Venerdì, 3 aprile 2020
Banner
Banner
sienafreewhatsapp650x80
SIENA

''FiguriAMOci SIENA'', l'edizione 2020 è una dedica alla grande bellezza di Siena

Bookmark and Share
figuriamocisiena cs2020Dopo il clamoroso e inaspettato successo dello scorso anno con l'album delle figurine delle Contrade, anche per il 2020, il Comitato Amici del Palio e la casa editrice Il Leccio danno vita a una nuova edizione di “FiguriAMOci SIENA” omaggiando le bellezze architettoniche e monumentali della nostra città.

"Un lavoro, quest’anno, molto più ricco nei contenuti - come dichiarato dal presidente del Comitato Amici del Palio Emiliano Muzzi durante la conferenza stampa tenutasi oggi a Palazzo Berlinghieri alla quale erano presenti anche l’assessore al Turismo Alberto Tirelli, la collega alle Politiche giovanili Clio Biondi Santi, l’editore Riccardo Cerpi e lo storico Giovanni Mazzini -. Ben 16 pagine in più per un totale di 96 con 570 figurine, frutto di un lavoro fotografico inusuale, capillare e suggestivo sulla grande bellezza di Siena. Da illustri personaggi a opere architettoniche e monumentali passando per la storia. Ingredienti, tutti, che rendono celebre in tutto il mondo la città del Palio". Muzzi ha poi tenuto a ricordare che "una parte del ricavato verrà devoluta all’associazione Coccinelle per il reparto di pediatria dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Senese".

"“FiguriAMOci SIENA” è un vero e proprio viaggio, ben espresso dalla copertina stessa - ha sottolineato l’assessore Tirelli - in cui un ipotetico turista a bordo di una mongolfiera giunge a Siena per conoscerla ancora meglio. Fare l’Album non è solo un modo per stare insieme, ma è anche un valido strumento di valorizzazione turistica, delle bellezze architettoniche e artistiche della città anche per coloro che senesi non sono".

"Un progetto didattico, lo stesso della scorsa edizione - ha proseguito Muzzi - che si rivolge a tutti i senesi senza distinzioni di età, e che vuole stimolare, attraverso il gioco e lo scambio delle figurine, la curiosità e la conoscenza delle proprie origini. Un ulteriore passo per continuare a sostenere l’instancabile attività del Comitato che, fin dal 2013, con il progetto “Il Comitato nelle scuole”, porta la storia e la memoria più vera di Siena, fra gli alunni delle scuole elementari della città e di alcuni comuni limitrofi. Il prossimo appuntamento è fissato per il 9 marzo, con una lectio magistralis del professore Mazzini alla Rocca Salimbeni nella Sala San Donato con il coinvolgimento di circa 120 studenti".

"Far conoscere e promuovere la città in modo facile e divertente - ha sottolineato l’assessore Biondi Santi - è molto importante, non solo per i giovani, ma per tutti noi. Per costruire un'identità, quella senese, più consapevole fatta di storia, di luoghi e di uomini che l'hanno resa celebre perché solo conoscendo a fondo il luogo in cui si vive è possibile comprenderlo e sentire di farne parte".

"L’album di quest’anno - ha aggiunto l’editore Riccardo Cerpi - è un condensato di nozioni storiche, curiosità e informazioni, ad alto tasso scientifico, ma di facile fruibilità, che ha la pretesa di catalizzare l’attenzione e l’interesse di ogni senese e non solo, attraverso il divertimento e il piacere del collezionismo e dello scambio delle figurine".

Un progetto editoriale incentrato sulla divulgazione del sapere. I testi, redatti infatti da Laura Bonelli, hanno avuto la consulenza dello storico Giovanni Mazzini, che è anche il testimonial per la promozione dell’Album. "Due eccellenze senesi - come ha evidenziato Cerpi - che insieme a Guido Bellini, ideatore della grafica, e Duccio Fiorini che ha scattato le fotografie, hanno dato vita a questo “Viaggio d’amore …” per la città di Siena, per meglio conoscerla, per risalire alle nostre origini". "Con l’Album dello scorso anno abbiamo superato ogni aspettativa. Un dato confermatoci a livello nazionale. L’auspicio è che rappresenti un viatico per continuare in questa bellissima impresa editoriale. Grazie anche al nuovo media partner di quest’anno: La Nazione che domani mattina sarà distribuito gratuitamente insieme alla copia del giornale mentre dal prossimo sabato e per i tre sabati successivi La Nazione darà in omaggio un pacchetto di figurine".

E così ecco che dopo le Contrade adesso l’attenzione è sulla storia della città. "Una raccolta - per Mazzini - pensata per un pubblico vasto. Non solo ragazzi, ma anche adulti perché l’Album rappresenta un mezzo di comunicazione di massa, ed il sapere, se non divulgato, rimane fine a se stesso. L’intenzione, infatti, era quella di diffondere informazioni e, in parallelo, valorizzare il patrimonio artistico-culturale di Siena. Per questo anche il codice linguistico usato è di facile approccio: di taglio sì scientifico ma anche con spazio alle leggende quando queste non siano state confutate con la realtà storica documentata. Quando l’Album sarà completato chi ha raccolto le figurine non solo avrà acquisito conoscenze, ma sicuramente avrà voglia di saperne ancora di più".

Per Pino Di Blasio, caposervizio di Siena de La Nazione, si è trattato "di un supporto ad una ricerca basata sull’orgoglio di essere senesi". "La nostra - ha sottolineato - è stata una collaborazione volta a diffondere la passione per Siena con un album più colto, sofisticato e appassionante".

La distribuzione, oltre che in edicola, nei prossimi giorni coinvolgerà anche le Contrade e le scuole elementari e medie; mentre dal 26 febbraio l’album sarà anche in libreria al costo di 2 euro. Le bustine contenenti 6 figurine, anziché 5 come l'anno scorso, saranno vendute al costo di 80 centesimi l'una.

Sull'iniziativa è intervenuta anche Confesercenti Siena. “Il ritorno delle figurine in edicola è senz’altro una bella notizia. ‘Figuriamoci a Siena’ è un’iniziativa che fa bene a tutti: agli adulti affezionati alla storia, ai più piccoli che possono impararla, alla comunità senese e al tessuto imprenditoriale cittadino”. Così Leonardo Nannizzi, Presidente provinciale di Confesercenti Siena, commenta la presentazione della nuova edizione dell’album.

“La diffusione delle figurine tramite le edicole e le librerie della provincia, ovvero i punti vendita di questo tipo che ancora esistono nel nostro territorio, offre a tutti la possibilità di riflettere sul valore che queste attività devono continuare a rivestire, e su cosa perderemmo se sparissero del tutto. E’ apprezzabile anche il fatto che tra le pagine dell’album si trovino riferimenti alla presenza delle attività commerciali storiche nelle vie della città. Ci sforziamo da tempo di far considerare alla città e alla politica il valore sociale di queste realtà, per creare strumenti che tutelino ciò che esse possono offrire per i nostri centri; troppo spesso solo quando se ne perdono i pezzi ci rendiamo conto del loro valore. Iniziative come questa devono stimolarci a proseguire”.
 
sienafreewhatsapp2
GUARDA ANCHE

SOCIAL e MESSENGER

Facebook_Round Twitter round Instagram_round_social_media_icon_free Telegram round Whatsapp_free_social_media_icon_round

CORONAVIRUS - 10 comportamenti raccomandati dal Ministero della Salute

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
sienafreewhatsapp300X200
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK