Venerdì, 22 novembre 2019
Banner
Banner
TOSCANA

Criticità dell’Autopalio, Cgil Firenze e Chianti: ''C’è pesante preoccupazione per lavoratori e pendolari. Urge che ripartano i lavori''

Bookmark and Share
"Si rischiano anche problemi di sostenibilità economica"

anas-lavori2019_3"Come Cgil esprimiamo una pesante preoccupazione sulla criticità che presenta, dopo molti mesi di lavori ancora non portati a termine, una via di comunicazione come l'Autopalio, essenziale per il collegamento tra senese e fiorentino e soprattutto per l’intera mobilità della zona del Chianti." Così intervengono Laura Scalia (coordinatrice Chianti Cgil) e Bernardo Marasco (Segreteria Cgil Firenze).

"Queste difficoltà non fanno che sommarsi a tutte le altre problematiche che già caratterizzano un territorio come il Chianti fiorentino che presenta di per sé criticità nei collegamenti sia interni tra i comuni stessi e le frazioni, sia verso la città metropolitana e le città limitrofe. Il blocco continuativo dei lavori, oltre a un sicuro effetto sulle condizioni dei lavoratori impegnati in quei cantieri, indiscutibilmente si ripercuote sulla mobilità dei lavoratori che sono impiegati nelle vicine aree industriali e artigianali, e crea inevitabili disagi per tutti i pendolari che utilizzano frequentemente la tratta. L’assenza di una alternativa di mobilità su rotaia e la dotazione attuale di trasporto pubblico presente sull’area non permettono di ovviare a questi disagi.

Non possiamo inoltre non sottolineare che questo stato di cose, nel medio termine, può portare anche problemi di "sostenibilità" economica per la mancata fluidità sia del trasporto merci sia dello spostamento delle persone. La Cgil, quindi, ribadisce l’urgenza e sollecita con forza che il prima possibile possano ripartire i lavori in modo da restituire la "libertà" di circolazione su questo territorio."
 
GUARDA ANCHE

SOCIAL e SERVIZI

Facebook_RoundWhatsapp_free_social_media_icon_roundInstagram_round_social_media_icon_freeTwitter_round

MESSAGGIO AGLI UTENTI DEL SERVIZIO WHATSAPP

Da una 15ina di giorni non è più attivo il nostro servizio di invio notizie su whatsapp in quanto l'azienda ha bloccato il nostro numero. Dopo numerose richieste per capire il motivo ci hanno risposto, dopo 10 giorni, adducendo una presunta "violazione dei termini del servizio" specificando la vendita di prodotti non consentiti. Ora, inviando SOLAMENTE notizie, e avendo letto la corposa lista delle vendite vietate per cercare di capire un motivo per tale violazione, deduciamo che, per qualche geniale algoritmo di qualche geniale software, articoli tipo "arrestato spacciatore di cocaina" vengano considerati come vendita... ma ripetiamo, sono solo deduzioni che facciamo. Avendo spiegato nei dettagli il tutto al dis-servizio assistenza abbiamo ricevuto zero risposte e il numero è tuttora bloccato. Siamo dispiaciuti per la situazione e ci scusiamo con i 3.000 utenti del servizio soprattutto per non poter avvertire direttamente a causa del blocco del numero. Speriamo che quanto prima la situazione sia chiarita in modo da poter ripristinare il servizio. Grazie mille.

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK