Lunedì, 24 febbraio 2020
Banner
Banner
sienafreewhatsapp650x80
UNIVERSITA'

All’Università di Siena l’ottava edizione dell’Ocular Oncology Day

Bookmark and Share
Esperti e studiosi da tutto il mondo per il convegno internazionale il 6 e 7 dicembre

DorisHadjistilianou2019I più noti specialisti e ricercatori di oncologia oculare a livello internazionale saranno a Siena, ospiti dell’Ateneo, i prossimi 6 e 7 dicembre per l’ottava edizione dell'Ocular Oncology Day, convegno scientifico dedicata alle patologie tumorali dell’occhio.

L’evento, organizzato dalla professoressa Doris Hadjistilianou, docente del dipartimento di Scienze mediche, chirurgiche e neuroscienze dell’Ateneo senese e responsabile del centro di eccellenza Oncologia Oculare – Retinoblastoma dell’Azienda ospedaliero-universitaria Senese, ha un obiettivo divulgativo sulla materia, di incontro e confronto tra specialisti e giovani medici sulle diagnosi difficili e le terapie che comportano queste patologie.

Nell’aula magna del palazzo del Rettorato relatori da tutto il mondo si confronteranno nelle due giornate con tavole rotonde, relazioni, dibattiti e casi per affrontare cure e diagnosi innovative, in particolare sul retinoblastoma.

Al centro del dibattito scientifico saranno i 10 anni di chemioterapia selettiva e le diagnosi precoci dei tumori intraoculari, con l’intervento di Dan S. Gombos, docente del Baylor College of Medicine e dell'Università del Texas e co-direttore del Retinoblastoma Center di Houston. Saranno presenti, tra gli altri nomi di spicco, Leonidas Zografos, uno dei massimi esperti al mondo di oncologia oculare, responsabile della Clinica oftalmologica di Losanna, Stefan Seregard, direttore della clinica oculistica del Karolinska Hospital di Stoccolma, impegnato nella ricerca nel campo del melanoma dell occhio, Vicky Cohen, presidente della Società internazionale di Oncologia oculare, Tero Kivela e Rana'a Al-Jamal di Helsinki, autori di importanti rassegne sul melanoma uveale.

“Siena e la sua clinica oculistica – spiega la professoressa Doris Hadjistilianou - si è distinta sin dalla fine degli anni Cinquanta per l’interesse vivace nell’ambito dei tumori dell’occhio e dell’orbita del bambino e dell’adulto. L’affluenza dei casi è andata sempre crescendo negli anni arrivando ad avere casistiche provenienti non solo dall’Italia ma da tutto il bacino mediterraneo e oltre”. “La produzione scientifica in questa patologia – prosegue la professoressa - è cospicua e costante la partecipazione a congressi internazionali e la interazione con i maggiori centri mondiali di oncologia nella formulazione di nuovi protocolli di terapia nei quali Siena si è sempre distinta”.

“Negli ultimi 10 anni – sottolinea la professoressa Hadjistilianou - Siena ha adottato per prima in Europa la chemioterapia selettiva nell'arteria oftalmica con iniezione di farmaci direttamente nell’occhio che rappresenta un enorme passo in avanti nel salvataggio dell’occhio affetto e nella qualità della vita del paziente. La casistica senese di queste terapie innovative è la più cospicua attualmente in Europa”.

Il congresso si concluderà sabato 7 dicembre con una serata di gala dedicata ai 60 anni di Oncologia oculare a Siena, un patrimonio scientifico e culturale al quale hanno collaborato una squadra di medici appassionati che ha portato Siena ad un livello di eccellenza nazionale e internazionale in questo settore.

La serata è organizzata, con il patrocinio del Comune di Siena, al Santa Maria dalla Scala, luogo dal grande valore artistico ma anche altamente simbolico per la sua storia millenaria dedicata alle cure e all’ospitalità, ancora ospedale di Siena fino a pochi decenni fa. Proprio qui, infatti, nel 1959, il professor Renato Frezzotti operò con successo il primo bambino malato di retinoblastoma a Siena, aprendo la lunga strada dell'eccellenza in questo campo.

Per ricordare la figura del professor Frezzotti, nell’occasione sarà istituita una borsa di studio dell’Università di Siena per giovani specialisti destinata ad approfondire la ricerca su questi temi.
La serata di gala, con la cena stellata del ristorante “La Parolina ” di Acquapendente e la mostra dell’artista Carlo Pizzichini, è curata da “Paola Partini Eventi”.

Il programma completo è on line alla pagina https://www.unisi.it/unisilife/eventi/8th-ocular-oncology-day.
 
sienafreewhatsapp2
GUARDA ANCHE

SOCIAL e SERVIZI

Facebook_RoundWhatsapp_free_social_media_icon_roundInstagram_round_social_media_icon_freeTwitter_round

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
sienafreewhatsapp300X200

Viaggi nel Mondo - Itinerario di viaggio in Francia: sbarco in Normandia

rouen300
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK