Venerdì, 19 aprile 2019
Banner
Banner
SPORT - ALTRI SPORT

Karting, buon successo del Trofeo Pacini al Circuito di Siena

Bookmark and Share
Il 7° Trofeo Pacini al Circuito di Siena ha visto una partecipazione di 140 piloti
In gara le categorie nazionali per il Campionato Regionale Toscana-Umbria, il Tuscany Challenge e la Rok Cup Area Centro-Sud

KZ2_Del_Vecchio25aprile2015Con un’ottima partecipazione di 140 piloti si è disputata lo scorso fine settimana al Circuito di Siena la seconda prova del Campionato Regionale Toscana-Umbria e Tuscany Challenge con le categorie nazionali, e la terza prova della Rok Cup Area Centro-Sud.

KZ2. Particolarmente interessante la KZ2 dove il successo alla fine lo ha ottenuto Luigi Del Vecchio, su Tony Kart-Vortex, dopo un predominio di Mattia Vita, anche questi su Tony Kart-Vortex, che aveva ottenuto il miglior tempo nelle prove ufficiali e la vittoria in Prefinale, ma poi costretto al ritiro in Finale. In lotta per la vittoria si era inizialmente inserito anche Massimo Mazzali (Mad-Croc-Tm) ma negli ultimi giri ha dovuto cedere anche la seconda posizione andata a favore di Alessio Piccini (Tony Kart-Vortex). Sul traguardo Del Vecchio ha quindi concluso con due decimi di vantaggio su Piccini e quattro decimi su Mazzali. Quinto è terminato Alessandro Giulietti (Intrepid-Tm) che ha preceduto Simone Brenna (TB Kart-Tm), Mauro Simoni (CRG-Tm), Alessio Mordini (Energy-Tm), Alessio Baldi (Wild-Vortex) e Massimiliano Santonocito (Tony Kart-Vortex). Fra i mancati protagonisti di questa prova Marco Pastacaldi (CRG-Tm) costretto al ritiro in Finale.

PRODRIVER UNDER. Nella Prodriver Under ottima la prestazione messa in atto da Simone Lepri (Energy-Tm), autore della pole position e poi della vittoria sia in Prefinale che in Finale. Il dominio di Lepri è stato netto, lasciando gli altri a lottare per le posizioni del podio ha lasciato agli altri la Le altre due posizioni del podio. Il secondo posto è riuscito ad ottenerlo Emanuele Petreni (PCR-Tm) che ha avuto la meglio su Alessio Zanotti (Tony Kart-Vortex). Quarto ha concluso Jacopo Prescendi (Tony Kart-Tm) mentre il quinto posto è andato a Antonio Casolare (DR-Tm) al termine di una rimonta dall’11ma posizione. Nella top-ten si sono inseriti Kevin Ceccarelli (CRG-Tm), Luigi Di Lorenzo (Ricciardo-Tm), Riccardo Viviani (CRG-Tm), Nicola Mei (Righetti Ridolfi), e Gabriele Dal Canto (Tony Kart-Vortex).

PRODRIVER OVER. Dominatore assoluto della Prodriver Over si è rivelato Claudio Tempesti (Birel-Tm), miglior tempo in prova e vincitore sia della Prefinale che della Finale. Ad arrivargli in scia sul traguardo della Finale è stato Sirio Tonarelli (Tony Kart-Vortex) che però si è dovuto accontentare della seconda posizione. Terzo è riuscito a piazzarsi Sergio Lattanzi (CRG-Tm) su Paolo Beltramini (Tony Kart-Vortex) e Luca Giannecchini (Energy-Tm).

CLUB. Nell’affollata 125 Club, con 24 partenti, a dominare la scena è stato Gino Strovegli (CRG-Tm). Dopo aver fatto segnare il miglior tempo in prova, Strovegli si è imposto anche in Prefinale e quindi in Finale, dove ha preceduto Loris Fontana (Birel-Tm) e Roberto Arcangeli (CKR-Tm). Autore di una buona rimonta Andrea Telleschi (CKR-Vortex) conclusa con la quarta posizione davanti a Enrico Simonetti (Art GP-Tm).

Nella gara Club Historic riservata ai kart motorizzati Gilera, con 14 piloti, a imporsi è stato Alessandro Falsetti (CRG) su Marco Rosadi (Monza) e Fabio Rondellini (Tony Kart).

MINI ROK. Nella vivace Mini Rok, per la vittoria finale ha avuto la meglio Pietro Delli Guanti (Tony Kart) su Michael Piro (Top Kart) in un arrivo in volata. Più staccato con il terzo posto ha concluso Filippo Croccolino (Kosmic), che ha preceduto di misura Federico Albanese (Top) e Federico Felici (Tecno).

Insieme alla Mini Rok ha corso la 60 Mini con Pierluigi Domenicone (Top-Vortex), che ha concluso al decimo posto assoluto vincendo la classe.

ROK JUNIOR. Nella Rok Junior in Finale è riuscito ad imporsi Francesco Comanducci  dopo che in prova era stato Armando Musto  il più veloce e in Prefinale Nigel De Sanctis, tutti su Tony Kart. In Finale in un arrivo in volata è stato Comanducci ad aggiudicarsi la prima posizione in rimonta dal settimo posto, davanti a Francesco Pagano (Tony Kart) e Musto.

ROK. La Rok si è distinta per una pioggia di penalità inflitte ai finalisti per mancato allineamento in partenza o per partenza anticipata. Ad aggiudicarsi la vittoria è stato così Leonardo Pelosi (Tony Kart) su Cristiano Colafrancesco (Tony Kart) e Emanuele Taranghelli (Kosmic), questi ultimi due penalizzati di 3 secondi dopo aver concluso sul traguardo al primo e secondo posto.

SUPER ROK. Nella Super Rok la vittoria è andata a Lorenzo Caponi, vincitore anche della Prefinale, su Vittorio Maria Russo, ambedue su Tony Kart, mentre la terza posizione è andata a Daniele Bartoletti (FA) dopo una rimonta dalle ultime posizioni.

ROK SHIFTER. Nella Rok Shifter è stato Fabio Ferretti (Tony Kart) a imporsi dopo aver vinto anche la Prefinale. Ferretti ha preceduto Pierluigi Giglio (CRG), autore della pole position, e Daniele Quadrana (Birel).

Tutte le classifiche nel sito www.circuitodisiena.it
 
sienafreewhatsapp2

GUARDA ANCHE


SOCIAL e SERVIZI

Facebook_RoundWhatsapp_free_social_media_icon_roundInstagram_round_social_media_icon_freeTwitter_round
300x250_estra_19marzo2019

ESTRA NOTIZIE

fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK

SEGUICI SU TWITTER