SIENA

Secondo appuntamento del laboratorio ''Siena intelligente''

Sabato 08 Marzo 2014 17:12
Bookmark and Share
Mancuso: "Lavoreremo su un regolamento di collaborazione tra cittadini e Amministrazione per la cura e la rigenerazione dei beni comuni urbani"

fulviomancuso-comune450vPedonalizzazione e riduzione veicolare del centro storico, mobilità elettrica, copertura wi-fi, web community e social network per il turismo, sistemi di interazione e segnalazione per il rispetto del decoro urbano, snellimento delle procedure burocratiche, crowdfunding, raccolta differenziata, un concorso delle idee per l'arredo urbano e soprattutto partecipazione attiva dei cittadini alle scelte dell’Amministrazione (open government e open data). Sono alcuni dei temi trattati nel primo incontro- laboratorio che si è tenuto mercoledì 26 febbraio, promosso dal Vice Sindaco Fulvio Mancuso con la collaborazione di Massimiliano Angelini (fondatore di Smart City Lab). All’incontro ha partecipato anche il Sindaco di Capannori, Giorgio Del Ghingaro, che ha incentrato il suo intervento su due temi: il bilancio di partecipazione e la costruzione di un’esperienza innovativa di raccolta differenziata.

Il secondo appuntamento, che si terrà giovedì 13 marzo dalle ore 18:00 presso Palazzo Pubblico nella Sala delle Lupe, verterà invece sulla costruzione concreta di un regolamento sulla collaborazione tra cittadini e Amministrazione per la cura e la rigenerazione dei “beni comuni urbani”.

Secondo il Vice Sindaco Fulvio Mancuso “adottare questo regolamento, di cui esiste un valido testo elaborato dall'Associazione LABSUS insieme al Comune di Bologna, significherebbe poter realizzare azioni, individuali o collettive, di breve o di lunga durata, finalizzate alla collaborazione tra Comune e cittadini per valorizzare gli spazi della nostra città. Tutto questo incentivando la creatività, l’innovazione tecnologica, il coinvolgimento delle scuole e anche introducendo agevolazioni di natura fiscale e amministrativa. Si tratta di un progetto di grande innovazione sociale ed economica, fondato su solide basi di democrazia interattiva e diretta. A tale proposito ho anche presentato un’informativa in giunta. Un primo passo concreto, su cui dobbiamo lavorare con tutto il ‘Laboratorio’ di Siena intelligente - Smart Siena e con tutti quelli a cui interessa stare all’interno di un percorso di partecipazione aperto. Ringrazio il Sindaco Bruno Valentini che, riconoscendo il valore del lavoro che stiamo portando avanti, ha voluto assegnarmi la delega formale per la valorizzazione di Siena quale smart city".