Martedì, 24 Ottobre 2017
Banner
Banner
Ultime Notizie
Banner
SPORT - BASKET
E-mail Stampa PDF

Presentata la Soundreef Mens Sana

Bookmark and Share
menssana-presentazione650La Soundreef Mens Sana Basket ieri si è presentata nella magnifica aula magna dell’Università di Siena. Il pubblico l’ha riempita, il sindaco di Siena e il magnifico Rettore hanno pronunciato parole dense di significato, il Presidente Bagatta ha sciolto i cuori presentandosi con le vesti da gara di Alessandro Cappelletti, il figlio di tutti, il più amato, l’assente certo almeno per la regular season. Quando la commozione si è attenuata ed è cresciuta la partecipazione, i membri di staff e roster sono stati brillantemente presentati dalla conduttrice Valentina Tomei e ciascuno ha ricevuto un’ovazione. Senza tempi morti, il pomeriggio si è chiuso velocemente raggiungendo l’obbiettivo di comunicare ai giocatori che c’è una Siena che li sostiene e li sosterrà. Il loro impegno sarà per la maglia e per la città che ha bisogno dei loro successi.

Detto questo. Vi offriamo le “chicche” di una giornata davvero lunga dove grandi notizie non ci sono, ma non mancano i piccoli segni di qualcosa che gira per il verso giusto.

Nella nottata precedente arriva Borsato che, finite le sessioni mattutine, riceve subito una personale lezione da coach Griccioli di filosofia cestistica, tattica, geografia di parquet e obiettivi. Giulio si dilunga e si gioca la sua razione di pancosanti che l’attende al piano di sopra. E’ in arrivo il presidente, i Macchi già ci sono, in segreteria si tiene i conti dei più “civettuoli”, cioè coloro che scompaiono una mezzoretta perché hanno appuntamento dal barbiere in una giornata dove sono previste fotocamere e videocamere a iosa. E’ comunque lista che non viene divulgata.

Dopo il pranzo un altro round di parquet dal quale la squadra emerge in maniera variegata: i dirigenti indossano tutti l’elegante divisa di gara, i giocatori arrivano tutti in maglietta – nonostante i colpi di tosse che da un paio di giorni si sentono. Il diesse Marruganti ne redarguisce alcuni e si tranquillizza solo dopo aver controllato che tutti abbiano la felpa. Alla fine in piazza Matteotti ci sono tutti, anche chi nel frattempo s’era perso nel percorso viale Sclavo-Fortezza. Paolo Lazzeroni, smette i panni del fotografo ufficiale e, con l’autorità del dirigente di Fomenta, ravviva la passeggiata con una diretta facebook. I giocatori sono carenti sulla storia dei palazzi senesi, ma mostrano di conoscere il percorso per spuntini e aperitivi. Comunque digressioni e diversioni non sono permesse, il rinfresco già è in programma sulla soglia di Conad Sapori & Dintorni in Piazza. La squadra arriva dove i tifosi attendono, gli uni sul lastricato gli altri a guardare dalla linea dei colonnini, poi le pizzette di “Lady Conad”, la dottoressa Fiorella Bianchi, conosciuta e bersagliata con fine galanteria dal Presidente Bagatta, mettono tutti d’accordo. E davanti al tavolo del rinfresco si mescolano tesserati mensanini e sportivi venuti a conoscerli e incoraggiarli.

Siamo ai primi selfie, ma il tempo è inclemente perché è già ora di salire al Rettorato per la presentazione ufficiale della squadra. La sala è piena, stampigliate ai lati le coccarde di RadioSienaTv che ha vinto la propria battaglia per aggiudicarsi le dirette della stagione. Il Sindaco è già arrivato, ma qualche minuto va perso per aspettare il Rettore che balza tra un impegno e l’altro, scalda la voce Valentina Tomei che avrà il ruolo di portare freschezza e simpatia in una cerimonia in cui il Presidente Bagatta decide di partecipare con una scelta di stomaco che fa bene al cuore fin quasi commuovere. Rinuncerà a presentarsi nella sua consueta eleganza per vestire la sopramaglia di Cappelletti: è a lui che vuole tributare i maggiori onori della giornata. Alessandro, figlio e fratello di tutti i presenti, è un po’ mogio ed anche il Magnifico Rettore Francesco Frati dedicherà a lui la parte imponente del suo saluto. Giocatore di livello in tempi passati confessa alla platea che anche lui si è rotto tre volte il crociato, ma ha continuato. Il Presidente Guido Bagatta coglie l’occasione e ammicca ad Alessandro, “vedi, in dannatissima ipotesi anche te potrai fare il Rettore dell’Università di Siena”. E non c’è bisogno di chiamare una serie di applausi fragorosi e spontanei. Forza Alessandro, forza. Qualcosa si scioglie e prende tono una presentazione dai tempi agili. Il Rettore prima e il sindaco di Siena Bruno Valentini dopo rimarcano l’importanza della Mens Sana nello sport senese, dicono parole importanti, ufficiali e che racchiudono promesse di aperture già fatte e replicabili. Bagatta è incontenibile e lanciatosi nell’intento di strappare al sindaco una sua presenza assicurata alla prima interna di campionato, si mette a leggergli l’agenda degli appuntamenti da dietro. A stare a sentirlo i prossimi appuntamenti del sindaco sarebbero “Renzi, Renzi, Renzi e… Grillo”. Il sindaco a questo punto mette fine alla questione e annuncia che ci sarà.

Ed è già il momento di Valentina che ha una frase per tutti e man mano che staff e squadra vengono citati prendono posto sul palco con i giocatori che ricevono il numero di maglia. Rispetto a quanto conosciuto, Borsato riceve la 7 e Ceccarelli la 18. Finite le elencazioni, Bagatta, come fece il suo primo giorno da Presidente, chiama a se tutti presenti: i Macchi, Lady Conad, Turillazzi di Terre Cablate e tutti gli altri membri del Consorzio, dell’Associazione Tifosi e della Polisportiva, qualcuno rimane fuori ma lui si scusa in partenza per le certe dimenticanze sui nomi di una Siena che per metà è parte di lui.

Quando sul palco ci sono oltre cinquanta persone scattano le foto di gruppo e i titoli di coda che naturalmente sono un rocchio della Verbena. Altra pausa, altro trasferimento, e il rinfresco-cena servito agli oltre centocinquanta che raggiungono Villa Felsina a Castelnuovo Berardenga, un’eccellenza del vino e dell’impresa senese. Tra le botti di rovere, i pregevoli ritocchi al rustico e le varie degustazioni condite da ribollita, stuzzichini, salati e dolci, si fa tardi. Sono quasi le ventitre quando la squadra saluta e tutti si avviano a casa. C’era il rischio di degustare un po’ troppo ieri sera, ma è un rischio che non ha corso la squadra che, oltre che gruppo coeso, si conferma composta tutta da seri professionisti. E stamani la testa sarà solo per Casale, squadra composta da ottimi prospetti che ha giovani orgogliosi e ambiziosi. Per preparare la partita, Griccioli ha solo due giorni, poi sarà già ora di partire per una serie A2 Ovest che farà loro macinare migliaia di chilometri a fronte di selezioni tutte agguerrite che non hanno ancora definito la reale scala gerarchica.
 

GUARDA ANCHE


Diventa fan su facebook Seguici su twitter
ico-zodiacoicons_separatorico_cinemaicons_separatorico-viabilitaicons_separatorico_farmaciaicons_separatorico_meteo
oroscopo cinema viabilità farmacie meteo
banner-web-300x250-01-B_2_2
300x250_estra_SIENA_FREE
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK

SEGUICI SU TWITTER