Mercoledì, 6 luglio 2022
banca centro manchette 2022
banca centro manchette 2022
PROVINCIA - COLLE DI VAL D'ELSA

''Un Giovedì da Leoni'', a Colle l'edizione delle conferme

Bookmark and Share
Conclusa al Teatro del Popolo la rassegna ‘inaspettata di film imperdibili’.  Oltre duecento spettatori per Berlinguer ti voglio bene. E la rassegna incontra il gradimento del pubblico

teatrodelpopolo650 1Si è chiusa con una serata da sold out, 223 biglietti staccati e la proiezione del film cult Berlinguer ti voglio bene, la rassegna Un Giovedì da Leoni. Una rassegna che ha visto dal 27 gennaio fino al giorno dell’ultima proiezione, giovedì 12 maggio, una partecipazione media di oltre cento persone a proiezione.

“La rassegna – spiega Serena Cortecci, assessore alle politiche giovanili - ha registrato un costante consenso di pubblico che è tornato a riempire la sala del Teatro del Popolo, dando prova di apprezzare risposto la scelta e la varietà dei titoli presenti in questa terza edizione: vecchi e nuovi film, classici, cult e uscite più recenti; film che il pubblico si è perso e film che avrebbe piacere di rivedere. Serate improntante ad un confronto partecipativo e stimolo culturale e sociale”.

Giovedì da Leoni, "rassegna inaspettata di film imperdibili" è stata ideata da Kiné, che ne ha curato la direzione artistica, in collaborazione con Azienda Speciale Multiservizi e Comune di Colle di Val d’Elsa.

La campana d'inizio è stata suonata il 27 gennaio, in occasione del Giorno della Memoria, con il film “Una scatola di ferro”, toccante testimonianza dell’autore, il regista austriaco Nils Olger, sul rapporto col proprio nonno, medico SS di stanza in Italia durante l’occupazione nazista. Poi è stata la volta dell’acclamatissimo e pluripremiato “Pride”, un commovente e divertente ritratto della lotta per i diritti sociali e civili nella Gran Bretagna degli anni ’80. Il 24 marzo è stato proiettato “As I Want”, documentario della giovane regista palestinese-egiziana Samaher Alqadi, premiato in numerosi festival internazionali, mentre il 28 aprile il ritorno in Italia, e in Toscana, con “L’Universale”, per la regia di Federico Micali, una commedia che è una dichiarazione d’amore per il mondo delle sale cinematografiche. Tutte le serate hanno visto la presenza di ospiti italiani e internazionali: autori dei film o protagonisti delle storie raccontate. Il dialogo tra autori e ospiti e pubblico ha rappresentato, in questo senso, un valore aggiunto alla semplice fruizione "passiva" del film. Ma la rassegna è stata anche l'occa­sione per dare l'opportunità di vivere il cinema in maniera più partecipativa: ogni serata sono stati proposti momenti di confronto, ascolto e partecipazione sul futuro del cinema nella nostra città.

Come parte di questo processo partecipativo, è stato proprio il pubblico a scegliere l’ultimo film in rassegna, la cui proiezione si è tenuta appunto ieri: si è aggiudicato il primo posto "Berlinguer ti Voglio bene", vero e proprio cult, comico ed esasperato, per la regia di Giuseppe Bertolucci con Roberto Benigni e Carlo Monni.
 
sienafreewhatsapp650x80 sienafree telegram650x80
Facebook_Round Twitter round Instagram_round_social_media_icon_free Telegram round Whatsapp_free_social_media_icon_round