Venerdì, 15 novembre 2019
Banner
Banner
SIENA

''Un Paese di sana e robusta Costituzione'', confronto delle Acli con Rosy Bindi e Fausto Bertinotti

Bookmark and Share
acli-logo650"Un Paese di sana e robusta Costituzione”: questo è il titolo dell'incontro pubblico che si svolgerà giovedì 24 ottobre, alle ore 17.30, organizzato dalle Acli senesi nella splendida cornice di Palazzo Patrizi, in via di Città, a Siena.

L'incontro si inquadra in una serie di iniziative promosse dal Movimento aclista per ricordare il settantacinquesimo anniversario della nascita delle Acli in Italia e a Siena. Come si evince dal titolo, si parlerà della Costituzione italiana e dei valori che ne stanno a fondamento. Per capire ancora meglio lo spirito della Carta Costituzionale si è scelto di far dialogare personalità del mondo della cultura e della politica.

Il confronto vedrà come protagonisti Rosy Bindi, già ministro della Sanità e della Famiglia e presidente della Commissione Antimafia, e Fausto Bertinotti, per molto tempo uno dei principali esponenti della sinistra italiana ed ex presidente della Camera dei Deputati.

Il responsabile delle Acli di Siena, Enrico Fiori, ha così spiegato il senso dell'incontro: "Abbiamo voluto parlare di Costituzione perché con i suoi principi fondamentali del lavoro, della libertà, della pace e della giustizia sociale, costituisce uno dei punti più alti della storia della nostra Repubblica ed uno straordinario incontro di culture diverse ed animate da una forte tensione al bene comune. Vangelo e Costituzione sono le fonti d'ispirazione che ci hanno guidato nei nostri primi settantacinque anni e con i quali vogliamo continuare a costruire il futuro".
 
GUARDA ANCHE

SOCIAL e SERVIZI

Facebook_RoundWhatsapp_free_social_media_icon_roundInstagram_round_social_media_icon_freeTwitter_round

MESSAGGIO AGLI UTENTI DEL SERVIZIO WHATSAPP

Da una 15ina di giorni non è più attivo il nostro servizio di invio notizie su whatsapp in quanto l'azienda ha bloccato il nostro numero. Dopo numerose richieste per capire il motivo ci hanno risposto, dopo 10 giorni, adducendo una presunta "violazione dei termini del servizio" specificando la vendita di prodotti non consentiti. Ora, inviando SOLAMENTE notizie, e avendo letto la corposa lista delle vendite vietate per cercare di capire un motivo per tale violazione, deduciamo che, per qualche geniale algoritmo di qualche geniale software, articoli tipo "arrestato spacciatore di cocaina" vengano considerati come vendita... ma ripetiamo, sono solo deduzioni che facciamo. Avendo spiegato nei dettagli il tutto al dis-servizio assistenza abbiamo ricevuto zero risposte e il numero è tuttora bloccato. Siamo dispiaciuti per la situazione e ci scusiamo con i 3.000 utenti del servizio soprattutto per non poter avvertire direttamente a causa del blocco del numero. Speriamo che quanto prima la situazione sia chiarita in modo da poter ripristinare il servizio. Grazie mille.

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK