Martedì, 21 Novembre 2017
Banner
Banner
Ultime Notizie
Banner
TOSCANA
E-mail Stampa PDF

Maltempo, da Banca Mps un aiuto concreto per l'alluvione di Livorno

Bookmark and Share
Stanziato un plafond da 40 milioni di euro per famiglie e imprese dei territori livornesi e pisani colpiti dal nubifragio nello scorso fine settimana

mps-logo650Banca Monte dei Paschi di Siena ha attivato un’importante iniziativa in favore della popolazione di Livorno e dei comuni di Pisa colpiti dall’alluvione nella notte tra sabato 9 e domenica 10 settembre. Un concreto segnale di solidarietà, che si articola in un programma di interventi ed agevolazioni dedicati ad aziende e famiglie residenti nel territorio interessato dal maltempo.

Tra le misure previste, in particolare, lo stanziamento di un plafond da 40 milioni di euro da destinare a privati ed imprese per gli interventi di prima ricostruzione.

"Siamo vicini alla popolazione di Livorno e del territorio toscano che è stata così duramente colpita dal violento nubifragio dei giorni scorsi – ha dichiarato Maurizio Bai, responsabile dell’Area Territoriale Toscana di Banca Mps –. Banca Monte dei Paschi si è da subito attivata per ripristinare l’operatività delle filiali livornesi al fine di dare pronta assistenza alla popolazione, segno tangibile della volontà di sostenere il territorio anche e soprattutto nei momenti più difficili".

Saranno adottate, inoltre, tutte le misure necessarie per far fronte ai disagi più immediati che i clienti stanno affrontando in questo momento, come i problemi relativi allo smarrimento delle carte, dei libretti degli assegni e della documentazione bancaria di varia natura.

Tutte le filiali di Banca Monte dei Paschi di Siena sono a disposizione per fornire ulteriori informazioni.
 

GUARDA ANCHE


Diventa fan su facebook Seguici su twitter
ico-zodiacoicons_separatorico_cinemaicons_separatorico-viabilitaicons_separatorico_farmaciaicons_separatorico_meteo
oroscopo cinema viabilità farmacie meteo
banner-web-300x250-01-B_2_2
SIENA_FREE_Banner_300X2502
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK

SEGUICI SU TWITTER