Lunedì, 20 maggio 2019
Banner
Banner
PROVINCIA - SINALUNGA

Sinalunga, un marciapiede e due attraversamenti pedonali per migliorare la sicurezza dei pedoni

Bookmark and Share
Intervento tra località Capacciola e Reddo fino all’Amorosa e attraversamenti in via Trento e via Trieste

vanessa_bastreghi2017_650Un marciapiede in località Capacciola e Reddo in grado di collegare il centro abitato di Pieve di Sinalunga alla località Amorosa. E’ stato approvato nell’ultima giunta comunale il progetto esecutivo per il marciapiede che verrà realizzato partendo dalla fine di quello esistente dopo il ponte La Pira fino all'ingresso in via del Serraglio. «Un’opera necessaria e indispensabile – spiega Vanessa Bastreghi, assessore alla Sicurezza - per migliorare la sicurezza stradale e riqualificare il sistema viario in un tratto con agglomerati abitativi importanti e ad alta densità di traffico. Un intervento in grado di mettere in sicurezza i pedoni».

L'intervento, per un importo di 100.000 euro con risorse assegnate al Comune con la Legge di Bilancio 2019, inizierà entro il 15 maggio 2019. Un’opera che si aggiunge ad altri significativi lavori di messa in sicurezza stradale: recentemente sono stati realizzati due attraversamenti pedonali illuminati con luci a led altamente performanti in via Gramsci e in via Trento sempre in strade ad alta densità di traffico e dove si sono verificate situazioni di criticità per il pedone. «Gli attraversamenti pedonali luminosi aumentano la sicurezza stradale nel suo complesso, prima di tutto per i pedoni ma anche da tutti gli utilizzatori di strada – conclude l'assessore Bastreghi - infatti aumentano la sicurezza dei pedoni attraverso una migliore illuminazione del passaggio pedonale sulle strisce, e inducono i conducenti dei veicoli a rallentare, visto che ci troviamo all'interno dei centri abitati».
 
sienafreewhatsapp2

GUARDA ANCHE


SOCIAL e SERVIZI

Facebook_RoundWhatsapp_free_social_media_icon_roundInstagram_round_social_media_icon_freeTwitter_round
estra300x250-80

ESTRA NOTIZIE

fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK

SEGUICI SU TWITTER