per la situazione e ci scusiamo con i 3.000 utenti del servizio soprattutto per non poter avvertire direttamente a causa del blocco del numero. Speriamo che quanto prima la situazione sia chiarita in modo da poter ripristinare il servizio. Grazie mille.

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK