Domenica, 24 Febbraio 2019
Banner
Banner
Ultime Notizie
PortaSiena2019
SPORT - ALTRI SPORT

Rally della Val d’Orcia, alta qualità degli iscritti tra i quali il campione mondiale Produzione 2015 Gianluca Linari

Bookmark and Share
Una quindicina le vitture al via nella categoria R5 oltre ai principali protagonisti della serie RaceDay e del fondo sterrato

gianlucalinari-saltosveziaSi sta avvicinando a grandi passi l’edizione del decennale del Rally della Val d’Orcia in programma il prossimo week-end, primo appuntamento italiana della stagione 2019 oltre che terza gara valevole per la seguitissima serie RaceDay Rally Terra.

La manifestazione che da questa edizione è interamente organizzata dalla Radicofani Motorsport avrà abbinata anche una gara di autostoriche. Come già detto le due manifestazioni apriranno, di fatto, la stagione rallystica italiana oltretutto su fondo sterrato. Fondo questo dove sono nati i rally e che ha fatto appassionare generazioni di persone a partire dal Rally di Sanremo mondiale che vedeva proprio Radicofani un punto di riferimento degli anni ottanta per poi proseguire con negli anni novanta con il Campionato Italiano fino ai tempi attuali con il Raceday Rally Terra. Inoltre la manifestazione coinvolgerà un angolo di territorio tra i più suggestivi della Toscana avendo nei comuni di Radicofani e di San Casciano dei Bagni i due principali epicentri.

Ma vediamo i protagonisti che hanno aderito alla manifestazione, in primis il campione mondiale Rally Produzione 2015 il fiorentino Gianluca Linari che si è distinto al suo rientro lo scorso anno al Rally d’Australia con una eccezionale dodicesima piazza assoluta oltre che seconda di WRC con la usuale Subaru Impreza Sti N15. Qui il fiorentino invece ritornerà alla guida della Ford Fiesta R5 con cui sempre nel 2018 aveva preso contatto per il Rally di Svezia. Altri protagonisti Smiderle che ha vinto il Rally Balcone delle Marche 2018 con la Ford Fiesta RS WRC, risultato che gli ha consentito di essere in terza posizione assoluta nel Raceday 2018/2019 ad appena un punto dai due piloti in testa anch’essi presenti al Val d’Orcia,  De Luna su Ford Fiesta R5 e Trevisani invece su Hyundai j20 R5. Sarà della partita anche Hoelbling che è sempre andato a podio nelle ultime quattro edizioni cogliendo nel 2014 anche la vittoria assoluta e che si ripresenta con una Skoda Fabia R5. Interessante da seguire il rientrante pluricampione Renato Travaglia all’esordio con la Skoda Fabia R5 oltre che il neo pilota ufficiale Peugeot Italia il giovane Tommaso Ciuffi.

Nei prossimi giorni sarà pubblicato l’elenco ufficiale degli iscritti e sicuramente ci saranno delle sorprese per gli equipaggi che si sfideranno nelle sei prove speciali in programma, la conosciuta Radicofani e quella di San Casciano dei Bagni due tratti cronometrati rispettivamente di Km. 12,91 e di Km. 6,48 da ripetersi tre volte per un totale di Km. 57,27 di PS su un percorso globale di Km. 179,81.

Ad ogni giro sarà previsto un riordino a San Casciano dei Bagni a cui seguirà un parco assistenza invece nella zona industriale di Val di Paglia.

Il programma della manifestazione prevede per sabato 9 la partenza ufficiale della gara dalla consueta e suggestiva piazza San Pietro di Radicofani con inizio alle ore 19.01 e riordino notturno previsto a San Casciano dei Bagni. Domenica 10 febbraio inizierà la gara vera e propria con l’uscita dal riordino notturno a cui seguirà il primo parco assistenza e alle ore 9.00 partirà la prima prova speciale di Radicofani a cui seguirà quella di San Casciano dei Bagni. Le due prove saranno ripetute tre volte intervallate sempre da un riordino e da un parco assistenza. L’arrivo è previsto sempre a Radicofani alle ore 16.20 con premiazione sul palco d’arrivo a cui seguirà il parco chiuso presso gli impianti sportivi.

La base logistica della gara sarà il Palazzo comunale di Radicofani che ospiterà la direzione gara, segreteria, sala classifiche e sala stampa.

Lo scorso anno vinse, per la sesta volta, il trentino Alessandro Taddei che affiancato da Gaspari aveva a disposizione una Skoda Fabia R5, seconda piazza per il duo Hoelbling-Grassi su analoga vettura,  mentre terzo un giovanissimo Bulacia, astro nascente  boliviano invece su Ford Fiesta R5.
 
sienafreewhatsapp2

GUARDA ANCHE


SOCIAL e SERVIZI

Facebook_RoundWhatsapp_free_social_media_icon_roundInstagram_round_social_media_icon_freeTwitter_round
300x250_estra_10agosto2018

SEGUICI SU TWITTER

fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK