Venerdì, 20 Luglio 2018
Banner
Banner
Ultime Notizie
PortaSiena
PROVINCIA - TORRITA DI SIENA

I migliori Vin Santi fatti in casa, premiati a Montefollonico, al Teatro Bruno Vitolo

Bookmark and Share
Un appuntamento molto atteso dagli appassionati, che anche quest’anno hanno affollato il teatro del borgo del Vin Santo
L’evento “Lo gradireste un goccio di Vin Santo…?” continua anche sabato 9 e domenica 10 dicembre

montefollonico-vinsanto-marcellotrombetti2017A Montefollonico, un evento nell’evento: la celebrazione del “Miglior Vin Santo fatto in casa” è un appuntamento molto atteso, tra i tanti che caratterizzano “Lo gradireste un goccio di Vin Santo…?” kermesse giunta alla 14ª edizione. Anche quest’anno, il panel formato da esperti, si è riunito per un’intera giornata al fine di formare una graduatoria che stabilisce quali sono i migliori Vin Santi fatti in casa che sono stati iscritti nelle due diverse categorie: quella dei “dolci” e quella dei “secchi”. La classifica è stata resa nota venerdì 8 dicembre e la premiazione, come da consuetudine, si è svolta al Teatro Bruno Vitolo nel pomeriggio. Ecco i primi tre classificati per ciascuna categoria:

Categoria “Dolci”

1° classificato, Marcello Trombetti, di Montefollonico (SI), con un Vin Santo del 2007;
2° classificato, Jacopo Bensi, di San Quirico d’Orcia (SI), con un Vin Santo del 2011;
3° classificato Mario Bianco, di Rotondella (MT), con un Vin Santo del 2010.

Categoria “Secchi”

1° classificato, Gianni Terzuoli, di Asciano (SI), con un Vin Santo del 2012;
2° classificato ex aequo, Massimo Castelli, di Popiglio (PT), con un Vin Santo del 2011;
2° classificato ex aequo, Severnelli e De Brugnini, di Prato, con un Vin Santo del 1983;
3° classificato, Marco Nespolo, di Trequanda (SI), con un Vin Santo del 1983.

Quella del Vin Santo è una tradizione molto radicata nel territorio e questo prezioso prodotto è ormai caratterizzante, più di tanti altri, della cultura della Val di Chiana e della Val d’Orcia. Molti sono i produttori privati, persone normalissime che hanno fatto del mondo del Vin Santo un passatempo che richiede, però, tanta passione, tanta applicazione, tanta calma e pazienza. “I migliori risultati” – ha detto infatti durante la premiazione Vittorio Innocenti, decano dei produttori di Vin Santo di Montefollonico – “si hanno facendo le cose con i tempi giusti. Gli errori più comuni, i difetti più ricorrenti, si hanno proprio per la fretta, per il non sapere aspettare il tempo che ci vuole per avere un prodotto di qualità. E questo a volte richiede anni e anni”.

Quest’anno sono stati presentati 85 campioni di Vin Santo. Quindi, il lavoro del panel è stato molto impegnativo, anche se alleggerito dalla qualità dei prodotti presentati, che denota un innalzamento del livello da parte di tutti i concorrenti, senza particolari picchi, sia in senso negativo che positivo. Sicuramente, si va sempre di più verso la produzione di Vin Santi dolci “A volte fin troppo dolci” – ha tenuto a dire Innocenti – “forse perché fare un Vin Santo secco di qualità elevata incontra maggiori difficoltà del produrre un Vin Santo dolce”.

Tra i premiati, proprio nella categoria dolci, si è aggiudicato il primo premio, quindi un caratello di dimensioni maggiori, un cittadino di Montefollonico, Marcello Trombetti.

La cerimonia è stata preceduta da una breve relazione di Daniela Filippi, della condotta Slow Food Montepulciano-Chiusi, che ha poi introdotto un interessante e divertente intervento di Gianfranco De Regis, che ha parlato della sua famiglia, che da oltre un secolo produce Vin Santo amatoriale.

Gli appuntamenti in agenda per “Lo gradireste un goccio di Vin Santo…?” proseguono anche sabato sabato 9 dicembre, con uno spettacolo itinerante delle “Girlesque Street Band”, prima e unica street band italiana tutta al femminile. Spazio anche per la cultura al ristorante La Costa, dove, alle 16, il professor Giovanni Cipriani parlerà del quadrotto sul Giardino Marselli dal titolo “Il giardino della Restaurazione”. Alle 20,30, una cena su prenotazione al Teatro Vitolo. Domenica 10 dicembre, giorno di chiusura dell’evento, alle 10, appuntamento per gli amanti del trekking con “Sentiero e Borgo del Vin Santo”. Alle 10,30, i “cittini” di Montefollonico e di Torrita si cimentano in un laboratorio divertente già nel titolo “Con le mani in pasta”. Ancora i bambini sono protagonisti, alle 15,30, della prima “Ruzzolata del caratello”.

I ristoranti di Montefollonico, sono tutti aperti per pranzi e cene in cui il protagonista è, ovviamente, sua maestà il Vin Santo.
 
sienafreewhatsapp2

GUARDA ANCHE


SOCIAL e SERVIZI

Facebook_RoundWhatsapp_free_social_media_icon_roundInstagram_round_social_media_icon_freeTwitter_round ico-zodiacoicons_separatorico_cinemaicons_separatorico-viabilitaicons_separatorico_farmaciaicons_separatorico_meteo
oroscopo  cinema    viabilità     farmacie     meteo
300x250-estra-offerta-luce
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK

SEGUICI SU TWITTER